Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Amplificatori Devialet 110, 170 e 240

di Nicola Zucchini Buriani, pubblicata il 24 Giugno 2013, all 14:49 nel canale DIFFUSORI

“Il marchio francere Devialet, nato nel 2007, annuncia l'arrivo di tre nuovi amplificatori, tutti dotati di tecnologia proprietaria Analog Digital Hybrid, oltre ad una versione in monoblocco da 500W ricavata da una configurazione che impiega due modelli 240”

Il marchio francese Devialet presenta la nuova gamma di omonimi amplificatori, formata dai modelli 110, 170 e 240. Tutti i prodotti sono dotati della tecnologia proprietaria ADH (Analog Digital Hybrid). Questa soluzione, che il produttore considera una nuova classe di amplificazione, offre sulla carta una musicalità di eccellente qualità, con un rapporto segnale-rumore <130dB e una distorsione a malapena misurabile (0,001%). In sostanza si tratta di una soluzione ibrida, che utilizza un amplificatore analogico in Classe A ultra-lineare, insieme ad 8 amplificatori digitali in Classe D (PCM 4202 per il 110 e PCM 4220 per il 170 e 240). La costruzione è molto curata, sia nell'estetica, che all'interno. I componenti sono compatti e dotati di linee molto accattivanti, con i modelli 110 e 170 piatti, mentre il 240 si presenta leggermente arcuato. All'interno troviamo 2500 componenti elettronici montati con tecnologia SMT (Surface Mount Technology), un'efficienza migliorata rispetto al precedente D-Premier e percorsi di segnale ultra-corti.

A livello di funzionalità i Devialet includono una USB asincrona, con DAC Texas Instruments PCM1792, capace di supportare campionamenti fino a 192kHz / 24bit e la tecnologia Devialet AIR. AIR è l'acronimo di Asynchronous Intelligent Route ed è utilizzata per lo streaming audio. Il suo funzionamento si basa sull'invio del file contenente il brano da riprodurre; Devialet controlla quindi l'integrità dei dati e gli eventuali pacchetti mancanti, permettendo di ottenere una riproduzione perfetta bit per bit, priva di jitter. Per gestire lo streaming è disponibile un'apposita applicazione per Windows o MacOS, oppure l'applicazione Devialet Remote App per iOS e Android. Le differenze tra i vari modelli, oltre la già citata estetica, consistono principalmente nell'erogazione: l'identificativo utilizzato per i modelli indica la potenza erogata, che quindi è di 110W, 170W o 240W per canale su 6 Ohm. Il modello 170 dispone, inoltre, di un ingresso AES/EBU e 2 ingressi S/PDIF su RCA aggiuntivi, oltre ad un ingresso phono configurabile MM o MC. Il modello 240 va ancora oltre, permettendo il collegamento daisy-chain (a cascata) fino ad 8 unità. Devialet 110 è disponibile a partire da 4.990 Euro, il 170 da 6.990 Euro e il 240 da 12.900 Euro con, inoltre, una configurazione Devialet 500, che comprende un doppio modello 240, al prezzo di 22.900 Euro.

Per maggiori informazioni: Devialet

Fonte: Devialet



Commenti (4)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: gionaz pubblicato il 25 Giugno 2013, 00:29
si, ma chi li distribuisce e dove si possono ascoltare ????
Commento # 2 di: gorecki pubblicato il 27 Giugno 2013, 00:31
esprimo solo un parere estetico: sono molto belli ed affascinanti ma ricordano terribilmente una bilancia pesapersone
Commento # 3 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 27 Giugno 2013, 08:59
Sono distribuiti da Audio Natali: www.audionatali.it

Ma anche no...

Mi avvisano che hanno da poco cessato la distribuzione. Hanno ancora qualche pezzo ma non quelli nuovi.

Emidio
Commento # 4 di: xin pubblicato il 23 Aprile 2014, 13:33
nuovo distributore

Ora li distribuisce Mad For Music di Milano.
Alberto