Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Nuova serie TV dedicata a Dylan Dog

di Franco Baiocchi, pubblicata il 08 Ottobre 2019, alle 12:11 nel canale SOFTWARE

“Nuova serie TV dedicata a Dylan Dog, fumetto horror cult della Sergio Bonelli Editore, prodotta in collaborazione con la Atomic Monster di James Wan, uno dei più affermati registi di horror movie”


- click per ingrandire -

Annunciata la collaborazione di Atomic Monster di James Wan, regista di Aquaman, con la casa editrice di fumetti Sergio Bonelli Editore per realizzare una serie TV in lingua inglese basata sul fumetto cult Dylan Dog.

Dylan Dog, creato da Tiziano Sclavi, si svilupperà come una serie live-action in 10 episodi, ispirata al popolare fumetto che vede protagonista il celebre “Indagatore dell’incubo” alle prese con mostri, fantasmi, vampiri, lupi mannari e zombi. La serie, nata 33 anni fa e pubblicata negli Stati Uniti da Dark Horse Comics, vanta un catalogo di oltre 500 storie a fumetti e dal suo debutto a oggi ha venduto oltre 50 milioni di copie in tutto il mondo.

Per Bonelli Entertainment, la divisione che sviluppa i progetti cinematografici e televisivi basati sui personaggi della Casa editrice, i produttori esecutivi saranno Vincenzo Sarno (Bonelli) e Giovanni Cova (QMI), con la supervisione di Michele Masiero e Simone Airoldi. Per Atomic Monster, i produttori esecutivi saranno James Wan e Michael Clear, con la supervisione di Rob Hackett.

James Wan e Atomic Monster sono maestri del genere horror e hanno una profonda sensibilità circa il modo migliore di adattare i fumetti allo schermo” spiega Davide Bonelli. “Siamo entusiasti del fatto che una squadra come questa sia al lavoro su uno dei nostri personaggi più importanti”.

“Dylan Dog è uno dei miei fumetti preferiti di sempre” aggiunge James Wan (regista di Aquaman, dell’universo di The Conjuring e di Malignant, di prossima uscita). “Sono stato iniziato per la prima volta alle storie dell’Indagatore dell’Incubo al liceo, dai miei amici europei. Anche se in quel momento non ho capito il testo a causa della lingua, ho facilmente ricostruito la storia attraverso i bellissimi disegni e i riferimenti al genere horror. Sono emozionato all’idea di collaborare con Sergio Bonelli Editore per portare tutto questo sullo schermo”.

fonte: My Community Factory

 



Commenti (6)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: stazzatleta pubblicato il 08 Ottobre 2019, 14:32
Speriamo riescano a fare qualcosa di decente, viste le precedenti esperienze cinematografiche.

Di soggetti ne hanno a tonnellate
Commento # 2 di: prunc pubblicato il 08 Ottobre 2019, 19:41
E' vero ... avevano fatto anche un film, non me lo ricordavo neanche più speriamo veramente riescano a fare qualcosa di meglio
Commento # 3 di: pace830sky pubblicato il 09 Ottobre 2019, 06:26
Di Dylan Dog conosco solo le versioni radiofoniche (!) prodotte sia da Rai che da Radio 24 (suggerisco il relativo podcast per l'ascolto in auto) sono episodi molto brevi e non mi sono sembrati particolarmente cinematografici. Se l'idea fosse quella di una serie antologica di racconti brevi (30-50') su una piattaforma come Netflix potrebbe anche funzionare. Che uno di quegli episodi possa invece essere tirato in lungo per 90' mi sembra improbabile.
Commento # 4 di: valerio231075 pubblicato il 09 Ottobre 2019, 09:21
Sorvolando su Dellamorte Dellamore degli anni '90 che non era su Dylan Dog ma su uno special della serie , speriamo che facciano una cosa aggiornata ai tempi odierni ma che rispetti tutti i clichè della serie
Commento # 5 di: sheva pubblicato il 09 Ottobre 2019, 10:34
Il regista sembra una garanzia. Speriamo...
Commento # 6 di: stazzatleta pubblicato il 09 Ottobre 2019, 12:03
Originariamente inviato da: valerio231075;4992665
Sorvolando su Dellamorte Dellamore degli anni '90 che non era su Dylan Dog ma su uno special della serie , speriamo che facciano una cosa aggiornata ai tempi odierni ma che rispetti tutti i clichè della serie



passerei sopra anche a questo