Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Optoma EP1080: Full HD e 3.600 Lumens

di sabatino pizzano, pubblicata il 18 Dicembre 2008, all 14:56 nel canale HT

“Il produttore taiwanese lancia il nuovo EP1080, videoproiettore DLP con risoluzione 1080p, rapporto di contrasto di 2.200:1, 3.600 Ansi Lumens al prezzo di 3.000 Euro”

E' ufficialmente disponibile anche sul mercato italiano il nuovo EP1080, nuovo videoproiettore con risoluzione Full HD e tecnologia DLP con Dark Chip 3 del produttore taiwanese Optoma. Grazie ai buoni dati di targa che vedono, tra le altre cose, un rapporto di contrasto dichiarato in 2.200:1 e una luminosità che può spingersi fino 3.600 Ansi Lumens, questa nuova macchina si candida quale compagno ideale sia per applicazioni Home Cinema, gaming che professionali.

Fornito il parco connessioni, dove possiamo notare ingressi HDMI, DVI-D, VGA, S-Video e Video Component. La durata della lampada viene stimata con una vita utile compresa tra le 2000 e le 3000 ore, a seconda se la stessa viene utilizzata a pieno regime o in modalità economica. La rumorosità d'esercizio, invece, è stata misurata in 28/30dB. 

L'EP1080 prevede anche un apposito sistema pensato per il risparmio energico che spegne la macchina in caso di assenza prolungata del segnale. Tra le altre peculiarità, infine, segnaliamo la funzione di visione simultanea di due immagini sullo stesso schermo, particolarmente utile per la visualizzazione di statistiche, grafici all'interno di una presentazione, oppure al fine di utilizzare due diverse fonti di informazione. Il prezzo di listino è stato fissato in circa 3.000 Euro.

Fonte: Optoma



Commenti (26)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Girmi pubblicato il 18 Dicembre 2008, 15:14
Segmenti e colori della ruota?

Ciao.
Commento # 2 di: AlbertoPN pubblicato il 18 Dicembre 2008, 15:39
Originariamente inviato da: Girmi
Segmenti e colori della ruota?


Come mi ha risposto un presunto tecnico una volta (si parla di un'altro ambito tecnologico, comunque ) : assaje !!


Battute a parte, visti gli I/O posteriori (ho cercato delle foto in altri siti, ma non ho potuto zoomare molto e non riesco a leggere le serigrafie) mi sembra una macchina con specifiche pro e con ambizioni anche in caso HT.

Anche in base al dato degli ANSI lumen dichiarati, poi, mi sbilancio e dico 4 segmenti RGBW con l'ultimo trasparente (booster).


mandi


Alberto
Commento # 3 di: Picander pubblicato il 18 Dicembre 2008, 15:53
Vi siete dimenticati di dire che può essere proiettato contro un lettino per abbronzarsi

azz... 3600 lumen
Commento # 4 di: Rosario pubblicato il 18 Dicembre 2008, 16:03
Originariamente inviato da: Alberto Pilot
.......mi sbilancio e dico 4 segmenti RGBW con l'ultimo trasparente (booster).



Non potrebbe essere a 5 segmenti ( RGB più giallo e magenta se non sbalgio) secondo quanto richiesto dal BrilliantColor della Texas Instruments ???????
Commento # 5 di: EtaBeta83 pubblicato il 18 Dicembre 2008, 16:14
scusate la mia ignoranza non ho un videoproiettore (mi han sempre fatto pena le immagini di un proiettore) ma perchè i contrasti nn si riesce a spingerli a valori accettabili? 2200:1 non è un pò poco?
Commento # 6 di: Raffaele pubblicato il 18 Dicembre 2008, 16:17
Forse con un wattaggio lampada di 400W potrebbe non avere bisogno del segmento di bianco...
Commento # 7 di: AlbertoPN pubblicato il 18 Dicembre 2008, 16:18
Il Brilliant Color ammette diversi tipi di soluzione per la ruota colore.

Solitamente ci sono tre macro famiglie :

[LIST]
[*]presentazione (alta luminosità
[*]simulazione (applicazioni specifiche)
[*]home theater (grafica e film)
[/LIST]

per ognuna di queste ci sono delle CW e degli algoritmi specifici di BC.
Che si è anche evoluto nei tempi, ovviamente.

Dati i 3600 ANSI ho pensato che fosse più classica una CW con RGB e segmento trasparente. Non ho letto, o mi è sfuggito, la dichiarazione sul fatto che sia implementato il BC in questa macchina. Ad ogni modo, la CW potrebbe essere comunque una RGBW, rientrerebbe nella prima famiglia.

Riguardo alla luminosità, evidentemente è pensato per un uso in condizioni di luce ambiente non controllata, o per un uso HT su grandi superfici. Il problema, ad occhio, è però l'ottica di proiezione : non ho idea di che risultati possa garantire proprio con schermi generosi.


Mandi


Alberto
Commento # 8 di: Sabatino Pizzano pubblicato il 18 Dicembre 2008, 16:19
scusate la mia ignoranza non ho un videoproiettore (mi han sempre fatto pena le immagini di un proiettore) ma perchè i contrasti nn si riesce a spingerli a valori accettabili?

Semplicemente perchè, qualora lo facessero, non potrebbero poi introdurre l'anno successivo un ulteriore modello leggermente migliore del precedente. Si fermerebbe il mercato e con esso i guadagni delle case produttrici. :P :P
Commento # 9 di: AlbertoPN pubblicato il 18 Dicembre 2008, 16:21
Originariamente inviato da: EtaBeta83
2200:1 non è un pò poco?


Dipende dall'applicazione per la quale è stato pensato il proiettore.

Contrasto e luminosità in un certo qual modo vanno a braccetto nelle scelte dei costruttori.

Per applicazioni PRO, dove si renda necessaria un'alta luminisità, non si da particolare peso alla parte a basse luci dell'immagine od al micro contrasto, per cui un valore di 2200:1 (reale) non è atipico.


Mandi


Alberto
Commento # 10 di: AlbertoPN pubblicato il 18 Dicembre 2008, 16:22
Originariamente inviato da: Raffaele
Forse con un wattaggio lampada di 400W potrebbe non avere bisogno del segmento di bianco...


Se avesse una CW a 6 segmenti RGBCMY non ci arriverebbe.
Ne sono quasi sicuro.




E poi, dato che non ho trovato questo dato, ho detto a Carlo (Girmi) che mi sbilanciavo ..... insomma .....




Alberto
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »