Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Stereoscopia con il Benq MP776 3D ready

di Emidio Frattaroli, pubblicata il 22 Settembre 2009, all 09:37 nel canale PROIETTORI

“I tre nuovi videoproiettori DLP a risoluzione XGA di BenQ, già disponibili sul mercato, sono già pronti per la riproduzione stereoscopica, ad un prezzo che ha davvero dell'incredibile”

Milano, 22 Settembre 2009. In occasione del Top Audio Video Show la nostra redazione ha puntato sulla riproduzione 3D, mostrando al nostro stand una comparativa tra le due tecnologie consumer attualmente disponibili sul mercato e che descriveremo nel dettaglio nel nostro report nei prossimi giorni. Uno dei due sistemi era quello con occhiali attivi (LCD-shutter) proposto da nVidia che veniva mostrato con un display Samsung da 22": uno dei pochi monitor ad accettare (e riprodurre correttamente) segnali video a 120Hz, somministrati attraverso un collegamento DVI-D dual link.

Il sistema funziona in realtà anche con la tecnologia al plasma (solo con i monitor che accettano e riproducono correttamente i 120Hz) e con i videoproiettori DLP. Ed è proprio in quest'ultima categoria di prodotti che troviamo le novità più interessanti. BenQ Italy ha recentemente introdotto sul mercato tre videoproiettori DLP a risoluzione XGA, che sono già pronti per il 3D. Il segnale a 120Hz deve essere consegnato dalla scheda grafica al proiettore attraverso un collegamento RGB analogico.

Nella giornata di ieri siamo riusciti finalmente a testare anche il proiettore BenQ MP776 (la versione Short-Trow, con ottica a tiro ultra-corto), verificando il funzionamento con la soluzione nVidia, utilizzando lo stesso PC allestito per Top Audio Video SHow fornito da Packard Bell. Il proiettore ha agganciato correttamente i segnali e l'effetto stereoscopico è stato riprodotto. Rimane solo un piccolo ritardo di sincronia tra gli occhiali e le immagini riprodotte dal proiettore che non inficiano la qualità della riproduzione ma che potrebbe rendere ancora più confortevole la visione.

La buona notizia è che il prezzo di questi nuovi videoproiettori DLP è estremamente contenuto (760 Euro IVA inclusa, per il modello MP760) ed offre due grandi vantaggi: il proiettore è in grado di riprodurre immagini decisamente più grandi rispetto a quelle di un monitor da 22": Inoltre la risoluzione XGA del proiettore è sì più bassa di quella del monitor Samsung (1680x1050) ma proprio per questo motivo permette di "alleggerire" il PC e rende quindi le applicazioni "gaming" più fluide e meno "scattose".

Per maggiori informazioni: www.nvidia.it  -  www.benq.it



Commenti (12)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Antarex pubblicato il 22 Settembre 2009, 10:05
Potevate sbilanciarvi sulle impressioni ricevute dal test di questo proiettore.
Commento # 2 di: gattapuffina pubblicato il 22 Settembre 2009, 11:40
C'è qualcosa che non mi quadra:

Nell'articolo si dice che questi proiettori accettano il segnale a 120 hz dall'ingresso RGB analogico, evidentemente perchè l'HDMI 1.3 non supporta questi segnali.

Unito al fatto che hanno risoluzione XGA (1024x768), quindi 4:3, mi sembra che l'unico 3D che potranno supportare, sarà quello del PC, per i soli videogiochi e programmi di grafica 3D, la vedo dura riprodurre un eventuale film in Bluray (3D, per giunta) senza l'HDMI...
Commento # 3 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 22 Settembre 2009, 11:58
Antarex: per un test esaustivo aspettiamo il proiettore presso il nostro laboratorio, magari con i driver giusti perché il sistema 3D Vision di nVidia funzioni alla perfezione.


x gattapuffina: ovvio che non è un prodotto indicato per l'home theater ma solo per il gaming (per i motivi che ho detto) e per il settore educational. Inoltre il prodotto che abbiamo visto e verificato è con ottica a tiro cortissimo.

