Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

HDCI 2000 T per RAI HD

di sabatino pizzano, pubblicata il 09 Aprile 2008, all 15:27 nel canale HT

“Humax annuncia l'HDCI 2000 T: un decoder per trasmissioni DVB-T (digitale terrestre) compatibile anche con trasmissioni HD fornito a RAI solo in via sperimentale”

Polemiche a parte, lo scenario che si presenta per gli italiani riguardo i prossimi europei di calcio non è tra i più rosei. Il riferimento, ovviamente, non va alle prestazioni calcistiche della nazionale azzurra, bensì all'annuncio dei giorni scorsi del presidente di RAI di trasmettere l'evento calcistico in alta definizione.

Come abbiamo già avuto modo di riportare, l'alta definizione annunciata dalla TV di Stato non è accessibile a tutti, bensì solo ai "fortunati" abitanti di Milano, Torino, Roma, Sardegna e Valle d'Aosta. Ma vivere in queste zone non garantisce, però, la certezza di ricevere i contenuti HD. Il problema che si presenta a tali cittadini è rappresentato dalla disponibilità di decoder digitali terrestre cosiddetti "HD".

Sebbene all'indomani dell'annuncio di RAI un po' tutti si aspettavano qualche produttore attivarsi al fine di commercializzare entro giugno tali decoder anche sul territorio italiano, una mezza doccia fredda è arrivata in queste ore da Humax, tra i più attivi produttori di decoder, e sempre in prima linea per quanto riguarda l'innovazione delle proprie macchine.

Humax ha infatti annunciato uno dei primi decoder DTT previsti per il mercato italiano, l'HDCI 2000 T, in grado di gestire proprio le trasmissioni HD previste da RAI per i prossimi europei calcistici. Dotato di connettività HDMI con HDCP, Video Component, SCART ed uscite audio digitali, tale decoder è in grado di veicolare segnali 1080i, 720p e 576p.

Il problema di questo decoder è che la sua commercializzazione (la quale tuttora non è nemmeno certa) è prevista non prima del termine degli europei e che tale modello annunciato è solo un modello sperimentale fornito a RAI. La sua effettiva commercializzazione dipenderà dall'operato di altre emittenti italiane, nello specifico se le stesse cominceranno ad investire sul DTT in alta definizione.

Quindi, allo stato attuale delle cose, gli italiani che vorranno godere dell'evento calcistico in alta definizione dovranno munirsi di un display digitale con tuner HD (Sony, Panasonic, Metz, Loewe e B&O), oppure equipaggiarsi di un HTPC con apposito tuner,

Per maggiori informazioni sul decoder: www.humaxdigital.com/hdci-2000t.pdf



Commenti (43)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Poles pubblicato il 09 Aprile 2008, 15:45
Funzionari RAI = peracottai.
Fa anche rima.

Scherzi a parte, la cosa era già stata segnalata dal sottoscritto sul topic degli Europei in HD. Aggiungo che allo stato attuale quel decoder (oltre a essere commercializzato in ritardo sulla data degli Europei) è anche incompatibile con lo standard di trasmissione MHP con cui trasmettono le pay-per-view di Mediaset e La7. Tanto per aggiungere beffa alla beffa e rendere appetibile il loro servizio sperimentale.

E poi sti qua son capaci di andare ai convegni sul digital divide e riempirsi la bocca di promesse e vuoti annunci... Sono loro i primi a praticarlo il digital divide, grazie a queste assurde strategie di diffusione del servizio HD. Ancora complimenti.

Bye, Chris
Commento # 2 di: marcocivox pubblicato il 09 Aprile 2008, 16:01
Se gli europei in HD riusciranno a vederli in 100 sarà già molto!!!
E anche se è pur vero che si tratta di sperimentazione, mi pare una sperimentazione un pò misera...
Commento # 3 di: Dave76 pubblicato il 09 Aprile 2008, 16:18
Vabbè...ormai è come sparare sulla croce rossa...

Link ad immagine (click per visualizzarla)
Commento # 4 di: doja pubblicato il 09 Aprile 2008, 16:23
Scusate, ma per HTPC quali sarebbero i tuner DVB-T conpatibili con l'HD?
Commento # 5 di: mascardes pubblicato il 09 Aprile 2008, 16:27
decoder

riposto qui il messaggio che avevo postato attaccato alla notizia precedente sul tema, mi sembra ancora valido.

se non vado errato anche gli ultimi decoder dreambox e ipbox hanno la possibilità di montare una scheda dvb-t, e sono compatibili h.264.
certo non sono proprio economici, però con un unico attrezzo hai lettore sat, dtt (entrambi anche hd) più hdd opzionale e con connessione hdmi.
Commento # 6 di: sest pubblicato il 09 Aprile 2008, 17:09
che schifo !!

R come RAI.......R come RIDICOLI !!
Commento # 7 di: Trikkeballakke pubblicato il 09 Aprile 2008, 17:10
Ma si.... la solita buffonata all'italiana! Si pubblicizza un evento con nuove tecnologie e poi quelle stesse tecnologie le vedono in 4

Un grande applauso
Commento # 8 di: zLaTaN_85 pubblicato il 09 Aprile 2008, 17:27
il bello è che RAI sperimenta da Italia '90... la prima a sperimentare e l'ultima a mettere in pratica??
Commento # 9 di: gianfra66 pubblicato il 09 Aprile 2008, 17:55
rai di tutto di meno!!

era meglio che i diritti se li prendeva sky
almeno si poteva vedere realmente
l'italia in hd

w la rai!!
Commento # 10 di: Kuarl pubblicato il 09 Aprile 2008, 18:11
ma scusate non ho capito, lo volevate sul satellite? non è che il satellite ce l'hanno tutti, e alla fine avremmo comunque dovuto dotarci di decoder hd e pagare il canone sky. In questo modo invece lo avremo gratis e senza parabola. Che migrare all'hd significa dotarsi di nuove apparecchiature mi sembra fosse chiaro, che il ddt italiano sia una porcata pure. Che vi aspettavate, che vi facessero vedere gli europei in hd col vostro decoder philips che esce solo in scart manco rgb?

qualcosa inizia a muoversi, sicuramente non è per le masse ma è pur sempre un inizio. Come al solito gli italiani sono bravi solo a lamentarsi, essì perché se fosse stato solo sul satellite vi sareste lamentati comunque.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »