Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

iTV in arrivo da Apple?

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 26 Agosto 2010, all 10:34 nel canale HT

“Si fanno sempre più insistenti le voci riguardanti l'imminente arrivo sul mercato del successore dell'Apple TV. Dovrebbe chiamarsi iTV e consentire il noleggio di trasmissioni TV tramite il portale iTunes”

In un mare di successi commerciali, qualche flop l'ha preso anche Apple in questi ultimi anni. Uno di questi è l'Apple TV. Annunciato in pompa magna come il dispositivo che avrebbe rivoluzionato la fruizione dei contenuti su TV, è stato di fatto accolto piuttosto freddamente dal mercato. Ora l'azienda di Steve Jobs sembra volerci riprovare, puntando su un'architettura diversa, un cambio di nome - che dovrebbe diventare iTV - e accordi importanti con i broadcaster televisivi.

Secondo quanto riportato dai colleghi di Engadget il nuovo iTV (che potrebbe essere presentato nel corso della conferenza stampa annunciata da Apple per il 1 settembre) dovrebbe essere molto più semplice e compatto dell'attuale Apple TV e basato sull'architettura dell'iPhone 4 e dell'iPad: CPU A4 da 1GHz e 16GB di archiviazione flash. Il tutto per contenere anche il costo, che potrebbe essere di 99 dollari.

Questa scelta però dovrebbe escludere la possibilità di riprodurre contenuti video a risoluzione 1080i o 1080p, limitandosi quindi al massimo a 720p. In compenso il nuovo iTV dovrebbe poter sfruttare al meglio la piattaforma iTunes Store, con le sue applicazioni e contenuti audio-video. Ma per rendere l'iTV ancora più appetibile, sembra che Apple abbia stretto importanti accordi con i maggiori broadcaster televisivi, per poter noleggiare a partire da 99 centesimi (per una fruizione di 48 ore) le migliori trasmissioni, eventi e serie TV. Secondo quanto riportato da Bloomberg sarebbero già stati siglati accordi con News Corp (gruppo Murdoch), NBC, CBS, Disney e altri. Tutto ciò riguarda naturalmente il mercato statunitense, bisognerà ora vedere come potrà tradursi il tutto per il mercato europeo.

Fonte: Engadget



Commenti (5)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: TheRaptus pubblicato il 26 Agosto 2010, 12:13
Sto testando i questi giorni il vecchio appleTV. La base hw è pittosto scarsa. Se questa periferica è basata sullo stesso HW degli altri prodotti HW e NON mi permette l'HD, IMHO se lo posso tenere quindi auspico un secondo flop in quanto non mi dà quella qualità che cerco.
Commento # 2 di: Stigmata pubblicato il 26 Agosto 2010, 13:01
Bel commento: non fa per me? bon, che fallisca.

Complimenti.
Commento # 3 di: acris pubblicato il 26 Agosto 2010, 13:21
Sto testando la vecchia panda mille, ma come motore è piuttosto scarsa. Se la nuova panda è uguale per non permettermi di andare a 220km/h non fa per me. Spero FIAT fallisca.
Io compro Porsche.
Commento # 4 di: TheRaptus pubblicato il 26 Agosto 2010, 13:55
Non capisco: Ho messo un bel IMHO, quindi un secondo me. [I]Spero che fallisca l'idea[/I]: non perchè mi sta antipatica la panda o ragionamenti simili: spero che il concetto di qualità arrivi anche ad altri, alle masse, a chi purtroppo sceglierà questo prodotto solo perchè ha la mela morsicata.
Ho scritto che ho appena testato il vecchio modello (assieme all'IPAD sempre per riproduzioni video: è il mio lavoro) che malgrado tutto non mi dispiaceva a scatola chiusa. La scarsità dell'HW utilizzato è stata una brutta sorpresa.

Se (SE) costerà 99 dollari potrà avere un mercato ma si guadagnerà soprattutto sui contenuti, come oggi fa l'azienda di Cupertino negli altri settori. Non è un trend che mi piace.
Forse ho sbagliato il commento: un po' troppo risicato, ma certo non vedo cosa c'entra il paragone di una Porsche con la panda
Commento # 5 di: meravigliato pubblicato il 28 Agosto 2010, 09:56
Mi sembra un clamoroso passo indietro... ma loro sono Apple quindi avranno (quasi) sicuramente ragione...
oppure i colleghi di Engadget l'hanno sparata...
vedremo.

Ciao