Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Cinderella man

di Alessio Tambone , pubblicato il 17 Marzo 2006 nel canale Blu-ray e Software

“L'accoppiata da Oscar Ron Howard / Russell Crowe arriva in DVD con Cinderella man, storia reale del pugile Jim Braddock e delle terribili difficoltà della Grande Depressione americana. Un buon film, non c'è dubbio, arrivato però in un'edizione home video che non ci ha convinto fino in fondo.”

Introduzione

L'Ottobre 1929 e i difficili anni che ne seguirono segnarono per l'economia americana - e conseguentemente per quella mondiale - uno dei periodi più difficili dello scorso secolo. Il grande crollo della borsa di Wall Street a New York interessò tutto il Paese e diede il via a quella che venne denominata la Grande Depressione. Dati statistici affidabili affermano che in quel periodo il 25% della popolazione americana restò disoccupato per diversi anni, con un spaventoso incremento di due milioni di unità in soli sei mesi.


James J. Braddock, interpretato nel film da Russell Crowe

Come capita spesso, in situazioni di difficoltà il popolo è sempre alla ricerca di icone ed esempi da seguire, di personaggi ai quali affidare i propri sogni e le proprie speranze. Per una parte della popolazione americana uno di questi esempi fu James J. Braddock (vero nome James Walter Braddock) pugile americano di origini irlandesi nato il 7 Giugno 1905 a New York City. Avviato ad una buona carriera nella categoria dei pesi massimi, Braddock fu costretto al ritiro in seguito ad una serie di sconfitte, dovute probabilmente agli infortuni riportati durante i primi combattimenti.

La grave crisi economica degli anni Trenta colpì anche il pugile e la sua famiglia, ridotta al lastrico e costretta a vendere tutto. La situazione si fece così disperata che Braddock fu costretto, suo malgrado, a richiedere l'aiuto dei sussidi statali messi a disposizione dal governo. Ma la possibilità di un incontro di prova riportò il pugile sul ring e i guantoni, messi in moto dalla forza della disperazione, portarono Braddock allo storico incontro contro il campione dei pesi massimi Max Baer.


L'inizio della carriera di Braddock, con autografi e fan al termine del match

E' questa la storia che Ron Howard ha deciso di raccontare nel suo ritorno sul grande schermo. Il regista americano, vincitore dell'Oscar con A beautiful mind, ha affidato la parte del protagonista all'attore Russell Crowe, con il quale aveva già lavorato sul set del film ispirato alla vita di John Nash. Il film è stato candidato a tre premi Oscar nelle categorie Miglior attore non protagonista (Paul Giammatti), Miglior montaggio (Daniel P. Hanley e Mike Hill) e Miglior trucco. Non è riuscito tuttavia a portare a casa nessuna statuetta.