Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter YouTube

CES: Sony BRAVIA XR 2021 4K + 8K

di Emidio Frattaroli, pubblicata il 07 Gennaio 2021, alle 20:41 nel canale 4K

Sony annuncia i primi TV al mondo con intelligenza cognitiva: la gamma BRAVIA XR include i modelli LCD 8K Z9J MASTER, gli LCD 4K X95J e X90J e i modelli OLED A90J MASTER e A80J


- click per ingrandire -

La nuova linea di TV Sony, con tecnologia LCD e OLED, si compone di tre nuove serie con tecnologia LCD e due nuove serie con tecnologia OLED. Per tutte e cinque le nuove serie Sony annuncia un nuovo design esclusivo e soprattutto l'adozione di un DSP (Digital Signal Processor) completamente rinnovato, con potenza di calcolo sensibilmente superiore rispetto a quello utilizzato lo scorso anno e con funzioni di analisi dell'immagine di tipo 'cognitivo', in grado quindi di applicare elaborazioni in maniera differente a seconda delle zone ed elementi dell'immagine statisticamente più osservati dallo spettatore. Nulla di nuovo invece per la retroilluminazione dei modelli con tecnologia LCD, quindi senza miniLED, ergo con un numero di zone di local dimming che sembra non lontano o identico a quello della passata stagione.


- click per ingrandire -

Il nome commerciale del DSP è 'XR', con nome in codice 'Sharaku': da Tōshūsai Sharaku, artista e disegnatore di stampe in Giappone alla fine del 1700, famoso soprattutto per ritratti di attori kabuki con un livello di realismo insolito per le tecniche dell'epoca e con una capacità quasi anacronistica di dare enfasi soltanto ad alcune zone dell'immagine. La nuova modalità di intervendo del nuovo DSP è definita da Sony con 'intelligenza cognitiva', con un livello di analisi dell'immagine ancora più sofisticato e con elaborazione su più livelli (maschera di contrasto, riduzione del rumore, tone mapping ed esaltazione del contrasto, solo per citarne alcune) che vengono applicate in maniera differente sull'immagine, a seconda dei 'punti di interesse', rilevati con studi di tipo cognitivo.


La nuova serie Z9J con tecnologia LCD 8K e diagonale da 85" e 75"
- click per ingrandire -

Con il processore XR c'è anche la funzione 'Ambient Optimization' con sensore che analizza non solo la quantità di luce in ambiente ma anche il 'colore' in modo da adattare il bilanciamento del bianco. Il rischio di snaturare le intenzioni originali di chi ha prodotto i vari contenuti sembra molto basso, almeno a giudicare dalle rassicurazioni di Sony. In ogni modo, tutte le nuove elaborazioni con 'intelligenza cognitiva' del processore XR possono essere completamente escluse selezionando ad esempio la modalità 'custom' (personale) tra le impostazioni predefinite. Al di là dell'enfasi data dai 'signori del marketing' ad alcune funzioni, ci sono in realtà alcune caratteristiche che hanno destato il nostro interesse e che sono a corollario dell'ultilizzo del nuovo processore XR.


La nuova serie A80J con tecnologia AMOLED 4K
- click per ingrandire -

Quella più promettente riguarda la nuova serie A90J con tecnologia AMOLED e sistema 'XR OLED Contrast Pro' che prevede l'adozione di un supporto di alluminio subito dietro il pannello per favorirne la dissipazione termica. In più, grazie al processore XR, alla capacità di calcolo e all'intelligenza cognitiva, sarà possibile controllare - immaginiamo con elementi di previsione statistica - la temperatura delle singole zone del pannello, analizzare le singole zone delle immagini da riprodurre e dare ancora più potenza ai singoli subpixel WRGB (bianco, rosso, verde e blu), per avere ancora più margine e riprodurre una luminanza di picco più alta rispetto ai TV della passata stagione. Sony non ha dichiarato un valore particolare di picco di luminanza e ha detto che dovremo misurlarlo da soli.

 
I nuovi attuatori che trasformano la cornice del TV Z9J in un tweeter;
- click per ingrandire -

Anche la riproduzione audio è stata ulteriormente migliorata. Nei TV con pannello LCD è stata aumentata la superficie dei driver per le basse frequenze con l'adozione di doppi woofer leggermente più piccoli ma a lunga corsa, in luogo dei singoli woofer della passata generazione; è stato ulteriormente migliorato il design degli attuatori che mettono in vibrazione le conrici per l'emissione delle alte frequenze. In più il processore XR consente di sfruttare i nuovi driver non solo per aumentare la pressione sonora ma anche per una ricostruzione spaziale più precisa grazie alla tecnologia 'Sound-from-Picture Reality' che allinea la posizione del suono alle immagini sullo schermo.

 
A destra l'unità subwoofer con doppio driver;
a sinistra, la piastra forata per l'accoppiamento col pannello;

- click per ingrandire -

Nei due TV AMOLED A80J e A90J oltre all'adzione di attuatori più potenti (vi ricordiamo che in questo caso è direttamente il pannello a 'vibrare' e ad emettere il suono), viene inserito una sorta di 'sub-woofer', ovvero un sistema meccanico con camera chiusa per trasferire le onde sonore create da due woofer tradizionali alla porzione centrale del pannello. Oltre al nuovo processore ad intelligenza cognitiva, segnaliamo anche le caratteristiche che saranno comuni a tutte le serie 2021, sia LCD che AMOLED, con la lettera 'J' nel nome:

  • HDMI 2.1: tutti i TV BRAVIA XR sono dotati di compatibilità HDMI 2.1, inclusi 120 fps 4K, Variable Refresh Rate (VRR), Auto Low Latency Mode (ALLMeARC, e supportano risoluzioni più elevate e frame rate ideali per le ultime frontiere del gaming.
  • BRAVIA CORE: In collaborazione con Sony Pictures Entertainment (SPE), BRAVIA CORE è un nuovo servizio di streaming di elevata qualità, con bitrate fino ad 80 Mbps che disponibile da subito su tutti i nuovi modelli BRAVIA XR. Purtroppo la disponibilità per l'Italia deve essere ancora verificata e al momento è in bilico. Gli utenti che potranno accedere al nuovo servizio avranno a disposizione gli ultimi titoli premium e classici di SPE2 e la più ampia collezione IMAX Enhanced. BRAVIA CORE è la prima piattaforma del settore a offrire la tecnologia 'Pure Stream', che consente di godere di una qualità equivalente a quella dei Blu-Ray UHD, con streaming fino a 80 Mbps. Per fare un paragone, il datarate di Netflix alla massima risoluzione e di circa 15 Mbps.
  • Google TV: con questa gamma viene introdotta anche 'Google TV', una esperienza di intrattenimento che riunisce film, programmi, programmi TV e molto altro da app e abbonamenti4 e li organizza solo per te. Puoi trovare facilmente i contenuti da guardare, anche grazie ai consigli personalizzati, e di gestire tutto attraverso un’unica Watchlist, che è possibile modificare anche dallo smartphone o dal PC. 
  • Sound-from-Picture Reality: oltre alla migliore qualità d’immagine della categoria, il Cognitive Processor XR genera un audio spettacolare grazie alla tecnologia Sound-from-Picture Reality, che allinea la posizione del suono alle immagini sullo schermo, per offrire un’esperienza unica e realistica.
  • Calman Ready, IMAX Enhanced e Netflix Calibrated Mode: i nuovi Bravia XR offrono capacità di calibrazione avanzata e la possibilità di regolare con precisione le impostazioni anche in maniera automatica grazie al software Calman, utilizzando una sonda da acquistare a parte; la Netflix Calibrated Mode garantisce una qualità da studio di registrazione per i contenuti Netflix e la certificazione IMAX Enhanced per un ulteriore livello di qualità.

Segue l'elenco delle nuove serie BRAVIA XR con dimensioni e caratteristiche principali

  
La serie LCD Z9J MASTER con supporto a tripla configurazione
- click per ingrandire -

8K LCD Z9J serie MASTER (85” e 75”):
FALD, XR Contrast Booster 15, Acoustic Multi audio, X-Wide Angle, X-Anti Reflection

 

 
La serie AMOLED 4K A90J con supporto a doppia configurazione
- click per ingrandire -

4K AMOLED A90J serie MASTER (83”, 65” e 55”): 
XR OLED Contrast Pro, Acoustic Surface Audio+

 

 
La serie AMOLED 4K A80J con supporto a doppia configurazione
- click per ingrandire -

4K AMOLED A80J (77”, 65” e 55”): 
XR OLED Contrast, Acoustic Surface Audio+

 

  
La serie LCD 4K X95J con supporto a tripla configurazione
- click per ingrandire -

4K LCD X95J (85”, 75” e 65”): 
FALD, 4K 120p, VRR, ALLM, XR Contrast Booster 10, Acoustic Multi audio, X-Wide Angle, X-Anti Reflection

