Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Un cilindro olografico da Sony

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 21 Ottobre 2009, all 09:38 nel canale DISPLAY

“Il colosso nipponico continua nel suo impegno di ricerca sviluppo annunciando un prototipo di display olografico che verrà presentato ufficialmente domani in occasione del Digital Content Expo di Tokyo”

Se ai recenti IFA di Berlino e CEATEC di Tokyo gli sforzi di Sony sono stati principalmente concentrati sul 3D, la casa nipponica si prepara ora a fare il grande passo verso la visione olografica. Si tratta di un "display" inserito in una base cilindrica che consente quindi di girare intorno all'oggetto riprodotto e guardarlo in tutte le sue prospettive. Questo prototipo verrà presentato a partire dal 22 ottobre al DCE (Digital Content Expo) di Tokyo.

Al momento non sono stati rivelati i dettagli tecnici, né le possibili applicazioni di questa tecnologia, anche se voci di corridoio parlano di eventuali implementazioni di 3D gaming con la console PSP o di una sorta di Tamagochi virtuale, ancora in voga proprio nel paese del Sol Levante. Ma si parla unicamente di ipotesi, visto che la commercializzazione non è assolutamente prevista entro tempi brevi.

Fonte: Ubergizmo



Commenti (15)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Andrews pubblicato il 21 Ottobre 2009, 15:18
la tecnologia 2D appare sempre piu' vetusta e superata. Si parla, e non solo, (le sale3D sono già realtà sempre più insistentemente di 3D, riguardo film, sport e giochi. Le tecnologie oggi utilizzate non sono, attualmente, ancora completamente mature,(come logico) ma visto l'interesse del pubblico e, soprattutto delle più grosse Aziende mondiali d' intrattenimento, c'è da aspettarsi nei prossimi anni ulteriori e positivi sviluppi di dette tecnologie. La tecnologia olografica è ancora quasi fantascienza, non credo infatti, che tra 4 o 5 anni andremo dal negoziante sotto casa per acquistare un tv o vpr olografico, però mi pare una conferma del superamento della tecnologia 2D e l'intenzione concreta di passare breve a nuove e più performanti tecnologie . Sono d'accordo con quanti affermano che sarà un mutamento epocale.
Commento # 2 di: Dragonlance pubblicato il 21 Ottobre 2009, 16:00
Secondo me dovrà essere accompagnato anche da una rivoluzione nello storage dei dati. Non credo che su un BRD attuale ci possa stare un holofilm...
In ogni caso gustose novità a breve/medio termine...
Commento # 3 di: lucabellomi pubblicato il 21 Ottobre 2009, 16:40
ma dov'è la novità? quando ero ancora ragazzino, a metà degli anni 70 (se non ricodo male), al SIM (salone internazionale della musica), era presente un grosso cilindro alto circa 1 metro con diametro di 50cm, al cui interno si proiettava un immagine olografica tridimensionale di una persona che si muoveva e ce, girandoci intorno si poteva guardare da tutte le prospettive.
Vogliono spacciare per nuova una tecnologia che ha più di 30 anni?
Commento # 4 di: EdoFede pubblicato il 21 Ottobre 2009, 17:46
Originariamente inviato da: lucabellomi
Vogliono spacciare per nuova una tecnologia che ha più di 30 anni?


Beh, hanno fatto uguale con gli occhialini rosso-blu (anni 50) e con gli occhiali shutter (già presenti nel 2000) per il 3D..
Commento # 5 di: avdarjo pubblicato il 21 Ottobre 2009, 20:46
si vabbè luca mi sembra una osservazione un pò esagerata...30 anni fa a stento c'erano i tubi catodici in commercio.La notizia è importante perchè si parla della possibilità di venderla in un futuro prossimo a livello commerciale. Allora vorrà dire che tra 30 anni quando si potrà comprare un accelleratore di particelle al supermercato telefonerò chi lo ha messo in commercio per dirgli che il Cnr lo sta già utilizzando da due anni.
Non dimenticare che il primo prototipo di tv lcd fu fatto da sharp nel 1980 e vedi un pò quando hanno cominciato con la vendita commerciale su larga scala!

Ergo...ottima notizia il tubo oleografico...complimenti davvero! Ben vengano tali iniziative!!
Commento # 6 di: Alpoint pubblicato il 22 Ottobre 2009, 01:01
...30 anni fa a stento c'erano i tubi catodici in commercio

Mi scusi ma che sta dicendo? nel 1979 non c'erano le televisioni? credo che si sia sbagliato di grosso, in quel periodo già in Italia c'erano le TV a colori e la RAI inizio le sue trasmissioni il 3 Gennaio del 1954... quindi 30anni fa il tubo a colori era una tecnologia BEN consolidata...
Commento # 7 di: stazzatleta pubblicato il 22 Ottobre 2009, 09:41
molto carino, dovremo aspettarci di vedere i nostri film in qualcosa di simile ad una lavabiancheria
Commento # 8 di: EdoFede pubblicato il 22 Ottobre 2009, 09:51
ma l'impianto audio come sarà?
Commento # 9 di: fanoI pubblicato il 22 Ottobre 2009, 16:58
Ohh davvero interessante questo per me è il vero 3D non quello che voglion fare con i TV... se vado dietro vedo le spine... qui vedo il retro!

Manca forse il sotto... interessante per certi usi che posson venire in mente solo a maniaci sessuali, però
Commento # 10 di: arkanoid pubblicato il 22 Ottobre 2009, 19:34
non credo che questa tecnologia possa avere uno sbocco cinematografico, in quanto va bene solo per riprodurre oggetti.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »