Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Ampli Yarland M34, FV34, A-ONE

di Emidio Frattaroli , pubblicato il 14 Dicembre 2007 nel canale DIFFUSORI

“Dopo l'esaltante incontro all'ultimo Roma Hi-End Show, il giovane distributore italiano AAAVT ci ha consegnato un tris di amplificatori a valvole Yarland, basati sui classici e potenti tubi EL34B in configurazione push-pull in classe A e con rapporto qualità prezzo che ha dell'incredibile”

Conclusioni

Le tre variazioni sul tema "EL34-B" di Yarland sono così entusiasmanti che diventa quasi impossibile scegliere un vincitore. Messo alle strette, sceglierei con tutta probabilità il modello M34 per la generosa erogazione in potenza, per il sostanziale equilibrio nella riproduzione sonora e per la presenza di un ingresso di linea in più rispetto agli altri due modelli, con la possibilità di testare anche altri kit di valvole, previo consulto con il distributore e relativa taratura del bias.

Per chi invece fosse in cerca di un prodotto più esclusivo, il modello A-ONE con le sue finiture in metallo e alluminio e la circuitazione più raffinata, saprà accontentare gli appassionati più esigenti che cercano non soltanto sostanza ma anche raffinatezza nella costruzione, nell'aspetto e nelle finiture, senz'altro più curate rispetto agli altri due modelli.

Accanto allo straordinario rapporto qualità prezzo dei due modelli maggiori, il piccolo FV34 rischia di passare quasi in secondo piano. Eppure è proprio quest'ultimo il prodotto più entusiasmante del lotto, poiché è in grado di stupire con la stessa energia per meno di 400 Euro. 

Concludo questa esaltante prova con quello che ritengo sia l'unico punto veramente debole di questi prodotti: il prezzo di listino. Il costo è infatti così basso da far correre il rischio che gli amplificatori Yarland non vengano preso sul serio. E sarebbe un errore davvero imperdonabile.

Per maggiori informazioni sui prodotti Yarland: www.aaavt.it

 

Articoli correlati

Amplificatore Trends Audio TA-10.1

Amplificatore Trends Audio TA-10.1

Tra gli amplificatori in "classe T", figli di quel prodigioso chip Tripath TA2024 che tanto ha sopreso per qualità e musicalità una lunga schiera di appassionati, il TA-10.1 della Trends Audio è il progetto meglio riuscito poiché è riuscito a far dimenticare alcuni dei pesanti limiti del vecchio T-Amp e di altri piccoli cloni
Amplificatore a valvole AVR A-84P

Amplificatore a valvole AVR A-84P

Il modello A-84P di AVR Italia è uno dei più interessanti amplificatori integrati stereofonici a valvole, basato su un sistema push-pull di quattro valvole EL84B per 13 watt per canale, dotato di qualità sonore molto piacevoli e offerto ad un prezzo che ha dell'incredibile



Commenti (6)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: alienzero pubblicato il 14 Dicembre 2007, 10:52
Confermo quanto scritto.
Possiedo un modello PushPull identico all'FV (marchiato diversamente) su frontali Paradigm Monitor 7 e lettore oppo 980.
Pieno in ogni situazione, pecca soltanto nell'erogazione massima (le paradigm sono facili da controllare, ma affamate) dove un maggior wattaggio avrebbe giovato.
Timbrica e spazialita' non hanno eguali confrontandoli con il suo fratellino di stanza Onkyo 605 (pagato piu' del doppio), ormai relegato al triste impiego videogiochistico.
Ottimi amplificatori, non fatevi spaventare dai prezzi troppo bassi.
P-.S. : l'ho pagato molto meno, ma questa e' un'altra storia.
Commento # 2 di: MARCELLO pubblicato il 14 Dicembre 2007, 11:12
Ciao Emidio,
stavo proprio analizzando un prodotto di questo tipo...come pensi si comporti il modello A-ONE con un paio di MartinLogan Prodigy???

Marcello
Commento # 3 di: Nordata pubblicato il 17 Dicembre 2007, 02:53
Leggendo l'articolo mi è rimasta una curiosità.

Ho visto nelle caratteristiche tecniche le definizioni dei compiti svolti dalle varie valvole.

Per Amp tube e Voltage tube si può, con un pochino di fantasia ricavare il compito svolto, valvola amplificatrice, meglio valvola di potenza per la prima e valvola preamplificatrice, magari meglio valvola di segnale per la seconda, anche se lì si parla di valvola che lavora in tensione (cosa normale per una valvola) e comunque, almeno nell'ampli più piccolo, una metà della 6N2 (una equivalente russa della ECC83/12AX7, ma con filamento solo a 6,3 V) dovrebbe servire come sfasatrice per il push-pull , quindi con compito non identificabile in quella descrizione.

Rimane la terza definizione Impulse tube che, francamente, non riesco a identificare.

Visto il tipo di valvole, i soliti doppi triodi, dovrebbero essere delle normali preamplificatrici.

Confesso che non mi ricordo di aver mai sentito tale definizione (è anche vero che è passato un po' di tempo da quando utilizzavo le valvole), quanto meno in ambito audio, per cui mi piacerebbe sapere quale funzione svolgono nel circuito.

Ciao
Commento # 4 di: lucaxxaa pubblicato il 28 Dicembre 2007, 12:46
x pilotare B&W 704

anche io stavo valutando uno yarland , per pilotare delle B&W 704 - cosa ne pensate? avete avuto modo di sentirli???

Gianluca
Commento # 5 di: giamba76 pubblicato il 28 Dicembre 2007, 13:56
Dico la mia...
Da quakche mese ho uno Yarland M34 (dichiarato 30w) e ci piloto delle focal chorus 836, e nonostante i 5 driver, non fa una piega, rimane fedele all'incisione fino a 3/4 del volume max...(bisogna uscira dalla stanza però...dopo il rendimento cala e si sente, l'ho abbinato ad un Advance Acoustic MCD203II che ha un buon livello di uscita e stadio a valvole...e tutto sommato per il prezzo pagato sono assai soddisfatto.
L'unico neo sono i selettori d'ingresso un pò troppo economici e mal funzionanti (falso contatto!!)
Commento # 6 di: rider4ever pubblicato il 11 Gennaio 2008, 18:16
Davvero interessanti questi ampli... Alla luce di come si sono comportati con le RF35 e RF82, quale potrebbe essere - sulla carta - la miglior scelta per delle RF7?

Questa discussione sui valvolari e le klipsch mi ha un po' spaventato
http://www.avmagazine.it/forum/showthread.php?t=52697

In generale quali sono pregi e difetti dei valvolari come questi rispetto a dei digitali tipo TA 10.1?