Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Sony "Optical Disc Archive" fino a 1,5TB

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 20 Aprile 2012, alle 10:49 nel canale AVPRO

“La multinazionale nipponica ha presentato al NAB di Las Vegas un nuovo supporto ottico a "cartuccia" dedicato al mondo professionale che consente di archiviare fino a 1,5TB di dati. Il nuovo supporto è stato presentato congiuntamente a un lettore/masterizzatore dedicato”

Sony ha svelato a sorpresa al NAB 2012 di Las Vegas il suo nuovo supporto ottico "Optical Disc Archive" dedicato all'utenza professionale e broadcaster e disponibile in vari tagli che partono da 300GB fino a ben 1,5TB. Si tratta di un supporto di archiviazione riscrivibile che viene presentato completo di "cartuccia" protettiva. Sony dichiara che il supporto è poco costoso (non sappiamo però ancora il prezzo) e in grado di assicurare l'archiviazione senza rischio di perdita di contenuti per tantissimi anni (senza specificare quanti).

Congiuntamente è stato presentato anche il lettore / masterizzatore ODS-D55U dedicato ai nuovi supporti e completo di interfaccia di collegamento USB 3.0. Per assicurare la diffusione del supporto, Sony ha creato il "Optical Disc Archive Advisory Group" che ha già trovato l'adesione di BSkyB, CNS News, China Central Television, Fuji Televison Network, Time Warner, nonché il supporto tecnologico di TDK che produrrà e renderà disponibili anch'essa i nuovi supporti "Optical Disc Archive". Il debutto sul mercato del nuovo supporto e relativo masterizzatore è previsto entro la fine dell'anno. La notizia ci sembra quanto mai interessante anche in ottica 4K: ricordiamo, infatti, che il Blu-ray fece anch'esso il suo debutto come supporto "professionale" con tanto di formato a cartuccia...

Per maggiori informazioni: comunicato stampa (in inglese)

Fonte: Sony Corporation



Commenti (14)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 11 di: grezzo72 pubblicato il 23 Aprile 2012, 12:42
Originariamente inviato da: jpjcssource;3504891
.....Comunque non volevo dire che fosse economico passare dalla situazione attuale al 4K, ma semplicemente che non cambianto formato lo era più che adottarne uno nuovo....

Su questo ti quoto, anche se significherà cmq cambiare sicuramente lettore BR.

Sarò visionario, ma a me piacerebbe che si sviluppasse invece il mercato (ovviamente legale!) del liquido: film e muisca.

Sarebbe sufficiente un media server/player che legge tutti i formati e che sia aggiornabile o eventualmente upgradabile con un semplice cambio di scheda, come potrebbe avvenire in un PC.

purtroppo, però, la vedo dura poichè le major non mi sembra lo vogliano per paura della diffusione illegale!
Non mi sembra però che con i supporti fisici si sia limitata l'illegalità!
Commento # 12 di: jpjcssource pubblicato il 23 Aprile 2012, 14:01
Oltre all'ossessione per la pirateria le major devono fare i conti con un'infrastruttura di rete ancora inadeguata per una diffusione dei contenuti, soprattutto se di alta qualità e quindi con di dimensioni ragguardevoli.

Inoltre devono fare i conti con i propri rivenditori che hanno paura di essere tagliati fuori e sono pronti a fare azioni di disturbo se non addirittura pesanti rappresaglie (vedi MW e PSPGO) appena una major tenta di distribuire i suoi prodotti direttamente al cliente in forma liquida.

Il risultato di tutto questo è la presenza di miriadi di portali per la distribuzione di contenuti digitali online con materiale a basso bitrate per risparmiare sull'infrastruttura di rete ed a prezzi elevati per non infastidire che li vende su supporto fisico.
Commento # 13 di: IukiDukemSsj360 pubblicato il 25 Aprile 2012, 18:33
Credo che il cambiare lettore sia il minore dei problemi da qui ai prossimi 2 0 3 anni, sarebbe meglio puntare ad un nuovo formato molto, ma molto più capiente di quello attuale, con 120GB, sopratutto in 4K 3D, non cin fai un mazza, scordatevi i 10-bit, per non palrale se poi il frame-rate passera in 3D dagli attuali 24 ai 48fps dello Hobbit, o i 60fps di Avatar 2, con 120GB, non ci entrerebbe neppure 1/4 di film

Con 1,5T di spazio, il bluray sarebbe solo un incidente di percorso, blamdo compromesso, dove non cè nemmeno l
o sufficente per includere le principali lingue audio in HD, basta con i compeomessi, vogliamo un farmato dove è possibile avere tutto, 4K, frame-rate superiori, 48, 60fps, sia in 3D che ovviamente in 2D, a piena risoluzione nativa progressiva 4K, colori a 10-bit nativi 4/2/2 e tutte le lingue in HD loossless 24-bit, io francamente sono stufo delle limitazioni del formato bluray, che non può neppure contenere/supportare video a 1080p 60fps, con la 1080p, in ambito video solo se a 24fps, questo orami e un limite troppo restrittivo, soprattutto al di fuori dell'ambito cineatografico tradizionale, pensiamo a concerti, documaentari, etc, che potrebbero essere girati a 1080p o a 4K a 60fps progressivi, ed un formato vecchio comeil bluray, che permette a 50/60z solo video in 1080i... ridicolo.
Commento # 14 di: jpjcssource pubblicato il 25 Aprile 2012, 21:08
1,5 TB a disco mi sembrano esagerati, porterebbero costi superiori non necessari, il BD supporta ben di più dei 5 layer per arrivare a 128 GB (che sicuramente diventano stretti con questa corsa al 4k ed al 3D contemporaneamente), vi sono prototipi da anni da oltre 300 GB...
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »