Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Blu-ray sorpasserà il DVD nel 2013

di sabatino pizzano, pubblicata il 11 Marzo 2008, all 09:29 nel canale SOFTWARE

“Tra le analisi di mercato sulle previsioni delle vendite di software, Adams Media Research prevede il sorpasso del Blu-ray Disc sul DVD Video nel 2013”


Foto © DVD Replication

Il sorpasso tra Blu-ray Disc e DVD prima o poi ci sarà. È sul "prima o poi" su cui c'è ancora molta discussione. Se durante il 2006 i principali sponsor del formato "Blu" indicavano nel 2012 la data del sorpasso, da una ricerca condotta da Adams Media Research la data viene spostata leggermente più lontano, al netto della dipartita del formato concorrente HD DVD.

Adams Media Research ha previsto che, in termini di fatturato dell'intero mercato degli Stati Uniti, solo nel 2012 ci sarà il pareggio tra DVD e Blu-ray. A partire  dal 2013 i titoli venduti su Blu-ray Disc supereranno i titoli venduti su DVD. Nel 2016, invece, saranno stati venduti circa 90 milioni di lettori Blu-ray complessivi, per un totale di 900 milioni di titoli in alta definizione.

La causa principale di questo andamento va ricercata, secondo gli analisti, nei prezzi che tenderanno ad essere alti per tutto questo lasso di tempo. Prezzi alti a causa sia degli alti costi di produzione (telecine, post-produzione e authoring) e replicazione, sia per la scarsa capacità produttiva dei replicatori BD, non in grado di soddisfare la crescente domanda, sia per l'obbligo di inserimento della protezione AACS (tanto inutile quanto costosa).

Secondo alcuni analisti, l'adeguamento delle linee di replicazione alle richieste di mercato richiederà un investimento di oltre 250 milioni di dollari. Secondo Jim Bottoms di "Understanding and Solutions" si renderanno necessarie circa 80 nuove linee di produzione per venire incontro alla crescente domanda solo per il mercato statunitense.

Dello stesso avviso Michael Mitchell di Sony DADC che ha confermato che quello della capacità produttiva potrebbe rappresentare effettivamente un problema. Aggiungiamo che si tratta di costi (authoring, AACS e replicazione) che nel caso del formato HD DVD sarebbero stati estremamente più contenuti, quando addirittura non obbligatori (AACS).

Fonte: AV Zombie



Commenti (52)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Maximum07 pubblicato il 11 Marzo 2008, 10:04
Beh se Mitchell stesso dice che i costi saranno un problema allora avevano ragione i sostenitori dell'ha-dvd (come me)
Hanno imposto con la forza il loro formato, ora si arrangino.
Commento # 2 di: Trailbreaker pubblicato il 11 Marzo 2008, 10:13
Secondo me fra un paio d'anni, nel parlare di questi problemi, ci scherzeremo pure su... i problemi sono stati fatti per essere risolti.
E comunque vorrei far notare a chi pensa che il BD non avrà futuro, che ad un anno e più dall'uscita del DVD... non ci scappò la corsa all'Oro. Il DVD ha iniziato ad essere veramente abbordabile a tutti quando i lettori arrivarono alle soglie dei 100-150 euro.
Commento # 3 di: TheRaptus pubblicato il 11 Marzo 2008, 10:14
Non mi è chiaro: su BLU è obbligatorio l'AACS? Non possono (volendo) evitarlo?
Per il resto mi sembra un po lacrime da coccodrillo: Adesso si sono imposti come speravano. Più vendono meglio è poi ... c'è troppa richiesta per starci dietro???
Commento # 4 di: Trikkeballakke pubblicato il 11 Marzo 2008, 10:18
Sono solo chiacchiere e distintivo .... se vogliono vendere devono essere concorrenziali per forza e in tempi brevi sennò rischiano di rimanere di nicchia mondiale per un bel pò....
Commento # 5 di: Dave76 pubblicato il 11 Marzo 2008, 10:38
Originariamente inviato da: TheRaptus
Non mi è chiaro: su BLU è obbligatorio l'AACS?....


Mi pare di si...da specifiche (al contrario dell' HD-DVD dove era facoltativo) mi risulta che sia obbligatorio....
Commento # 6 di: Gian Luca Di Felice pubblicato il 11 Marzo 2008, 10:50
Confermo: l'utilizzo dell'AACS è mandatario (quindi obbligatorio) nei Blu-ray...ed è pure un salasso!!! (inutile, aggiungo io!!)

Gianluca
Commento # 7 di: Omziater pubblicato il 11 Marzo 2008, 10:51
A pensare male si fa peccato ma... non potrebbe essere che stiano mettendo le mani avanti dicendo che non riescono a soddisfare la richiesta per non dover operare un abbassamento dei prezzi delle copie blu?
Ora la concorrenza non c'è più...
Commento # 8 di: sevenday pubblicato il 11 Marzo 2008, 10:51
Nel 2016 avremo ancora un disco di questa grandezza in casa almeno fino al 2020??? Bella mi' evoluzione del cavolo... Mah, vedremo...
Commento # 9 di: naponappy pubblicato il 11 Marzo 2008, 11:06
Il prezzo si abbasserà con calma, ma è fisiologico che si abbassi. Il problema è che ci sarà veramente lo strapotere delle major che hanno accordi di preferenza con Sony che controlla la quasi totalità delle catene produttive. Le piccole sono tagliate fuori: prima stampiamo quante copie vogliamo della stupefacente commedia con adam sandler... poi magari vediamo se c'è posto per Visconti...
Commento # 10 di: calogy pubblicato il 11 Marzo 2008, 11:45
Direi che eà una stima piuttosto ottimistisca
ma capibile se vediamo da chi e' fatta
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »