Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

L'angolo di visione dei display LCD

di Emidio Frattaroli , pubblicato il 16 Maggio 2006 nel canale DISPLAY

“Alle tante misure per l'analisi della qualità dei vari display e videoproiettori analizzati in questi ultimi mesi, AV Magazine aggiunge oggi una nuova metodologia che affornta il tema dell'angolo di visione: un parametro molto importante per misurare la qualità dei display con tecnologia a cristalli liquidi”

Introduzione

Nella continua ricerca di modalità di analisi della qualità dei display, più volte nel recente passato ho tentato di affrontare la questione dell'angolo di visione, anche per sottolineare l'eccessivo ottimismo di alcuni dati dichiarati dai produttori di TV e display con tecnologia LCD. Soprattutto a causa della mancanza di strumentazione adeguata, ho potuto approfondire l'argomento solo negli ultimi mesi.

L'angolo di visione medio dichiarato dai vari produttori di monitor e display LCD si aggira attorno ai 160°, sia in senso orizzontale che verticale ma in alcuni casi arriva anche a sfiorare i 180°. Evitando di affrontate il discorso sull'opportunità di osservare la superficie di un display ad angoli così elevati, che ci porterebbe più nel campo della psicologia clinica, è interessante osservare che accanto a tali valori di angoli di visione vengono pubblicati raramente i parametri entro i quali tale angolo viene determinato.

Una delle pochissime aziende che ha deciso di pubblicare anche i parametri di riferimento è BenQ che ha fornito, molto coraggiosamente, alcuni dei display con tecnologia LCD che sono stati analizzati per portare a termine questo studio. Ad esempio, tra le caratteristiche tecniche del display FP71GX reperibili a questo indirizzo, si legge che l'angolo di visione di 160° è all'interno di un rapporto di contrasto superiore a 5:1.

Il rapporto di contrasto dichiarato da BenQ dello stesso display è pari a 500:1. Questo significa che guardando il display da un lato con angolo di 80°, il rapporto di contrasto scende fino a 5:1. Il valore misurato in condizioni di default è leggermente inferiore (circa 350:1) ma comunque piuttosto elevato e la misura effettuata ad un angolo di 80° non è molto lontana da quanto dichiarato da BenQ. Ma ha veramente senso parlare di "visibilità" con rapporti di contrasto così bassi?

Prima di rispondere a questa domanda, come direbbe il buon Lucarelli, mettiamo da parte per un momento il rapporto di contrasto e vediamo cosa ci dice la teoria sul comportamento dei display.