Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

American Beauty

di CineMan , pubblicato il 20 Luglio 2012 nel canale Blu-ray e Software

“Il feroce ritratto di borghesia americana di fine millennio è finalmente in alta definizione. Un film dietto da Sam Mendes vincitore di ben cinque premi Oscar nel 2000”

La vita del quarantenne Lester Burnham (K. Spacey) sembra essere al capolinea. Detestato dalla moglie Carolyn (A. Bening), agente immobiliare e arrivista senza scrupoli, disprezzato dalla figlia Jane (T. Birch) che a sedici anni sente di non poter competere con il fisico e l'apparente sicurezza della migliore amica Angela (M. Suvari) che la ricambia usandola per stare meglio con se stessa. Gettato alle ortiche un lavoro inutile, Lester riprende in mano la sua vita, si concentra sulla forma fisica, flirta con Angela, si libera dal giogo in cui la moglie l'ha inchiodato per anni e per la prima volta dopo tanto tempo si sente di nuovo libero.

Mentre Carolyn esorcizza le tante frustrazioni portandosi a letto un importante concorrente in affari, Jane si innamora di Ricky (W. Bentley), coetaneo e nuovo vicino di casa, sensibile e intelligente. Tra fughe dalla realtà e vite confuse e spaesate c'è anche il padre di Ricky, autoritario colonnello dei Marines (C. Cooper) che cela la latente omosessualità sotto una maschera omofobica, marito di una donna che affoga nella depressione, nemesi di Lester proprio quando quest'ultimo realizzerà di essere in pace col mondo.

Sam Mendes esordì su grande schermo nel 1999 con questo capolavoro, ritratto al vetriolo della middle class americana più grottesca, idiosincratica, narcisista, infarcita di spietati scalatori sociali, fedifraghi, depressi, infelici, ipocriti che dietro un'imperfetta maschera celano l'odio per quegli stessi valori-vessillo della società puritana in cui vivono. Con uno straordinario Kevin Spacey, sul set lasciano un segno indelebile anche Wes Bentley e Chris Cooper. La sceneggiatura seppe mettere insieme dialoghi memorabili, dove in alcuni casi il doppiaggio italiano supera l'originale.

Qualità video

BD-50, codifica video AVC/MPEG-4. Formato cinematografico originale 2.35:1. La visione rispecchia con notevole fedeltà quella nella sala cinematografica, con solidità d'insieme unitamente a un leggero velo di grana da additarsi con molta probabilità all'originale cinematografia e pellicola. Tale grana tende a limitare solo in parte il senso di profondità di campo nei passaggi meno luminosi. In alcuni momenti si desidera maggiore contrasto, come durante la visione in cui Lester è in adorazione della giovane Angela, 'sdraiata' sul soffitto su di un letto di petali di rosa.

Palette cromatica intensa in cui ritroviamo il notevole lavoro del cinematographer Conrad L. Hall, grande artigiano della luce che curò opere come “Jennifer 8 - Gli occhi del delitto” ed “Era mio padre – Road To Perdition”, quest'ultimo sempre del grande Sam Mendes. Saltuariamente si ravvisano minime spuntinature, già a partire dal logo animato Dreamworks, e lievissime instabilità della pellicola, più evidenti nei campi lunghi. Il quadro rimane nel complesso decisamente positivo mentre ricordiamo che tutte le sequenze riprese dalla handycam di Ricky sono effettivamente state girate in SD, immaginiamo NTSC 480i, presentano pesante grana e aliasing ma ciò non può venire considerato un limite qualitativo.

Qualità audio

L'ascolto è il medesimo del precedente DVD, con la solita traccia Dolby Digital 5.1 canali (640 kbps), blandamente dinamica, con dialoghi presenti ma relativamente corposi, un ascolto che palesa qualche eccesso in gamma medio alta. Migliora decisamente con la traccia DTS-HD Master Audio 5.1 canali che restituisce una scena sonora più ampia con maggior contributo anche da parte dei diffusori posteriori, subwoofer con relativa presenza.

Contenuti extra

Non sono bastati 5 Oscar vinti dal film di Sam Mendes per offrire degli extra. Nella passata edizione DVD erano presenti uno sguardo alla lavorazione, commento audio del regista assieme allo sceneggiatore Alan Ball e la presentazione dello storyboard con Sam Mendes e il direttore della fotografia Conrad L. Hall. Supplementi che si ritrovano puntualmente nelle edizioni blu-ray americane.

La pagella secondo CineMan

Film 9
Authoring 7
Video 8
Audio ITA 7
Audio V.O. 8
Extra -

Articoli correlati

Home Video HD: Luglio

Home Video HD: Luglio

Panoramica sulle uscite home video in alta definizione per il mese di Luglio. Pubblichiamo il calendario delle uscite Blu-ray evidenziando i prodotti meritevoli di attenzione sul piano tecnico o artistico, con un breve sguardo al mercato estero con audio italiano. Buona collezione a tutti
Home Video HD: Giugno

Home Video HD: Giugno

Panoramica sulle uscite home video in alta definizione per il mese di Giugno. Pubblichiamo il calendario delle uscite Blu-ray evidenziando i prodotti meritevoli di attenzione sul piano tecnico o artistico, con un breve sguardo al mercato estero con audio italiano. Buona collezione a tutti



Commenti