Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Tutti al Cinema: Febbraio 2010

di Alessio Tambone , pubblicato il 30 Gennaio 2010 nel canale CINEMA

“Suggerimenti e calendario completo per le uscite nei cinema italiani nel mese di Febbraio. Una rubrica di AV Magazine per essere sempre aggiornati su quello che succede all'interno dei cinema italiani, con info sul film e trailer. A voi la scelta!”

Londra e URSS contro il cinema francese

La Jane Campion di Lezioni di piano torna alla Londra di un tempo con Bright Star, film scritto e diretto dalla stessa regista neozelandese e distribuito in Italia a partire dal 5 Febbraio grazie al lavoro di 01 Distribution. Protagonisti sono i giovani John Keats (Ben Whishaw, Profumo - Storia di un assassino) e Fanny Brawne (Abbie Cornish, Elizabeth: the Golden Age), colpevoli di un amore intenso e segreto raccontato con una fitta corrispondenza. Il film è stato presentato in concorso nella scorsa edizione del Festival di Cannes.

Lasciamo la Londra puritana e spostiamoci nell'Unione Sovietica degli anni Settanta. Il concerto, distribuito da BIM a partire dal 5 Febbraio, è un film intenso ma grottesco, che unisce l'impossibilità di musicisti ebrei di suonare nel Teatro Bolshoi di Mosca all'ingegno e alla voglia di rivincita del maetsro d'orchestra, che si vendica anni dopo sostituendo i suoi vecchi musicisti con l'ufficiale orchestra richiesta per un concerto a Parigi. A dirigere il film Radu Mihaileanu, già regista e autore dell'intenso Train de vie - Un treno per vivere. Il ruolo di protagonista è affidato invece all'esordiente Aleksei Guskov.

Segnaliamo infine un film francese molto interessante e divertente, almeno sulla carta. Si intitola Il mi$$ionario ed è distribuito da Eagle Pictures a partire dal 19 Febbraio. La commedia prodotta da Luc Besson narra la storia di Mario, giovane appena uscito dal carcere dopo 9 anni di reclusione che decide di nascondersi e fare calmare le acque prima di regolare i conti con la mala. Si rivolge a suo fratello Patrick, sacerdote di un piccolo paese, che a sua volta lo indirizza verso Padre Etienne. Giunto sul posto Mario si rende conto che Padre Etienne è morto mentre gli abitanti del villaggio lo scambiano come suo sostituto.