Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Tutto Neil Young in streaming gratuito

di Riccardo Riondino, pubblicata il 07 Dicembre 2017, alle 12:39 nel canale SOFTWARE

“Il celebre cantautore/chitarrista canadese mette a disposizione fino al prossimo 30 giugno l'intera produzione discografica, fruibile con qualità CD e in alcuni casi in formato hi-res 24 bit/192 kHz”


- click per ingrandire -

Fino al 30 giugno 2018, l'intera discografia di Neil Young può essere ascoltata gratis registrandosi presso il sito www.neilyoungarchives.com. L'aspetto ancora più interessante è che alcuni album, tra i quali l'esordio del 1963 di The Squires e il 39° disco da studio The Visitor di quest'anno, sono disponibili in formato 24 bit/192 kHz. Il capolavoro Harvest e altri lavori famosi come Freedom, Ragged Glory e Weld possono essere invece ascoltati in streaming con qualità CD 16 bit/44,1kHz. L'offerta include inoltre dieci album inediti.


- click per ingrandire -

Il celebre cantautore/chitarrista canadese è da sempre uno dei massimi sostenitori dell'audio ad alta risoluzione, al punto da lanciare alcuni anni fa un proprio lettore portatile. Anche a causa del prezzo elevato, gli investimenti sul PonoPlayer e il servizio di download PonoMusic non hanno avuto i risultati sperati, portando alla chiusura del progetto. Il servizio Xstream è invece frutto della collaborazione di NYA (Neil Young Academy) con il partner OraStream.

L'interfaccia grafica del sito mostra informazioni sui brani riprodotti, mentre un VuMeter simulato indica il bit-rate in tempo reale. Un selettore permette di commutarsi in modalità "Masters" (equivalente alle registrazioni originali in studio o dal vivo) o con qualità "simil-Spotify" 320 kbps se la banda a disposizione fosse insufficiente. Secondo un post dello stesso Neil Young, un file MP3 avrà un flusso dati compreso tra 60 e 320 kbps, che sale a 700 kbps per la qualità CD e tra 2500 e 6000 kbps nel caso di file 24 bit/192 kHz.

L'abbonamento richiesto dal 1 luglio 2018 dovrebbe essere offerto a prezzi contenuti. Il catalogo Xstream potrebbe espandersi in futuro, ma deve scontrarsi con i costi più alti richiesti dalle case discografiche per i formati di qualità superiore al comune MP3.

Fonte: What Hi-Fi



Commenti