Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Onkyo TX-RZ800, TX-RZ900, LS3200

di Riccardo Riondino, pubblicata il 16 Luglio 2015, all 11:49 nel canale HT

“Due nuovi sintoamplificatori di fascia premium da Onkyo, compatibili Dolby Atmos e DTS:X Ready, dotati di componentistica audiophile e DAC 32 bit/384 kHz, streaming hi-res con DLNA e servizi Spotify e Deezer. Presentato anche un sistema di altoparlanti 2.1 alternativo alle soundbar”

La recente fusione delle sezioni A/V Onkyo e Pioneer ha avuto come primo risultato l'introduzione dei sintoamplificatori entry level TX-SR343 e TX-NR545. Il costruttore nipponico presenta ora due nuovi modelli sviluppati congiuntamente, siglati TX-RZ800 e TX-RZ900, che vanno invece ad inserirsi nella fascia premium. I due ricevitori 7.2ch sono ovviamente abilitati alla decodifica del Dolby Atmos, mentre il DTS:X potrebbe essere incluso al momento dell'acquisto oppure aggiunto successivamente con il firmware di aggiornamento.

La potenza dichiarata è di 7x200W/6ohm per il modello TX-RZ900 e di 7x185W nel caso del TX-RZ800. ll design circuitale prevede la separazione tra gli stadi finali e la sezione DSP, oltre all'impiego di componenti custom, quali condensatori specifici per impieghi audio e un trasformatore toroidale avvolto a mano nel modello RZ900, mentre il DAC è per entrambi un Asahi Kasei AK4458 32 bit/384 kHz.

TX-RZ800

I nuovi ricevitori sono certificati THX Select 2 Plus, includono otto ingressi e due uscite HDMI 4K Ready, connettività Wi-Fi, Bluetooth, AirPlay, servizi Spotify Connect e Deezer, streaming DLNA e supporto per formati musicali hi-res, quali FLAC, DSD 5,6 MHz e LPCM. La porta USB sul retro degli apparecchi può essere impiegata per riprodurre file audio da unità storage esterne (FAT16/FAT32) o per l'aggiornamento del firmware. Prevista anche la funzionalità multiroom con uscita di potenza dedicata, mentre i morsetti Height del canale effetti Dolby Atmos possono essere utilizzati in alternativa per il bi-amp dei frontali.

Onkyo ha introdotto anche un sistema di altoparlanti 2.1 alternativo alle soundbar, il modello Envision Cinema LS3200. E' costituito da un amplificatore digitale da 20W, una coppia di speaker dal baffle curvo, con full-range da 6,5cm, e un subwoofer wireless "downfiring" dotato di driver da 16 cm. Il sistema può essere installato a parete, posizionando gli speaker indifferentemente in posizione orizzontale o verticale. L'amplificatore include il decoder Dolby Digital/DTS, con uscita ottica/coassiale, connettività Bluetooth per lo streaming da PC o smart device e un ingresso minijack analogico. Offre inoltre la funzione Voice Mode per migliorare l'intelligibilità dei dialoghi, mentre il telecomando è del tipo ad apprendimento, con codici pre-programmati dei principali marchi TV. 

Il ricevitori TX-RZ800 e TX-RZ900 verranno introdotti in Gran Bretagna a partire da agosto, così come il sistema LS3200, con prezzi di 1050 £ 1350 £ rispettivamente. 

Per ulteriori informazioni: www.it.onkyo.com/en/

Fonte: What Hi-Fi



Commenti (12)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: ULTRAVIOLET80 pubblicato il 16 Luglio 2015, 12:55
Per essere dei prodotti di fascia media (la fascia alta, quella dei vari 55xx, 5xxx, 3xxx e 1xxx non sarà aggiornata quest'anno) sembrano realizzati davvero benissimo. Davvero notevole in particolare l'RZ-900, al cui confronto qualche competitor sembra quasi un giocattolo costruttivamente parlando.
Pare inoltre che sia stata implementata una versione migliorata del sistema proprietario di autocalibrazione che tante critiche aveva sollevato lo scorso anno.
Per ulteriori approfondimenti segnalo quest'articolo su hometheatershack:
http://www.hometheatershack.com/for...-tech-rush.html
Commento # 2 di: Dakhan pubblicato il 16 Luglio 2015, 13:21
Il problema e' che hanno 7 canali amplificati e sono limitati a 7.1 anche con le preout, non possono andare oltre una configurazione o 7.1 o 5.1.2 quindi dal punto di vista dell'Atmos siamo messi male dato che la configurazione minima decente e' la 7.1.2, passando poi alla 5.1.4 e alla 7.1.4
Considerando che a parita' di prezzo Marantz e Denon prevedono 9 canali amplificati e le pre out per il 7.1.4 (oltre ad Audyssey) non sembrano molto interessanti, anche Yamaha e' preferibile, ovviamente poi bisogna vedere come suonano ma sembrano i classici 7.1 con la possibilita' di trasformare i surround back in height... mossa non molto azzeccata a mio parere
Commento # 3 di: ULTRAVIOLET80 pubblicato il 16 Luglio 2015, 14:24
Molto dipenderà da come saranno codificati i futuri dischi con traccia audio object-based. E' chiaro che, se tracce native del tipo 7.1.4 diventassero la norma o quasi (al netto di eventuali problemi di installazione), l'essersi preclusi almeno la possibilità di una espansione mediante pre-out può essere vista come una limitazione. Discorso diverso invece, se la stragrande maggioranza di quelle soluzioni fosse possibile solo per effetto di una rielaborazione matriciale stile prologic.
Commento # 4 di: Dakhan pubblicato il 16 Luglio 2015, 14:31
Quelli usciti finora fanno uso completo delle configurazioni 7.1.4 con tutti i canali discreti, non vedo come potrebbero fare un passo indietro considerando che Denon Marantz e Yamaha (oltre agli Onkyo come il 1030 e il 3030) hanno quella possibilita', le dichiarazioni di Dolby (che ha sempre sostenuto che le colonne sonore dovrebbero adattarsi al numero di canali senza limiti oltre quelli previsti dalla codifica) e le valutazioni degli appassionati oltreoceano che vogliono gia' configurazioni 9.1.4 o 7.1.6.
In ogni caso trovo assurdo non prevedere almeno le PReout, capisco il discorso di limitare i finali a 7 per avere buona qualita' ma togliere la possibilita' di usare un finale esterno, anche considerando il costo di acquisto, non mi sembra sensata.
Commento # 5 di: gengiscanxxx pubblicato il 18 Luglio 2015, 20:37
Ma parliamo tutti di 7.25 o 9. 50. Poi alla fine i blu ragione sono in semplice col g 5.1 se ti va bene 7.1
Quando vedi un età master audio dico.... Cazz ma sarà vero
Commento # 6 di: Cappella pubblicato il 19 Luglio 2015, 09:55
Secondo me, se a uno non frega niente di tutto ciò e continuerà anche in futuro con una configurazione 5.1, come vanno valutate qualitativamente queste nuove macchine rispetto alla concorrenza? Hanno giovato della collaborazione con Pioneer?
Commento # 7 di: Dakhan pubblicato il 19 Luglio 2015, 21:59
Originariamente inviato da: gengiscanxxx;4411797
Ma parliamo tutti di 7.25 o 9. 50. Poi alla fine i blu ragione sono in semplice col g 5.1 se ti va bene 7.1
Quando vedi un età master audio dico.... Cazz ma sarà vero


Il tuo discorso vale se ascolti in italiano, io ascolto in inglese e ho il master audio sempre, il 7.1 spesso e l'Atmos qualche volta
Commento # 8 di: Dakhan pubblicato il 19 Luglio 2015, 22:01
Originariamente inviato da: Cappella;4411845
Secondo me, se a uno non frega niente di tutto ciò e continuerà anche in futuro con una configurazione 5.1, come vanno valutate qualitativamente queste nuove macchine rispetto alla concorrenza? Hanno giovato della collaborazione con Pioneer?


Ancora non si sa, ma se ti interessa solo il 5.1 temo che ci siano modelli vecchi migliori, visto come suona il 5530 (che e' il top di gamma) e vista l'assenza di un EQ degno di tale nome...
Commento # 9 di: ULTRAVIOLET80 pubblicato il 02 Settembre 2015, 11:55
Prime recensioni del nuovo RZ-900.
http://www.areadvd.de/tests/test-on...eiver-tx-rz900/
Per i recensori di areadvd siamo di fronte al nuovo riferimento della categoria nella sua fascia di prezzo, tanto in ht quanto in 2ch.
Commento # 10 di: Dakhan pubblicato il 02 Settembre 2015, 12:03
Bene, quindi se non ti interessa l'Atmos (visto che la configurazione 5.1.2 e' assurda a quel prezzo) potrebbe essere una buona scelta.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »