Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Whiplash

di CineMan , pubblicato il 12 Agosto 2015 nel canale SOFTWARE

“Tra biografia e drammatizzazione lo spaccato del periodo di vita musicale del regista Damien Chazelle. Distribuzione Universal Pictures HE per Sony Pictures HE”

- click per ingrandire -

Shaffer Conservatory, New York. Il diciannovenne Andrew Neiman (Miles Teller) è al primo anno di corso presso quella che è ritenuta la migliore scuola di musica. Artisticamente poco considerato in famiglia eccetto che per il padre, all'interno di un ambiente in cui si sente ancora spaesato e dove non ha ancora stretto alcuna vera amicizia aspira a primeggiare in assoluto con la batteria imponendosi massacranti ore di studio circondato da istantanee di leggende del jazz come Buddy Rich.

Nonostante sia ancora in erba viene ben presto notato e selezionato dal più prestigioso insegnante del conservatorio, Terence Fletcher (J.K. Simmons), che lo invita a suonare nel suo jazz ensemble. Quello di cui Andrew è ignaro ma che imparerà a conoscere ben presto con sudore e sangue sono i metodi sadici di Fletcher, violento devastatore dell'altrui autostima, convinto che l'unico modo per tirare fuori il talento di un alunno, ammesso che ne abbia, sia tenerlo costantemente sotto pressione, vessarlo fisicamente e moralmente ben al di la dell'umana sopportazione.

- click per ingrandire - click con pulsante dx e "apri in altra finestra" per l'immagine full HD -

Il trentenne regista Damien Chazelle ha deciso di portare su schermo il racconto dei giorni in cui studiava batteria al conservatorio, subendo angherie psicologiche oltremisura. Tra drammatizzazione e biografia l'opera ha diviso in parte il pubblico, tra chi ha ritenuto davvero fuori scala gli eccessi del sadico insegnante e chi invece vi ha ritrovato anche solo in parte l'atmosfera pesante che si respira in ambienti dove esistono solo competizione ed estro artistico, ragione per cui sacrificare tutto ciò che non sia musica.

Ho avuto occasione di assistere per la prima volta al film nella sola lingua originale e ne rimasi folgorato per l'affascinante colonna sonora e i brani in essa contenuti, per l'intensità ed emotività trasmessa dai due interpreti principali, con J.K. Simmons (il J.J. Jameson degli “Spider Man” di Raimi) certo sopra le righe ma con una potenza espressiva e una carica esplosiva naturale da lasciare l'impressione di essere in grado di smuovere le montagne con la sola voce.

- click per ingrandire - click con pulsante dx e "apri in altra finestra" per l'immagine full HD -

Alcune forzature nella sceneggiatura, memorabile la resa dei conti musicale, il confronto alunno-insegnante si perpetua dal primo all'ultimo istante di un'opera che racconta un oggettivo spaccato di vita del regista come da lui stesso affermato, portando alla luce una parte di quell'irreggimentato stile di insegnamento della musica praticato in alcuni conservatori dove la competizione è fuori scala, delle conseguenze anche irreversibili che si rischiano di pagare.

Travolgente nell'incedere senza tregua fino all'ultimo istante specie se si decide di seguire il film in lingua originale e gustarsi ogni singola battuta di J.K. Simmons, interpretazione che gli ha valso l'Oscar quale miglior attore non protagonista cui si sono aggiunte le statuette per miglior montaggio e miglior sonoro, oltre alle candidature quale miglior film dell'anno e migliore sceneggiatura originale dello stesso Chazelle.

- click per ingrandire - click con pulsante dx e "apri in altra finestra" per l'immagine full HD -

Qualità video

BD-50, aspect ratio 2.40:1, codifica video AVC/MPEG-4 (1920x1080/23.97p), il film da solo occupa 25.5 Gb per 107' di durata.

Girato interamente in digitale (Arri Alexa, Canon EOS 7D, 2K, fonte IMDB, ndr) i frame risultano estremamente solidi rasentando anche il livello di riferimento, con ambientazione spesso scarsamente illuminata come la sala prove di Fletcher e il locale pubblico dove suona il piano, il livello dei neri rimane profondo così come risalta nei limiti del possibile il resto della palette cromatica ove concesso dalle basse luci con passaggi meno ampi e risalto dei rossi per quelle che immaginiamo essere le scelte del poco conosciuto cinematographer Sharone Meir (“Coach Carter”, “L'ultima casa a sinistra”).

Risalto particolari anche in secondo piano e senso di profondità di campo nei pochi passaggi con maggiore illuminazione. In presenza di schermi di grandi dimensioni potrebbe affiorare un minimo rumore video di fondo.

Analisi del bitrate
- click per ingrandire -

Qualità audio

Per una produzione musico-centrica fondamentale la presenza di una codifica in grado di esaltarne missaggio e dinamica e fortunatamente in questo caso troviamo disponibili tre tracce DTS-HD Master Audio 5.1 canali (core @1509 kbps) di cui l'italiana palesa ampia espressività, risalto della batteria negli assolo di Neiman così come nei brani suonati dall'ensemble di Fletcher.

Eco ed elementi significativi dai due canali rear e sostegno del subwoofer. Spagnolo a parte qualcosa meglio l'originale inglese, tecnicamente speculare, con ulteriore enfasi per i dialoghi e la tuonante voce di J.K. Simmons.

- click per ingrandire - click con pulsante dx e "apri in altra finestra" per l'immagine full HD -

Extra (HD)

Commento al film di J.K. Simmons e Damien Chazelle, “Rispettare il ritmo” (43') porta alla luce i ricordi di giganti della batteria intervistati per l'occasione come Peter Erskine dei Weather Report, Ryan Brown che ha suonato con Frank Zappa, Simon Phillips dei Toto, Roy McCurry dei Blood, Sweat & Tears. L'originale cortometraggio “Whiplash” già con J.K. Simmons ma con un altro giovane attore al posto di Miles Teller. Sequenza omessa dal montaggio finale (90'') in cui osservare Fletcher nella sua casa. Immagini dal Toronto International Film Festival con riflessioni post-proiezione in compagnia di Damien Chazelle, J.K. Simmons e Miles Teller (8'). Trailer cinema. Sottotitoli in italiano.

- click per ingrandire - click con pulsante dx e "apri in altra finestra" per l'immagine full HD -

La pagella secondo CineMan

Film  9 
Authoring  7 
Video  9 
Audio ITA  9 
Audio V.O.  9,5 
Extra  7,5 

 

Articoli correlati

Home Video HD: agosto

Home Video HD: agosto

Panoramica sulle uscite home video in alta definizione per il mese di agosto. Pubblichiamo il calendario delle uscite Blu-ray evidenziando i prodotti meritevoli di attenzione sul piano tecnico o artistico. Buona collezione a tutti
Home Video HD: luglio

Home Video HD: luglio

Panoramica sulle uscite home video in alta definizione per il mese di luglio. Pubblichiamo il calendario delle uscite Blu-ray evidenziando i prodotti meritevoli di attenzione sul piano tecnico o artistico. Buona collezione a tutti



Commenti (1)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: OmniKronos pubblicato il 24 Novembre 2015, 01:40
L'ho ancora incartato, lì che mi aspetta.
Aspetto il prossimo week-end per settare l'Onkyo almeno a 50/100 e spaccarmi di GOOD MUSIC!!