Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Pioneer Susano SC-LX90

di Emidio Frattaroli , pubblicato il 19 Marzo 2008 nel canale Ampli e Diffusori

“Grazie alla disponibilità di Pioneer Italia che ci ha inviato un modello di pre-produzione, facciamo la conoscenza dell nuovo amplificatore integrato multicanale con nome in codice Susano, dotato di ben 10 canali in classe D per complessivi 1400W che completano una versatilità mai vista”

L'ascolto

Davanti a caratteristiche così esclusive, con il poco tempo a disposizione e in mancanza di un manuale in lingua occidentale, mi sono "attrezzato" con non poco disagio, soprattutto a causa della mancanza di un numero utile di diffusori acustici adeguati alle necessità. Prima di ogni cosa ho provveduto ad un ascolto in semplice stereofonia, utilizzando come sorgente un glorioso lettore Pioneer DV-717 sia in collegamento analogico che digitale (TOSlink) e abbinando prima una coppia B&W CDM7 e in seguito due Klipsch RF35. Come riferimento ho utilizzato sia un integrato Denon AVC-A11XV che il valvolare Yarland M34.

attraverso le B&W CDM7, senza introdurre alcuna elaborazione, non ho avuto particolari sorprese. Ho apprezzato una potenza a disposizione che è ben superiore alle necessità di un diffusore con la sensibilità delle CDM, mentre l'estensione in frequenza e il controllo sugli estremi banda sono aspetti davvero apprezzabili. Qualche limite è rilevabile soltanto sulla profondità e sulla estensione in larghezza della scena sonora, soprattutto rispetto al Denon AVC-A11XV. In ogni modo si tratta di aspetti che necessitano di ulteriori approfondimenti con un maggior numero di ore a disposizione.

Quello che segue al collegamento con le due torri Klipsch è davvero emozionante, soprattutto per la gran quantità di decibel prodotti senza distorsione apprezzabile e con una dinamica DE-VA-STAN-TE! In stereofonia le Klipsch si sono rivelate molto utili per sottolineare i limiti sulla tridimensionalità della ricostruzione scenica ma hanno rivelato anche una leggera "asprezza" del medio-alto che si è decisamente attenuata dopo una leggera equalizzazione che ha riportato alla ragione la maggior parte dello spettro sonoro.

Per l'ascolto in multicanale ho utilizzato un lettore Sony BDP-S300 in PCM via HDMI e un Samsung BDM-P1400, quest'ultimo per consegnare i nuovi stream audio HD direttamente, attraverso il collegamento HDMI. Il disco test Dolby "The Sound of High Definition" ci ha consentito di testare anche la configurazione a 7.1 canali, con la traccia "Clouds" in uno splendido Dolby TrueHD 24/96 riprodotto attraverso un mix piuttosto eterogeneo di diffusori Klipsch. Gli stessi diffusori frontali sono stati alimentati anche in configurazione Bi-Amping, in modo da sfruttare totalmente i 10 amplificatori icepower, anche se non ho rilevato apprezzabili differenze rispetto alla configurazione più classica.

Segue : Conclusioni Pagina successiva