Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

A.C.A.B. – All Cops Are Bastards

di Michele Addante , pubblicato il 25 Gennaio 2012 nel canale CINEMA

“Dopo il successo della serie televisiva Romanzo Criminale, Stefano Sollima debutta sul grande schermo con ACAB, un poliziesco d’azione in uscita nelle sale il 27 gennaio su distribuzione 01 Distribution. L’odio e la violenza raccontati dal punto di vista di coloro che li vivono quotidianamente, sia per scelta che per dovere”

L’odio è sbagliato. La violenza è da condannare. Con la testa dentro un casco, attraverso una visiera in plexiglas i tuoi occhi vedono, però, una realtà diversa. La tua divisa è coperta di sputi ed insulti. I primi si laveranno, i secondi no. L’adrenalina sale e finalmente puoi svuotarti dell’odio che sei stato obbligato ad assorbire dal mondo per 1400 euro al mese. Stringi il pugno e le manganellate si sincronizzano al ritmo del giro di basso dei White Stripes nello strepitoso Seven Nation Army. Finisce il brano, la rabbia si placa e ti accorgi che tu, che ti sei sempre ritenuto un pacifista, per un attimo sei stato uno di loro, uno dei tre "celerini bastardi" di ACAB.

"A.C.A.B." è l’acronimo di "All Cops Are Bastards" ("Tutti i poliziotti sono bastardi"), motto ideato dal movimento skinhead degli anni ’70. Sullo sfondo dei più sconcertanti episodi di violenza urbana accaduti in Italia, dal G8 di Genova nel 2001 all’uccisione di Giovanna Reggiani nel 2007, ACAB segue le vicende pubbliche e private di tre celerini, Cobra (Pierfrancesco Favino), Negro (Filippo Nigro) e Mazinga (Marco Giallini), e della giovane recluta Adriano (Domenico Diele). Il loro lavoro è una vocazione che spesso sfocia in atti brutali al fine di contribuire alla realizzazione di un mondo migliore (migliore secondo la loro accezione). I protagonisti sono essenzialmente uomini che rispondono all’odio con odio, ma che riconoscono nei colleghi la loro unica famiglia.

Il regista Stefano Sollima riesce grazie ad un cast nostrano eccezionale a metterci una divisa addosso e a farci vivere per 90 minuti la realtà di tre poliziotti della mobile che usano la violenza come mezzo per rendere più giusto (per loro) il mondo. Emblematica per lo spettatore la scena della "pulizia del parco": Cobra, Negro e Adriano obbligano tre rumeni a ripulire il parco; I tre poliziotti usano violenza su persone che a loro volta hanno brutalizzato delle altre. Il loro è a tutti gli effetti un abuso di potere, ma quando Cobra chiede ad Adriano se gli è piaciuto "pulire" il parco, ci si accorge che nel "si" del giovane poliziotto c’è anche il nostro.

Il film non si schiera né dalla parte dei poliziotti e né dalla parte di chi li critica, né dalla parte degli italiani e né dalla parte degli extracomunitari, perché non ci sono né buoni e né cattivi ma solo tante individualità e diversi punti di vista più o meno condivisibili. Accanto a Francesco Favino, inquietante e simpatico quando fischietta "Celerino figlio di puttana", troviamo due attori "di razza": Giallini e Nigro convincono e ci fanno entrare nelle vite complicate e fuori controllo di Negro e Mazinga.

A.C.A.B. – All Cops Are Bastards, tratto dall'omonimo libro di Carlo Bonini, sarà distribuito in 300 copie da 01 Distribution a partire dal 27 gennaio 2012.

Noi siamo fratelli! Se un fratello fa una cazzata, che fai non lo aiuti? Non lo proteggi?

Link al trailer

Voto finale 7

 

Articoli correlati

Tutti al cinema: Gennaio

Tutti al cinema: Gennaio

Suggerimenti e calendario completo per le uscite nei cinema italiani nel mese di Gennaio. Una rubrica di AV Magazine per essere sempre aggiornati su quello che succede all'interno dei cinema italiani. A voi la scelta!



Commenti (5)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Baphomet pubblicato il 26 Gennaio 2012, 13:23
Mi attira, anche per il color grading alla Romanzo Criminale, il trailer in questo senso già prometteva bene
Commento # 2 di: tuleman38 pubblicato il 27 Gennaio 2012, 11:15
cinema italiano

cinema spazzatura
Commento # 3 di: X4B4R4S pubblicato il 27 Gennaio 2012, 12:03
Originariamente inviato da: tuleman38
cinema spazzatura

si vede che di cinema non ne capisci nulla.... la spazzatura sono questi commenti insulsi.
Commento # 4 di: gnakkiti pubblicato il 28 Gennaio 2012, 17:27
Io non l'ho visto ma un collega mi ha raccontato che ...sembra che il celerino medio sia una persona stracolma di problemi personali che riversa poi nel duro lavoro, per non parlare della follia degli interpreti, nessuno coinvolto positivamente a livello umano... I questurini sono visti come burattini privi di informazione. [SPOILER]scena dello sfratto di uno dei protagonisti... Pestaggi gratuiti ad immigrati e fascisti, mai documentati ne provati, inseriti nel film per dare spettacolo...[/SPOILER]
Commento # 5 di: 87dany87 pubblicato il 30 Gennaio 2012, 13:42
Visto ieri sera.. gran bel film