Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Lumix GH4: setting e livelli - parte I

di Ermanno di Nicola , pubblicato il 20 Febbraio 2015 nel canale AVPRO

“La "nostra" guida in due parti sulle impostazioni della DMC-GH4, la piccola camera di Panasonic in grado di registrare video 4K su scheda SD, probabilmente l'unico approfondimento con analisi oggettive e misure sulle curve di luminanza dei vari profili a disposizione ”

Conclusioni prima parte


ROSSO = Canon 5D Mark III "standard"; VERDE = Lumix DMC-GH4 "Portrait"
- click per ingrandire -

Prima di tutto c'è una considerazione importante da fare: nessuno dei sette profili disponibili sembra avere una gamma dinamica superiore rispetto agli altri. Neanche modificando il parametro del contrasto serve a migliorare una gamma dinamica che, a dirla davvero tutta, non è affatto male. Nell'immagine in alto, possiamo osservare un confronto tra la gamma dinamica della Lumix GH4 e quella di una Canon 5D Mark III, in cui la gamma dinamica della Canon sembra inferiore di circa uno stop in modalità video. Tornando alla GH4, il Cinelike D sembrerebbe essere il profilo più usato in rete, forse per il nome - pittosto azzeccato e molto evocativo.

In realtà il fatto che la curva - in modalità Cinelike D - abbia più informazioni per le basse luci e che il suo andamento sia quasi lineare per la maggior parte della dinamica, rende questo profilo non male. Il problema è che, quando in post produzione modificheremo le curve, avremo inevitabilmente una perdita di informazioni, soprattutto sulle alte luci. Inoltre non sembra indicato il parametro contrasto a - 5 a causa di uno strano comportamento della curva nei mezzitoni, difficile da ribilanciare anche in post. Gli altri profili si comportano meglio con il parametro contrasto. In particolar modo i due profili Natural/ Portrait che sono quelli con un buon margine per le basse luci e, quando vengono ulteriormente modificati con il controllo del contrasto, non evidenziano comportamenti strani.

Se i comportamenti sul gamma di Natural e Portrait sono praticamente identici, il Portrait restituisce colori più naturali sugli incarnati. Con questo non voglio dire che il Portrait sia in assoluto il profilo migliore e che sia in assoluto meglio del Cinelike D. In ogni modo, senza anticipare i contenuti della seconda parte, posso dire che preferisco in assoluto il profilo Portrait, con modifiche di alcuni parametri, soprattutto per un utilizzo veloce. Nella seconda parte di questo articolo approfondiremo il comportamento dei parametri Curve, Pedestal e Luminance level e di come sfruttarli per ottenere il massimo con la Lumix DMC-GH4.

... continua

 

Articoli correlati

La profondità di campo

La profondità di campo

La profondità di campo, termine spesso abusato sia in fotografia che in ripresa video, è l'ampiezza in profondità in cui risulta nitida la scena ripresa, a cavallo del piano di messa a fuoco. Nella guida dimostreremo come la profondità di campo sia legata solo ed esclusivamente all'apertura del diaframma.
Misure: fotometria generale

Misure: fotometria generale

Le numerose analisi tecniche su videoproiettori e display pubblicate su AV Magazine, a cui si aggiungeranno presto gli schermi per proiezione, si riferiscono in buona parte alle grandezze fotometriche classiche e alla loro applicazione nelle indagini effettuate sui vari prodotti.
La nuova misura del gamma

La nuova misura del gamma

Tra le indagini più importanti per la verifica della qualità di videoproiettori e display, la misura della linearità della scala dei grigi e della curva del gamma è una delle più importanti. In questo articolo viene proposto un nuovo grafico per la rappresentazione grafica del gamma e dei valori di luminosità misurati



Commenti (3)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: g_andrini pubblicato il 22 Febbraio 2015, 16:45
A mio parere, il sensore è in effetti un po' troppo piccolo, soprattutto per riprese video, che possono essere al massimo poco più che amatoriali. L'ideale, ad oggi, è riprendere video con una RED con sensore 5k, in ambito professionale.
Commento # 2 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 22 Febbraio 2015, 17:07
Originariamente inviato da: g_andrini;4341338
A mio parere, il sensore è in effetti un po' troppo piccolo, soprattutto per riprese video, che possono essere al massimo poco più che amatoriali...
Non è proprio così. Ci sono camere professionali (realmente professionali), anche a risoluzione 4K, con sensori nettamente più piccoli rispetto a quello della GH4.

Un esempio è quello della Blackmagic Design Ursa Broadcast:

https://www.blackmagicdesign.com/it...specs/W-URSA-03

circa 96 mmq per la Ursa;

circa 225 mmq per la GH4 in foto, 168 mmq in full HD e 116 mmq in Ultra HD.

E comunque lo stesso Ermanno nella seconda parte pubblicherà anche qualche file: allora sì che potrai giudicare se si tratta di riprese amatoriali o professionali.

Emidio
Commento # 3 di: g_andrini pubblicato il 28 Febbraio 2015, 13:41
La Ursa è per le riprese televisive.

Il sensore della RED 5k ha un die di circa 400 mm^2, che credo in 4k scendono un po'.

Da quanto so, per la GH4, la resa del dettaglio è eccellente, ma la fedeltà cromatica è ridotta.