Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Display LCD 9,6 pollici 4K e 458ppi

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 26 Ottobre 2012, all 10:31 nel canale DISPLAY

“La nipponica Ortustech ha sviluppato il primo display da tablet con risoluzione 4K (3840 x 2160 punti). Trattasi di un LCD dall'incredibile densità di 458 ppi e i primi sample verranno distribuiti ai partner già dal prossimo mese”

Il Retina Display dell'iPad non vi basta? Ecco che la giapponese Ortustech ha annunciato l'arrivo del primo display LCD da 9,6 pollici con risoluzione 3840 x 2160 punti, equivalente a una densità di pixel di 458 ppi. Il pannello utilizza un substrato TFT HAST (Hyper Amorphous Silicon TFT), è accreditato di un angolo di visione sia verticale che orizzontale di 160° ed è in grado di riprodurre immagini con profondità di colore fino a 10bit

Ortustech punta, per ora, all'integrazione di questo nuovo pannello come monitor per videocamere 4K professionali e applicazioni medicali. I primi sample definitivi saranno già disponibili nel corso del mese di novembre.

Per maggiori informazioni: comunicato stampa (in inglese)

Fonte: Ortustech



Commenti (10)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Koy pubblicato il 26 Ottobre 2012, 14:18
Davvero molto utile un 4K in uno schermo da 9,6 pollici...... chissà quanto tempo e denaro hanno buttato questi per creare4 questo capolavoro..... mahhhhh
Commento # 2 di: Maxt75 pubblicato il 26 Ottobre 2012, 17:43
Originariamente inviato da: Koy;3672443
Davvero molto utile un 4K in uno schermo da 9,6 pollici...... chissà quanto tempo e denaro hanno buttato questi per creare4 questo capolavoro..... mahhhhh


Questi ''esperimenti'' non sono da valutare in ambito consumer ''spicciolo'', ma vanno valutati a 360°. Implicazioni medicali, e strumentazioni professionali. Se hanno investito...sapranno il fatto loro.
Il fatto di essere i primi poi...spesso rende ($$$$) moooolto bene se ci sono dietro aziende interessate.
Commento # 3 di: SydneyBlue120d pubblicato il 26 Ottobre 2012, 17:54
Originariamente inviato da: Koy;3672443
Davvero molto utile un 4K in uno schermo da 9,6 pollici......


Se hai letto bene l'impiego iniziale è quello per telecamere di fascia alta che girano già ad oltre 4K di risoluzione e spesso sono prive di mirino ottico, per cui è necessario avere un display, che ovviamente dev'essere alla risoluzione più alta possibile.
Commento # 4 di: no_smog pubblicato il 27 Ottobre 2012, 00:19
@koy

Innovazione sicuramente più utile [cut]
Commento # 5 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 27 Ottobre 2012, 09:23
no_smog, la prossima volta - se lo ritieni necessario - segnala il commento ai moderatori.

Per quanto riguarda il display con questa straordinaria densità, confermo quanto è stato già detto a proposito del campo di utilizzo di questo monitor, specialmente come field monitor nella produzione Cine/TV a risoluzioni elevate. Con camere a risoluzione elevata (4K e oltre) un monitor del genere è utilissimo sul campo per verificare - ad esempio - la messa a fuoco. Inoltre vorrei anche sottolineare il pieno supporto alla profondità colore a 10 bit.

Volevo anche ricordare che esistono display con densità ancora superiore: pensate ad esempio ad alcuni OLED come quelli usati come mirino nelle fotocamere di ultima generazione di Sony. Per quanto riguarda i TFT, Sharp ha annunciato LCD con densità di 498 PPI per uno schermo da 6,1 pollici con risoluzione di 2560 x 1600 punti.

http://www.avmagazine.it/news/telev...ci-4k_7038.html
Commento # 6 di: g_andrini pubblicato il 27 Ottobre 2012, 12:01
L'occhio umano, sopra i 300 ppi, non può distinguere ulteriori dettagli, a qualunque distanza di visione, soprattutto se sono immagini in movimento. Personalmente, credo che sia solo un esercizio di stile.
Commento # 7 di: Koy pubblicato il 27 Ottobre 2012, 15:02
Originariamente inviato da: g_andrini;3673255
L'occhio umano, sopra i 300 ppi, non può distinguere ulteriori dettagli, a qualunque distanza di visione, soprattutto se sono immagini in movimento. Personalmente, credo che sia solo un esercizio di stile.


Esatto, il mio commento nasce proprio tenendo in considerazione questa logica.
Non mi sembra di avere offeso o disprezzato niente.
Giusto no-smog.....
Commento # 8 di: no_smog pubblicato il 27 Ottobre 2012, 16:05
Giusto se argomenti. Altrimenti sbagliato.h
Commento # 9 di: acris pubblicato il 31 Ottobre 2012, 12:58
quanti ppi hanno le matrici lcd del proiettori consumer? se su panasonic PT-AE8000 scelto a caso che ha 18,7mm cioé 0,74 di diagonale 16/9 siamo a 2977PPI
Commento # 10 di: powertiz pubblicato il 04 Novembre 2012, 15:32
Semplificando molto: l'osservatore umano medio risolve un dettaglio generalmente compreso in un primo di grado, e difficilmente puó scendere sotto i 20 cm di distanza di visione (tra le altre cose dipende dall'etá.
Tradotto in soldoni vuol dire che a 20 cm risolviamo una definizione di dettaglio di circa 0,06 mm, cioè circa 425 ppi.