Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Sony D-Cinema 4K al Cinecittà di Norimberga

di Riccardo Riondino, pubblicata il 27 Giugno 2016, alle 11:51 nel canale 4K

“Uno dei multiplex tedeschi indipendenti di maggior successo, ha conquistato il premio ICTA (International Cinema Technology Association) 2016 per una installazione che combina quattro proiettori D-Cinema Sony 4K, raggiungendo una luminosità di 60000 lumen con rapporto di contrasto pari a 8000:1 su uno schermo da 30 metri di larghezza”


- click per ingrandire -

Una nuova soluzione per schermi di grandi dimensioni, basata sulla tecnologia Sony Digital Cinema 4K, ha permesso al Cinecittà Multiplexkino di Norimberga di conquistare un primato nel settore. Gli specialisti di dcinex/Ymagis Group hanno installato il primo doppio sistema di proiezione 4K SRX-R515DS, combinando quattro proiettori SRX-R515 per offrire la straordinaria luminosità di 60.000 lumen.

La soluzione installata permette di raggiungere un livello di oltre 8,0 ft-L (circa 27,4 cd/m2), proiettando in 3D sullo schermo da 30 metri di larghezza del Cinemagnum di Cinecittà. Completa il sistema della sala da 520 posti l'impianto audio Dolby Atmos, mentre per la riproduzione in 3D il Cinecittà mette a disposizione degli spettatori gli occhiali polarizzati.

"Non abbiamo mai avuto paura a spingerci oltre i limiti, soprattutto se potevamo proporre agli spettatori qualcosa che non avevano mai visto prima", afferma Wolfram Weber, CEO del Cinecittà. "Naturalmente, abbiamo valutato anche altre opzioni per l'enorme schermo Cinemagnum. Tuttavia, al momento la proiezione laser non trova un riscontro a livello commerciale poichè la tecnologia si evolve molto rapidamente e i costi di investimento sono piuttosto elevati. Possediamo già sette doppi sistemi 4K di Sony dal contrasto ultra elevato. Quando Sony ci ha proposto di adottare una soluzione del tutto nuova, non ci siamo lasciati sfuggire l'occasione" .

La soluzione offre un rapporto di contrasto pari a 8.000:1 e può essere facilmente configurata per presentazioni 2D o 3D. Il sistema multi-lampada HPM a basso consumo riduce gli interventi di manutenzione rispetto alle meno longeve sorgenti luminose allo xeno, abbassando drasticamente i costi di esercizio rispetto agli altri sistemi PLF disponibili in commercio.

Il funzionamento è basato sullo stesso sistema di allineamento automatico offerto dal sistema di proiezione doppia SRX-R515DS di Sony. L'esclusivo sistema di proiezione è stato fornito a Cinecittà dagli specialisti europei di tecnologia cinematografica di CinemaNext, mentre i tecnici di Sony arrivati direttamente dal Giappone hanno provveduto al supporto tecnico sul posto.

"È un sogno che si avvera", afferma Benjamin Dauhrer, Chief Technical Officer del Cinecittà Multiplexkino di Norimberga. "Abbiamo finalmente raggiunto il nostro obiettivo: portare la migliore qualità dell'immagine 4K sullo schermo più grande, per offrire un'esperienza davvero sconvolgente. Oltre alle immagini splendide, un altro punto di forza di questa soluzione è rappresentato dai costi notevolmente ridotti rispetto ad altre soluzioni per il grande schermo".


- click per ingrandire -

Nel 2015 Cinecittà ha installato il primo sistema di proiezione doppio 4K SRX-R515DS in Germania, continuando successivamente con altri sistemi doppi 4K su 7 dei suoi 22 schermi.

"L'esperienza PLF del grande schermo è un motore estremamente importante nel mercato di oggi in rapida evoluzione", precisa David McIntosh, Vice presidente di Sony Digital Cinema 4K Solutions per l'Europa e le Americhe. "Sempre più clienti ci pongono la stessa domanda: 'Come posso portare le migliori immagini 4K sugli schermi più grandi, con una tecnologia sicura e a costi contenuti?' La soluzione 4K quadrupla risponde a queste esigenze e rappresenta una sfida tecnologica straordinaria. Con Sony la migliore qualità non conosce dimensioni!"

Grazie alla soluzione Sony Digital Cinema 4K, il Cinecittà di Norimberga ha ricevuto il premio ICTA (International Cinema Technology Association) 2016 come "Nuovo schermo dell'anno".

Fonte: TEXT 100



Commenti (2)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: g_andrini pubblicato il 27 Giugno 2016, 16:39
Utilizzare ben quattro proiettori in contemporanea è veramente una bella sfida, con una luminosità totale da far invidia al laser.
Però, scusate il mio punto di vista, lo vedo più un sistema futuro, con la necessità di avere proiettori a bassa luminosità che proiettano su schermi di 10-12 metri di base, come i 'fantomatici' futuri RED, con la possibilità non secondaria di proiettare a 8K.
Commento # 2 di: pclarici pubblicato il 30 Giugno 2016, 13:06
Crimson, ossia il proiettore laser RED, è morto e sepolto.

È un esperimento interessante soprattutto come banco di prova per il sistema automatico di allineamento delle macchine, quello che colpisce semmai è la scelta di impiegare 4 teste da 15K lumen al posto di un DLP laser 6P singolo (60K lumen) o addirittura doppio (120K).

La giustificazione ovviamente sta nel rapporto privilegiato tra Cinecittà e Sony, ma con gli attuali costi astronomici dei laser high-end, paradossalmente potrebbe anche rivelarsi una soluzione più conveniente. Va anche aggiunto che finché i DLP custom Dolby Vision non saranno liberamente disponibili sul mercato (se succederà mai) le macchine Sony HPM hanno un rapporto di contrasto superiore anche ai migliori laser.