Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

TV Color Thomson 29DM182T

di Emidio Frattaroli , pubblicato il 28 Settembre 2009 nel canale DISPLAY

“Non si tratta di retro-review e neanche di una nuova linea editoriale "vintage". La decisione di recensire quello che con tutta probabilità è uno degli ultimi TV Color a tubo catodico "entry-level" ad essere stato prodotto, ha uno scopo ben preciso, tutto da scoprire”

Visione e conclusioni

In questo piccolo viaggio nel tempo, ho riscoperto alcuni "piaceri" che avevo quasi dimenticato, dalla regolazione della "G2" alla montagna di polvere che mi ha investito dopo aver rimosso il coperchio del televisore. L'altra parte del "trip", ancora più spaventosa, è stato il rivedere le distorsioni geometriche, la povertà del dettaglio e tutti gli altri limiti del caro, buon, vecchio tubo catodico. Con queste premesse non possiamo negare che di passi in avanti ne siano stati fatti parecchi.

Sul livello del nero di questo vecchio Thomson ho già parlato, come anche sul numero delle sfumature (virtualmente infinite) o dei colori (molto buoni). C'è un altro vantaggio della tecnologia CRT e di questo TV Color Thomson che ho volutamente tralasciato: l'assenza di qualsiasi tipo di motion blur (alias "effetto mosso"), tipico di molti display digitali. In questo senso la visione di un DVD (magari collegato in RGB) attraverso il Thomson è caratterizzata da una incisività che non indietreggia neanche con immagini in rapido movimento.

Purtroppo di tratta dell'ultima consolazione. Poiché al netto del tremendo overscan, della bassa definizione, la presenza di leggere macchie, la scarsa uniformità, la deriva del bilanciamento del bianco sulle basse luci e la tendenza ad affogare un po' di particolari sulle basse luci, il Thomson tornerà subito in soffitta e con tanta fatica visto l'enorme peso e la difficoltà di trasporto.

 

La pagella secondo Emidio Frattaroli: voto finale 48/100

Costruzione 6
Versatilità 3
Menu e taratura 5
Prestazioni video 5
Prestazioni audio 4
Rapporto Q/P 6

 



Commenti (45)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: francomelli pubblicato il 28 Settembre 2009, 20:00
grandissima rece. è la mia stessa tv. mitico!
Commento # 2 di: Picander pubblicato il 28 Settembre 2009, 20:23
le macchie con ogni probabilità sono dovute ai magneti dei diffusori. non è colpa del crt
Commento # 3 di: Picander pubblicato il 28 Settembre 2009, 20:24
le macchie con ogni probabilità sono dovute ai magneti dei diffusori. non è colpa del crt
Commento # 4 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 28 Settembre 2009, 21:06
Originariamente inviato da: Picander
le macchie con ogni probabilità sono dovute ai magneti dei diffusori...
All'inizio (appena acquistato) pensavo anch'io ad un problema magnetico ma l'ho subito scartato: ad un esame più attento appare evidente come sia colpa della scarsa qualità del tubo (è colpa dello strato dei fosfori che non è molto uniforme). D'altra parte, si tratta di un difetto che nell'uso comune non è poi così evidente. E poi se consideriamo il prezzo...
Commento # 5 di: Antarex pubblicato il 28 Settembre 2009, 21:11
Ottima recensione.
Commento # 6 di: Alessandro Pecorelli pubblicato il 28 Settembre 2009, 21:36
grande emidio!
finalmente un po di luce, e neanche poca se ho capito bene, su questa retrotecnologia, che, se messa nelle condizioni ottimali di lavoro può dare ancora discrete soddisfazioni in relazione al prezzo, la schiena ringrazia!
Commento # 7 di: Picander pubblicato il 28 Settembre 2009, 21:51
mi godrei volentieri anche qualche misura degli ultimi sony crt
Commento # 8 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 28 Settembre 2009, 22:15
I Sony? Ad averceli!

Quel maledetto di Edoardo ha venduto il suo ultimo Trinitron (di quelli bellibellibelli made in Japan... AARRRGGHH!!!) qualche mese fa per una manciata di Euro. E pensare che era lo stesso modello che utilizzammo (anni e anni or sono) per le prime prove alla cieca sulle sorgenti video (laserdisc vs DVD e compagnia).

Il mio Sinudyne (28, 16:9, rigorosamente 50/60Hz) ha tirato le cuoia l'anno scorso e non conosco nessuno con un buon TV da misurare che valga davvero la pena. Magari c'è qualcuno in zona che offre di più? Sarebbe davvero interessante verificare - strumenti alla mano - cosa potevano fare i modelli top con tecnologia CRT di qualche anno fa...

d'altra parte l'obiettivo della recensione è stato raggiunto lo stesso. Almeno spero

Emidio
Commento # 9 di: MAURO80 pubblicato il 28 Settembre 2009, 22:40
Ma quanti CRT vi servono?Se volete, ne ho una 50ina in magazzino non funzionanti da smaltire

Mio padre li ripara (ha un laboratorio) da 45 anni e me ne passano sotto mano parecchi tutti i giorni.
Ogni tanto mi diverto anch'io a vederne-misurarne qualcuno ma la pigrizia... dovrei incollarmeli per due rampe di scale.
In compenso, ogni tanto, mi ripasso un pò di picture quality quanto vado a casa di mio padre o mio fratello (32FX65 e 32PW9309 )

@Emidio
L'angolo di visione e la naturalezza delle immagini (forse i plasma ci sono arrivati) ce le siamo scordate come punti ancora a favore dei crt?

E questa cosina qui?
PHILIPS 25PT4457 MAKING THE SUNSHINE...
[IMG]http://img70.imageshack.us/img70/2126/spettro60irecalibrato.jpg[/IMG][IMG]http://img70.imageshack.us/img70/spettro60irecalibrato.jpg/1/w320.png[/IMG]
Commento # 10 di: kenson pubblicato il 28 Settembre 2009, 23:50
Bell'articolo!

Mauro, il mitico 32FX65 l'ho venduto anch'io per pochi euro ...ma solo perchè 60cm di profondità x 60 kg non sapevo veramente più dove metterli...
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »