Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter YouTube

Xiaomi Laser Cinema 2 4K il secondo con Dolby Vision

di Riccardo Riondino, pubblicata il 08 Novembre 2021, alle 10:55 nel canale PROIETTORI

Xiaomi lancia il secondo proiettore compatibile Dolby Vision, dotato di ottica a tiro ultra corto, sorgente laser ALPD RB+ da 2400 lumen, tecnologia MEMC e piattaforma MIUI


- click per ingrandire -

Xiaomi ha lanciato il Laser Cinema 2, il secondo proiettore al mondo compatibile Dolby Vision. Si tratta di un modello 4K a tiro ultra corto, presumibilmente con matrice DLP vobulata. L'ottica è in grado di proiettare un'immagine da 100" da una distanza di soli 20 cm. Le dimensioni minime/massime variano da 40 a 200 pollici, anche se il costruttore consiglia di restare nella gamma 80-150 pollici. La sorgente laser ALPD RB+ garantisce una luminosità di picco di 2400 ANSI lumen. Il rapporto di contrasto è pari a 3000:1 e la rumorosità inferiore ai 30dB. L'ampiezza del gamut raggiunge il 119% del range Rec. 709, mentre il sistema MEMC (Motion Estimation Motion Compensation) gestisce le immagini in movimento (60Hz).


- click per ingrandire -

La piattaforma proprietaria MIUI gira su un processore quad-core MediaTek MT9669 da 1,9 GHz. È abbinato a 3 GB of RAM, mentre la memoria di archiviazione è da 32 GB. Non manca il set di microfoni far-field per i comandi vocali, mentre per l'audio c'è un sistema Dolby Digital / DTS con speaker da 2x15W. La connettività prevede tre ingressi HDMI 2.0b, porte RJ-45 / USB 2.0 (2x), uscite S/PDIF e cuffia.

Lo Xiaomi Laser Cinema 2 è disponibile in Cina a un prezzo equivalente a circa €2.027 (tasse escluse) mentre l'esportazione in altre regioni resta da confermare. Approfittiamo per ricordare che il primo proiettore con Dolby Vision, un modello prodotto da ChangHong che non ha avuto molta fortuna, con tecnologia DLP XPR, sistema d'illuminamento laser-fosfori e ottica UST: il 'Dolby Vision', presente nelle prime versioni del firmware è stato poi eliminato. Le speculazioni parlano di una implementazione non ottimale che non è riuscita a superare le severe valutazioni di Dolby.  Speriamo che il modello di Xiaomi abbia più fortuna anche se il rapporto di contrasto nativo di prodotti del genere lascia spazio quasi solo ai miracoli.

Fonte: PRAD



Commenti (1)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: bradipolpo pubblicato il 08 Novembre 2021, 11:50
Ma perché sui vpr sono così restii ad abilitare il supporto a HDR a metadati dinamici? Per una mera questione di costi (pagamento di diritti & co.) o ci sono limitazioni tecniche?