Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter YouTube

Gli smart TV hanno la migliore qualità in streaming

di Riccardo Riondino, pubblicata il 23 Dicembre 2021, alle 15:54 nel canale DISPLAY

Con una media generale in aumento del 10% su base annua, gli smart TV hanno registrato nello scorso trimestre i pi¨ alti valori di bit-rate in assoluto, mentre i PC occupano l'ultima posizione


- click per ingrandire -

L'ultimo rapporto Conviva evidenzia notevoli differenze qualitative nello streaming VOD a seconda del dispositivo usato per la visione. Conviva è la piattaforma di misurazione continua per i media in streaming, che ogni anno registra i dati di oltre 180 miliardi di flussi dati. Nel terzo trimestre 2021, il bit-rate medio, considerando tutte le regioni e dispositivi, è stato di 6,97 Mbps, un aumento del 10% su base annua. Al primo posto gli smart TV con una media di 8,80 Mbps, mentre le console gaming hanno avuto il maggior incremento percentuale con il 16%, ma con un bit-rate di 7,89 Mbps. I dispositivi più penalizzati sono invece i computer, il cui aumento è stato solo del 3% e hanno avuto la peggior qualità in assoluto di ogni dispositivo con 2,95 Mbps.


- click per ingrandire -

La causa è la relativa facilità di effettuare con un PC una copia 1:1 dei contenuti, agevolata anche dall'assenza delle ultime protezioni anti-copia in molti computer / web browser. Questa è la ragione principale per cui servizi come Netflix e Disney+ limitano generalmente lo streaming verso i PC alla qualità 720p o 1080p a basso bit-rate. Va inoltre tenuto presente che i lettori multimediali su cui gira la versione mobile di Android (di solito di produzione cinese) di regola vengono rilevati dai servizi VOD come smartphone o tablet, ricevendo di conseguenza un segnale di bassa qualità. Quelli invece basati su Android TV / Google TV, come Nvidia Shield TV o Chromecast, vengono identificati come "televisori".

- click per ingrandire -

Conviva ha constatato che "i dispositivi TV" (smart TV, lettori multimediali e console da gioco) detengono una quota del 73% del tempo di visione globale, seguiti a pari merito da PC e telefoni cellulari con l'11%. La considerazione finale (abbastanza scontata in realtà) è che il coinvolgimento degli spettatori è strettamente legato alla qualità delle immagini, visto che a registrare un tempo di visione mediamente superiore ai 20 minuti sono gli streaming con bit-rate superiore a 3,5 Mbps.

Fonte: Flatpanels HD



Commenti (4)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: pace830sky pubblicato il 23 Dicembre 2021, 16:30
E' tautologico, i Tv sono quasi tutti in 4K mentre tra i PC i rapporto tra 4K e full HD si inverte.

E poi guardare lo streaming sul PC è un po' da sfigati...
Commento # 2 di: ovimax pubblicato il 23 Dicembre 2021, 17:26
bhà.... considerazioni da BAR dei vecchietti che giocano a tressette... semplicemente vedere VOD sul PC è la cosa più scomoda del mondo.
Commento # 3 di: bradipolpo pubblicato il 23 Dicembre 2021, 17:40
E lo SkyQ come viene rilevato? Perché non si può certo dire che il bitrate di Netrlix e Prime Video sia così elevato: ho provato a vedere il primo episodio de La ruota del tempo e la risoluzionae ballava da 360p a 1080p senza alcun motivo, con il bitrate che si adeguava di conseguenza e no, la mia connessione ha banda per 112MBps, quinid più che sufficiente...
Commento # 4 di: pace830sky pubblicato il 23 Dicembre 2021, 20:15
Originariamente inviato da: bradipolpo;5182350
E lo SkyQ come viene rilevato?...


Giusto, lo stesso vale per la Shield tutti gli altri box collegati al TV.

Originariamente inviato da: bradipolpo;5182350
...la risoluzione ballava da 360p a 1080p senza alcun motivo, ...


A me capita raramente e solo per pochi secondi, massimo una decina... sia che dipenda dal provider di rete che da quello di streaming difficile contestarglielo (almeno finche sono dieci secondi!)