Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Fincher: “Il mio Capitano Nemo in 3D”

di Francesco Balzano, pubblicata il 05 Gennaio 2011, all 09:34 nel canale CINEMA

“Il regista di The Social Network annuncia che 20.000 leghe sotto i mari verrà girato in tre dimensioni”

Prima dell’uscita di Avatar, i registi si erano divisi in due fazioni: pro e contro il 3-D. Alcuni vedevano questa nuova tecnologia come un aiuto per raccontare le loro storie in maniera più efficace da un punto di vista visivo, altri come una distrazione, una moda o un trucchetto da quattro soldi. Anche David Fincher sembra aver deciso da che parte stare. Intervistato dal sito Collider, il regista di The Social Network ha rivelato che 20.000 leghe sotto i mari verrà girato in tre dimensioni.

Dunque anche lui si appresta ad entrare nel meraviglioso mondo della stereoscopia che non sempre è stata garanzia di qualità. Negli ultimi anni infatti l’abuso di questa tecnica ha portato sui nostri schermi delle autentiche offese alla settima arte (vedi l’ultimo Step Up). Speriamo di non subire una cocente delusione…



Commenti (2)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: robweb pubblicato il 05 Gennaio 2011, 13:09
credo che film come step-up siano comunque offese alla settima arte a prescindere da quante dimensioni usino.
Commento # 2 di: SydneyBlue120d pubblicato il 05 Gennaio 2011, 13:28
Però Step up ha riscosso un inaspettato successo

Comunque mi incuriosisce molto Fincher che gira in 3D un film come questo che si presta molto