Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Prime specifiche ufficiali Sony PS5

di Riccardo Riondino, pubblicata il 17 Aprile 2019, alle 08:29 nel canale GAMING

“Mark Cerny ha svelato le caratteristiche della console di prossima generazione, basata su un processore Ryzen octa core di terza generazione capace di gestire grafica 8K e con unità specifica per l'audio 3D, mentre la GPU sarà una Navi custom con supporto ray tracing, integrando un lettore Blu-ray e una memoria di massa SSD ”


- click per ingrandire -

Sony ha comunicato le prime specifiche ufficiali di PlayStation 5, confermando in gran parte le voci che si susseguono da più di un anno. A comnicarle è stato lo stesso Mark Cerny, lead architect della console di nuova generazione così come di PS4, nel corso di un intervista rilasciata a Wired. Sony PS5 (nome che potrebbe non essere quello definitivo) sarà effettivamente basata su una CPU AMD Ryzen octa core di terza generazione con architettura Zen 2 a 7nm. AMD fornirà anche la GPU, una variante custom delle Radeon Navi con supporto al ray tracing, la tecnologia delle schede grafiche di nuova generazione che riesce a calcolare in tempo reale i riflessi luminosi sulle superfici senza gravare eccessivamente sul processore. Cerny ha confermato anche il supporto 8K. l'uscita nel 2020 e la retrocompatibilità, quantomeno per i titoli PS4.


- click per ingrandire -

Lo stesso vale per il supporto ai gioch digitali e fisici, che dovrebbe tradursi nella presenza di un lettore Blu-ray 4K, anche se questo punto rimane da chiarire. Le novità assolute cominciano con l'audio 3D, elaborato da un'unità specifica integrata nel processore AMD. Il campo sonoro tridimensionale verrà simulato direttamente dagli altoparlanti del televisore, senza ricorrere a speaker esterni. Riguardo un nuovo visore PSVR, Cerny si è limitato a sottolineare l'importanza della realtà virtuale per Sony senza entrare nel dettaglio. PS5 sarà comunque compatibile con l'attuale modello.


- click per ingrandire -

Infine per la memoria di massa verrà abbandonato l'hard disk per passare a una unità SSD ottimizzata per i giochi. Per dimostrarne le potenzialità è stato utilizzato Spider Man di Insomniac Games, fatto girare dapprima su una PS4 Pro. In questo caso il personaggio ha impiegato 15 secondi per spostarsi da un luogo all'altro della Manhattan virtuale. Subito dopo è stato il turno di uno dei primi dev-kit di nuova generazione, dove invece l'operazione è durata appena 0,8 secondi. Cerny infine ha dichiarato che per un certo periodo i giochi saranno pubblicati su entrambe le piattaforme (uno di questi sarà probabilmente Death Stranding). Nessuna anticipazione invece riguardo l'arrivo di un servizio analogo a Google Stadia o Microsoft xCloud

Fonte: Wired, IGN



Commenti