Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

OLED TV Bang & Olufsen nel 2017

di Riccardo Riondino, pubblicata il 18 Marzo 2016, alle 12:25 nel canale DISPLAY

“Grazie ad un accordo con LG Electronics, a partire dal prossimo anno la compagnia danese inzierà la commercializzazione di televisori OLED, rilanciando il proprio posizionamento come marchio di lusso nel settore A/V”


- click per ingrandire

Bang & Olufsen ha stabilito una partnership con LG Electronics finalizzata alla produzione di televisori OLED. In questo modo la compagnia danese punta a mantenere la propria posizione di marchio di lusso nel settore A/V, combinando le proprie competenze nel design, nell'acustica e nell'integrazione domotica con la leadership LG nel campo della tecnologia OLED. Il primo TV OLED con il logo Bang & Olufsen dovrebbe essere lanciato nel 2017. La partnership prevede inoltre la collaborazione in altri settori, quali attività di licenza e offerte di prodotti "in bundle".

Sembra quindi che una percentuale dei pannelli OLED LGD verrà utilizzata per la produzione B&O, un accordo che secondo la compagnia danese garantirà un risparmio potenziale annuo di 150-200 milioni di corone danesi una volta a regime, nel corso dei prossimi tre anni (circa 20-27 M €). Alla fine del 2015 Bang & Olufsen ha annunciato di aver iniziato i colloqui per una possibile acquisizione, totale o parziale, del capitale azionario della società, trattativa tuttora in corso.

Per ulteriori informazioni: www.bang-olufsen.com/it

Fonte: Flatpanels HD



Commenti (9)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: f_carone pubblicato il 18 Marzo 2016, 12:58
Non sarebbe una cattiva idea per l'azienda danese coniugare finalmente il design alla qualità, finora B&O non ha fatto, mi aspetto un prezzo superiore al CZ950.
Commento # 2 di: Aenor pubblicato il 18 Marzo 2016, 13:58
..20k per un 65, come vederlo
Commento # 3 di: roberto po pubblicato il 18 Marzo 2016, 16:09
come abbinare all'arredamento un tv , e spendere il doppio di un oled !
Commento # 4 di: petshopboy pubblicato il 18 Marzo 2016, 16:36
Ma se la qualità è davvero così importante, come mai nel 2009 Pioneer e Kuro hanno fatto la fine che tutti sappiamo? Evidentemente certi prodotti hanno mercato, tanto è vero che B&O e Loewe, che credo siano i marchi più importanti di TV premium di design, sono ancora lì belli vivi e vegeti....
Commento # 5 di: Plasm-on pubblicato il 18 Marzo 2016, 17:02
Originariamente inviato da: petshopboy;4549304
Ma se la qualità è davvero così importante, come mai nel 2009 Pioneer e Kuro hanno fatto la fine che tutti sappiamo? Evidentemente certi prodotti hanno mercato, tanto è vero che B&O e Loewe, che credo siano i marchi più importanti di TV premium di design, sono ancora lì belli vivi e vegeti....


La qualità oggi è importante per pochi sui tv che sono prodotti di massa. Il 90% delle persone non riesce a cogliere la differenza tra un tv fedele ed uno da supermercato, anzi forse preferisce quello da supermercato che ha colori sparati ed innaturali ed un contrasto anche esso sparato che brucia totalmente le sfumature.
Detto ciò c'è una seconda considerazione da fare, mentre Pioneer faceva prodotti ottimi ma con un prezzo non comparabile a B&O (ovvero molto più basso) allo stesso tempo produceva i pannelli dei suoi tv ed una produzione in proprio di pannelli presuppone un numero minimo di pezzi al di sotto del quale la produzione diventa passiva a livello economico. B&O e Loewe invece non producono pannelli (e magari forse nemmeno l'elettronica) inoltre hanno prezzi altissimi quindi possono sopravvivere anche vendendo pochi pezzi poiché non hanno produzioni di pannelli da sostenere. E' come la Abarth per le auto, lei le carrozza solo non ha una linea di produzione da zero dell'auto, quindi puo permettersi anche di vendere pochi pezzi fatti su ordinazione comprando l'auto base da terzi, mentre la Fiat non può adottare questa politica, se mette su una linea per produrre un'auto o ne fa centinaia di migliaia di pezzi o ci perde per i prezzi che ha.
Commento # 6 di: petshopboy pubblicato il 18 Marzo 2016, 17:20
Capisco ma non credo che B&O e Loewe possano permettersi di sopravvivere vendendo un numero così limitato di tv, non avranno i costi di produzione e di R&D dei pannelli, ma non credo che glieli regalano. Inoltre dovranno pur dare degli stipendi ai 3500 dipendenti delle due società. Io ho avuto prodotti di entrambi i marchi all'epoca dei CRT, e francamente se ne avrò la possibilità, valuterei un OLED di uno dei due suddetti marchi. Certo bisogna essere consapevoli che prodotti del genere non offrono un rapporto qualità prezzo ottimale. Ma è il prezzo da pagare se si vuole avere un oggetto di design. Dipende da quali sono le esigenze e le necessità delle varie tipologie di clientela.
Commento # 7 di: f_carone pubblicato il 18 Marzo 2016, 17:30
Qualche hanno fà Lewe è stata ad un passo dal fallimento, ottenendo dal governo Tedesco la procedura di protezione dei crediti, che ha permesso a Loewe di stringere una alleanza con la cinese Hisense da cui attinge tecnologia a basso costo in cambio della condivisione propria rete di distribuzione e commercializzazione che permette a Hisense di espandersi in Europa. Inoltre la produzione si stà spostando in Cina con ulteriore cospiquo risparmio sulla manodopera.
Commento # 8 di: Alberto Pilot pubblicato il 18 Marzo 2016, 23:58
Originariamente inviato da: f_carone;4549333
Qualche hanno fà Lewe è stata ad un passo dal fallimento, ottenendo dal governo Tedesco la procedura di protezione dei crediti, che ha permesso a Loewe di stringere una alleanza con la cinese Hisense da cui attinge tecnologia a basso costo in cambio della condivisione propria rete di distribuzione e commercializzazione che permette a Hisense di esp..........[CUT]


Quoto in toto.

In più B&O è fallita è rinata oramai n volte ... Con cambi di strategia commerciale, sedi legali, partnership tecnologiche ed anche di posizionamento .... Non è più quella degli anni '90/2000 e soprattutto non ha più lo stesso appeal neppure tra architetti o nuovi ricchi che si comperano i Samsung (quello che si piega elettricamente diventando curvo o piatto), LG o Panasonic di diagonali mostre ....
Commento # 9 di: NeoSundek pubblicato il 08 Aprile 2016, 15:49
Originariamente inviato da: Alberto Pilot;4549448
Quoto in toto.

In più B&O è fallita è rinata oramai n volte ... Con cambi di strategia commerciale, sedi legali, partnership tecnologiche ed anche di posizionamento .... [CUT]


Tanto per rimanere in argomento... Beijing cultural investment holdings, una società Cinese che investe nell'industria dell'intrattenimento, ha appena acquistato il 18,7% di Bang&Olufsen e con l'intenzione del miliardario cinese Qi Jianhonga di detenere il 100% del pacchetto azionario della società Danese.