Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

First Look Lumix S5: full frame 4K

Anteprima di Emidio Frattaroli , pubblicato il 02 Settembre 2020 nel canale AVPRO

“La piccola rivoluzione in casa Lumix ha un sensore stabilizzato "dual-ISO" da 24 megapixel con più di 14 stop di gamma dinamica, permette di registrare in macchina file 4K 10bit fino a 60p (in futuro anche in RAW), il tutto a meno di 2.000 Euro...”


- click per ingrandire -

Il primo contatto con la nuova Lumix S5 è avvenuto a Milano lo scorso 26 agosto, la mia primissima trasferta per un evento stampa dopo lo stop forzato tra marzo e maggio. Un evento "in presenza" che arriva dopo una indigestione di webinar ed eventi virtuali - più o meno utili -  che abbiamo seguito negli ultimi quattro mesi e che continueremo ovviamente a seguire. Aggiungo che ero molto scettico sull'importanza di essere presente ad un evento del genere, a quasi 600km di distanza dalla nostra base, anche perché in queste occasioni non è possibile scaricare i file prodotti con la camera per un'analisi appena più accurata.


- click per ingrandire -

Eppure, nonostante le 14 ore di viaggio complessive - tra andata e ritorno, da Teramo alla sede di Panasonic - e il caldo torrido di una Milano quasi deserta, quei 60 minuti scarsi passati all'interno della sede di Panasonic Italia, hanno letteralmente spazzato via tutte le perplessità della vigilia. Da possessore di Lumix GH3, GH4, GH5 e GH5s, ho apprezzato soprattutto la possibilità di comparare fisicamente peso, dimensioni ed ergonomia della nuova S5 in comparativa sia con la S1 che era lì a disposizione che con la mia GH5 che ho portato per la trasferta. Ho potuto ovviamente navigare nel menu (ottimo), verificare alcune impostazioni, oltre che - cosa più importante - peso, dimensioni ed ergonomia del nuovo corpo.


- click per ingrandire -

Benché Panasonic stia lavorando ad una nuova camera "GH" (forse una GH6 a risoluzione 6K?), la nuova Lumix S5 è un prodotto di estremo interesse che tecnicamente entra in diretta concorrenza con GH5 e GH5s perché coniuga le migliori caratteristiche delle due camere in formato MFT (alta risoluzione e sensore stabilizzato della GH5, oltre a dual ISO e ottima sensibilità alle basse luci della GH5s), mettendole in sun solo corpo, con peso e volumi ancora più ridotti, migliorandone alcuni aspetti e proponendo il tutto ad un prezzo addirittura più basso della GH5s.


- click per ingrandire -

La primissima analisi della Lumix S5 parte proprio dal prezzo suggerito al pubblico che sarà di 1.999 Euro IVA inclusa per il solo corpo e 2.299 Euro IVA inclusa per il kit con l'obiettivo 20-60: un prezzo sensibilmente inferiore anche a quello della GH5s, quotata sul sito Panasonic.it a 2.199 Euro IVA inclusa per il solo corpo. Rispetto alle ultime full-frame "video" annunciate, come Sony Alpha 7S Mk III (ben oltre i 4.000 Euro) e Canon R5 (quasi 5.000), il prezzo della Lumix S5 sembra quasi sconcertante. Vediamo insieme le caratteristiche per vedere quali sono quelle più interessanti.


- click per ingrandire -

Il sensore sembra lo stesso usato nella S1, quindi con risoluzione nativa di 24 megapixel (6000x4000 pixel effettivi), da cui eredita anche le prestazioni sulla sensibilità. Il sensore è stabilizzato su 5 assi e l'algoritmo può lavorare in sinergia con gli obiettivi L-Mount stabilizzati, per amplificare la stabilizzazione, resa ancora più interessante dalla riproduzione dei vettori di correzione direttamente nel mirino, in modo da scegliere il momento migliore per lo scatto. Una delle novità più interessanti riguarda l'autofocus, con nuove funzioni di ricognizione che promettono velocità e precisione in ogni occasione. Tratteremo queste importanti caratteristiche, che fanno davvero la differenza nella gestione di una macchina votata per il video, in un secondo momento. 

 
- click per ingrandire -

La nuova Lumix S5 eredita anche buona parte dei contenuti della S1H, all'interno di un corpo decisamente più leggero e compatto. Il sensore "dual-ISO" a gestione automatica (non è possibile scegliere manualmente la modalità), promette alta sensibilità e basso rumore anche ad alti ISO, mentre è possibile registrare in macchina su SD Card a 10 bit per componente, anche a risoluzione 4K 60p, mentre in full HD si arriva fino a 180 fotogrammi per secondo. Secondo Panasonic, la nuova S5 supera i 14 stop di gamma dinamica, grazie anche alla modalità V-Log già inclusa nella camera.

 
- click per ingrandire -

Le modalità di registrazione sono davvero tante, anche in formato HLG ma quelle oltre i 30 fotogrammi al secondo, sono disponibili soltanto in modalità "crop" col sensore utilizzato soltanto alla risoluzione nativa del file che viene registrato, quindi 3840x2160 all'interno dell'area di 6000x4000 pixel. Al di sotto dei 30p, è possibile scegliere se utilizzato tutto il sensore oppure l'area "APS-C". La modalità di registrazione a 10bit per componente è disponibile con compressione component 4:2:2 soltanto fino a 30p, mentre per i video a 50p e 60p la compressione component sale alla modalità 4:2:0 (un quarto della risoluzione per le componenti cromatiche.


- click per ingrandire -

Il data-rate in modalità ".mov" parte dai 100 Mbps per i formati meno impegnativi (es. full HD ad 8 bit per componente in 4:2:0) e arriva fino a 200 Mbps per quelli più pesanti (es. UHD 4K 50p/60p 10bit 4:2:0), per passare da 150Mbps per quelli intermedi (es. UHD 4K 4K 30p 10bit 4:2:2). Entro la fine dell'anno uscirà anche un firmware che permetterà l'acquisizione esterna in formato RAW, probabilmente in collaborazione con Atomos, come è già successo per il modello SH1. La nuova batteria è inevitabilmente più compatta rispetto a quella utilizzata nelle S1 ma è capace comunque di ben 16 watt di potenza. La camera può essere alimentata via USB-C, quindi anche con un power-bank.


- click per ingrandire -

Tra le altre caratteristiche degne di nota, segnalo anche la modalità "6K Photo", presente anche nella GH5, per registrare video a risoluzione 6K ma soltanto ad 8bit e fino a 30fops. Eccellente anche il monitor OLED da 3" ad elevata luminosità da 1,84 megapixel e il mirino, anche questo con tecnologia OLED, quest'ultimo con risoluzione di 2,36 megapixel. Il menu ha tre livelli principali e l'ergonomia sembra eccellente, come la reattività e la semplicità di navigazione. Molto utile la gestione delle LUT che possono essere caricate e associate all'uscita HDMI e/o al display e al mirino. Oltre al "crop" nella registrazione 4K 50p e 60p, segnaliamo anche l'impossibilità di registrare su scheda quando l'uscita HDMI viene impostata a 10bit 4:2:2. 

Nel piccolo ma effervescente mercato delle mirrorless full-frame dedicate alla produzione video, la nuova S5 è un modello che promette tantissimo, ad un prezzo che fino a ieri era inimmaginabile: registrazione in macchina a 10bit in 4:2:2 con gamma dinamica fino ad oltre 14 stop e in futuro anche in RAW, con un registrazione esterno. Le alternative, offrono sicuramente di più, dal 120p 4K e agli altissimi ISO della Sony 7s Mk3, oppure all'8K della Canon R5, oltre che alla qualità della S1H, per rimanere in casa Panasonic, ma a prezzi più che doppi. Servirà però qualche settimana per avere un primo campione funzionante e verificare se quanto promesso dalla nuova Lumix S5 verrà mantenuto.

Per maggiori informazioni:

 

 

 

 



Commenti (2)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: ellebiser pubblicato il 02 Settembre 2020, 17:08
Il prezzo non è popolare ma viste le caratteristiche...
Commento # 2 di: Punisher pubblicato il 16 Settembre 2020, 20:36
da possessore di una G80 debbo dire che Panasonic con la linea Lumix e' veramente al top , unico neo di questa S5 mi sembra il prezzo anche se ha caratteristiche notevoli