Per il settore HT le novità 3D ready sono in arrivo...
Commento # 4 di: gabrielefx pubblicato il 22 Settembre 2009, 14:21
è praticamente identico a questo:

http://www.viewsonic.com/products/p...ors/pjd6211.htm

già provato dal tizio:

http://3dvision-blog.com/page/5/
Commento # 5 di: koshien pubblicato il 22 Settembre 2009, 14:45
Bisognerá vedere se accetta solo segnali 120 Hz a scacchiera o anche quelli normali (migliori), come il monitor Samsung.
Aspetto il test!
Commento # 6 di: Antarex pubblicato il 22 Settembre 2009, 14:50
Grazie per la risposta, aspetto il test.
Commento # 7 di: antani pubblicato il 22 Settembre 2009, 15:01
Io ho l'impressione che ci sia molto hype intorno al 3D perché....non ci sono altre novità da gonfiare.

Saranno passati 10 anni da quando vidi il primo sistema di occhiali in 3D per il gaming, che funzionava praticamente uguale a quello visto allo stand di AVM (occhiali LCD sincronizzati). Mi ricordo che alla demo giocai a Doom e non era per nulla male. Anche i film in 3D sono in giro da una vita, qualcuno si ricorda Lo Squalo 3 in 3D, girato nel 1982, oltre 1/4 di secolo fa?

Ora a distanza di decenni si ripropone quasi la stessa tecnologia. Dite che è tornata per restare? Io ho molti dubbi....
Commento # 8 di: koshien pubblicato il 22 Settembre 2009, 17:51
Originariamente inviato da: antani
Io ho l'impressione che ci sia molto hype intorno al 3D perché....non ci sono altre novità da gonfiare.

Mi ricordo che alla demo giocai a Doom e non era per nulla male. Anche i film in 3D sono in giro da una vita, qualcuno si ricorda Lo Squalo 3 in 3D, girato nel 1982, oltre 1/4 di secolo fa?


E allora di che ci lamentiamo
Lo stereo-3D applicato ai giochi é sicuramente un´ottima evoluzione (se ben implementato, come in Resident Evil 5 o magari con motori grafici stereo-3D nativi...tipo il cry engine 3). Inoltre mi pare che ora abbiano aumentato il refresh degli occhialini (credo che un tempo fosse di soli 80 Hz) e non c´é piú il buon vecchio monitor CRT che faceva arrossare gli occhi.
Per i film, quello che sapevo é che un tempo girare in 3D era molto costoso e i risultati poco soddisfacenti per alcuni limiti dei metodi di ripresa e/o della pellicola. Ora, con il digitale e con le nuove tecniche dovrebbe essere un´altra cosa (attendiamo Gennaio per la posticipata uscita italiana di AVATAR...sigh...ma alcuni dicono che anche G-force non sia niente male come 3D).
Un altro mito da sfatare é che un tempo al cinema si usassero solo occhialini rossi e blu... ho letto da piú parti che si usavano anche occhialini polarizzati passivi (qualcosa di simile ai RealD 3D), ma i limiti erano appunto della pellicola...
Commento # 9 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 22 Settembre 2009, 19:50
Originariamente inviato da: gabrielefx
è praticamente identico a questo...


Certo: così identico che il viewsonic ha un obiettivo zoom 1,2X mentre il BenQ ha una lente a tiro cortissimo senza zoom, che il BenQ ha un ingresso HDMI che non è presente nel Viewsonic, che il BenQ dichiara 3500 ANSI lumen mentre l'altro ne dichiara 2500... E questo senza entrare in profondità...

Originariamente inviato da: gabrielefx
già provato dal tizio...
Sinceramente, nel test che ho in mente di effettuare, su AV Magazine troverai qualche informazione in più... Come l'efficienza luminosa (al netto degli occhiali) e la presenza di errori di sincronia, oltre che informazioni sulla qualità del proiettore (flusso luminoso, colori, gamma, risoluzione etc.).

Emidio
Commento # 10 di: gabrielefx pubblicato il 22 Settembre 2009, 20:20

Ciao Emidio
ooops!...
identico in risoluzione volevo scrivere.

su mtbs.com qualcuno sostiene che i videoproiettori dlp in casa usati con gli occhiali lcd restituiscono un effetto 3d superiore ai film visti in real-D al cinema con occhiali a polarizzazione circolare.

Io uso già da mesi il kit Nvidia con tre occhiali lcd (che il trasmettitore usb pilota benissimo) ma vorrei poter portare dai clienti il proiettore, gli occhiali ed il portatile in quanto per pilotare il Samsung a 120Hz ci vuole una scheda video Nvida con uscita dvi dual link...presente solo in un portatile Dell.

Ho già realizzato diversi stereo-rendering architettonici di interni se ti servono posso inviarteli per il test. Alcuni sono realizzati con camere parallele, altri con camere convergenti.

Gabriele
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »