Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter YouTube

Disney+ | Boris, la quarta stagione

di Fabrizio Guerrieri, pubblicata il 19 Febbraio 2021, alle 07:24 nel canale CINEMA

Circola in rete un teaser fatto a c…o di cane in cui René Ferretti sostiene che “No, non si fa niente, non c’è nessun progetto all’orizzonte, credimi!” in relazione alle indiscrezioni fatte nei giorni scorsi circa il rinnovo di Boris per una quarta stagione


- click per ingrandire -

È trapelata in questi giorni la notizia che la quarta stagione di Boris si farà. Notizia confermata da vari componenti del cast che hanno annunciato che le riprese verranno realizzate nel corso della prossima estate. Ma è arrivata ieri la smentita del più diretto interessato in un teaser realizzato in perfetto stile Ferretti, cioè a c…o di cane. Il regista di “Gli occhi del Cuore” parla al telefono con qualcuno non meglio identificato dicendo “Ma no, non si fa niente, non c’è nessun progetto all’orizzonte, credimi!” per poi passare a un’altra telefonata con l’aiuto regista Arianna.

 

Un modo per confermare quanto detto a più riprese anche in uno scambio di battute su twitter tra Netflix - che aveva caricato sulla propria piattaforma le prime tre stagioni di Boris regalandogli nuova visibilità - e Disney che un po’ a sorpresa distribuirà la quarta. Sperando che quest’ultima lasci la giusta libertà narrativa agli autori di una delle serie più dissacranti e maestose di un panorama italiano non particolarmente eccelso. Il cast rimasto in attesa dal 2010, vede tra i protagonisti Francesco Pannofino nella parte del regista René Ferretti, Caterina Guzzanti nella parte dell’assistente alla regia Arianna Dell'Arti, Carolina Crescentini nella parte di Corinna Negri detta “la cagna maledetta”, Pietro Sermonti nella parte della star Stanis La Rochelle, Alessandro Tiberi nella parte dello stagista Alessandro, Paolo Calabresi nella parte del capo elettricista Augusto Biascica, Antonio Catania nella parte del delegato di rete Diego Lopez e Ninni Bruschetta nella parte del direttore della fotografia Duccio Patanè.

fonte: DDay.it

 



Commenti (1)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: pace830sky pubblicato il 19 Febbraio 2021, 08:40
Ahinoi, c'é già stato un film non certo all' altezza del mito della serie originale...

...all' epoca c'era una satira pesantemente graffiante nei confronti principalmente del sistema-RAI, una satira così libera da adombrare l' esistenza del fantomatico potere occulto sceneggiatura democratica, con implicita frecciata al sistema indipendente per antonomasia, la magistratura. Se vi pare poco...

Oggi gli sceneggiatori sono cresciuti, si sono integrati, il massimo che ci si potrebbe aspettare è qualche piccolo sgarbo politicamente scorretto, in un mondo così succube della ideologia da sforzarsi di rappresentare a tutti i costi coppie multietniche o omosessuali praticamente in tutte le pubblicità, sfiorando il ridicolo della rappresentazione zuccherosa di un mondo che non rappresenta nemmeno più il sogno dei consumatori ma un sogno (rispettabilissimo, per carità!) che a questi deve essere venduto insieme a biscotti e detersivi.