 

 
La serie LCD 4K X90J con supporto a doppia configurazione
- click per ingrandire -

4K LCD X90J (75”, 65”, 55” e 50”): 
FALD, 4K 120p, VRR, ALLM, XR Contrast Booster 5, Acoustic Multi audio

Oltre ai modelli BRAVIA XR, segnaliamo anche la disponibilità di due nuove serie con tecnologia LCD, con tecnologia 4K X-Reality PRO e rimasterizzazione HDR 'object-based', ingressi HDMI 2.1 ed eARC, diffusori 'X-Balanced' per un audio potente e coinvolgente, la tecnologia Ambient Optimization con sensore luminoso per regolare in automatico l’immagine e il suono in base all’ambiente circostante, Google TV, Apple AirPlay 2 e HomeKit, supporto Dolby Vision e Dolby Atmos, Alexa, Google assistant:

 
La serie LCD 4K X85J con supporto a doppia configurazione
- click per ingrandire -

4K LCD X85J, (85”, 75”, 65”, 55”, 50” e 43”):
pannello nativo 100/120Hz, ingressi 4K 120p, VRR, ALLM

 

 
La serie LCD 4K X80J e X81J con supporto a doppia configurazione
- click per ingrandire -

4K LCD X81J (solo 75”): pannello nativo 50/60Hz
4K LCD X80J (65”, 55”, 50” e 43”): pannello nativo 50/60Hz

Per maggiori informazioni: sony.it/electronics/bravia-xr - sony.it/electronics/tv/t/televisori

 



Commenti (4)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Lanfi pubblicato il 08 Gennaio 2021, 12:33
Da quanto mi pare di capire si va a convalidare l'ipotesi di molti addetti al settore (tra cui Vincent Teoh) secondo cui il pannello da 1000 nits di cui lg display si era lasciata sfuggire un'anticipazione molto probabilmente è il pannello che lg aveva costruito su specifiche panasonic (per GZ e HZ 2000) con dissipazione migliorata che adesso sembra possano vendere a tutti.

Un po' me ne dispiaccio, pensavo che fossero riusciti a inventarsi qualcosa a livello di stampa o di composizione degli emettitori per raggiungere questi picchi di luminanza....inoltre da futuro acquirente immagino che, come nel caso di panasonic, i pannelli da 1000 nits siano riservati solo alle serie premium, con relativo costo. Spero proprio di sbagliarmi!
Commento # 2 di: MadWorld pubblicato il 08 Gennaio 2021, 23:25
Mi preoccupa la filosofia che sta dietro il DSP XR, non saranno le stesse argomentazioni che, facendo le debite tare, in campo audio diedero origine gli MP3..? Ovvero, se parte dell'informazione la ritieni secondaria la elimini.
Commento # 3 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 11 Gennaio 2021, 10:46
Originariamente inviato da: Lanfi;5112450
Da quanto mi pare di capire si va a convalidare l'ipotesi di molti addetti al settore (tra cui Vincent Teoh) secondo cui il pannello da 1000 nits di cui lg display si era lasciata sfuggire un'anticipazione molto probabilmente è il pannello che lg aveva costruito su specifiche panasonic ....[CUT]
Anche Skyworth annunciò un TV OLED particolare e con sistema di alimentazione sovradimensionato e picco di luminanza elevato... Questo per dire che non basta solo un pannello che arrivi a 900 NIT o poco più per fare la differenza. Certo: quel margine in più sulla luminanza ha dato a Panasonic un bel vantaggio rispetto a Sony. Ma anche sulle bassissime luci il Panasonic ha una marcia in più rispetto a tutti gli altri TV e su questo il picco di luminanza superiore non c'entra poi molto.

Emidio
Commento # 4 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 11 Gennaio 2021, 10:48
Originariamente inviato da: MadWorld;5112680
Mi preoccupa la filosofia che sta dietro il DSP XR, non saranno le stesse argomentazioni che, facendo le debite tare, in campo audio diedero origine gli MP3..? Ovvero, se parte dell'informazione la ritieni secondaria la elimini.
Secondo me è molto diverso. I segnali video che vengono riprodotti dai TV sono già molto compressi in partenza. L'obiettivo delle varie aziende con questi DSP è cercare di ricostruirne le informazioni perse con la compressione. Quindi - almeno in teoria - lo scopo è cosa buona e giusta. Poi vedremo il risultato. In Sony hanno sottolineato che è possibile spegnere anche l'intelligenza cognitiva.

Emidio