Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Raverscreen HT, Touchless Screen

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 02 Aprile 2009, all 14:59 nel canale PROIETTORI

“Raverscreen presenta la nuova superficie vetrata HT che integra una tecnologia in grado di rendere lo schermo Touchless e quindi in grado di "controllare" i contenuti proiettati con il semplice gesto le mani in stile "Minority Report"”

Nel film "Minority Report" Steven Spielberg ha utilizzato un sistema all'avanguardia tramite cui era possibile sostituire il mouse con le mani per la gestione del computer. Oggi questa fantasia è diventata realtà con HT, un sistema ottico in grado di estrapolare le coordinate della mano nuda rispetto alla superficie a cui viene applicato. HT, infatti, è un nuovissimo dispositivo che trasforma lo speciale schermo vetrato Ravescreen in un innovativo Touchless screen indipendentemente dalla dimensione e dall’ubicazione dello stesso. A differenza di altri dispositivi, può funzionare con superfici di dimensioni molto diverse, e può arrivare a rendere tattili aree di oltre 4 metri quadrati. E’ ad esempio possibile trasformare una semplice vetrina in un gigantesco monitor su cui l'utente può navigare all’interno dell’offerta commerciale del negozio.

HT è un sistema Touchless, questo significa che non è necessario toccare la superficie tattile ma basta muovere la mano nel vuoto vicino alla superficie stessa rendendo l’esperienza dell’utente unica ed emozionante. Rispetto a sistemi in qualche modo similari che vanno incollati alla vetrina o alla superficie da rendere tattile, HT non presenta problemi di installazione. Al contrario questi sistemi nel caso non vengano installati in modo perfetto presentano bolle d’aria tra la superficie ed il sistema stesso, rendendolo di fatto inutilizzabile.  Un altro grande vantaggio di HT è che può essere installato e disinstallato infinite volte posizionandolo di volta in volta dove serve; non avendo niente di incollato è sempre riutilizzabile, gli altri sistemi invece, una volta collocati, non possono più essere rimossi se non per essere cestinati. Inoltre HT può funzionare con vetri di qualsiasi spessore, anche quelli blindati di vetrine e banche senza perdere alcuna funzionalità. Gli altri sistemi, al contrario, normalmente non funzionano con vetri isolanti con intercapedine (normalmente detti vetrocamera) e vetri antisfondamento e antiproiettile.

Il sistema funziona come un mouse convenzionale, con alcune utilità supplementari (si può, ad esempio, visualizzare una tastiera virtuale per scrivere direttamente sullo schermo): in questo modo qualsiasi vetrina può diventare una superficie attiva con cui comunicare e soprattutto interagire con i passanti a qualsiasi ora del giorno e della notte.  Il sistema HT, applicato a Ravescreen, funziona mediante un sofisticato processo di analisi delle immagini basato su un sistema di illuminazione a bassa frequenza. E’ un piccolo dispositivo hardware che, collocato nella parte superiore della superficie, converte questa in un touchscreen o addirittura in un touchless screen. Le sue dimensioni sono molto ridotte e, in caso di installazione su vetrine, può essere posto molto al di sopra della immagine proiettata. La visione risulta eccellente quando i contenuti vengono retro proiettati sullo speciale schermo vetrato Ravescreen, che permette di creare immagini apparentemente sospese, intense e luminose. Il sistema HT può creare superfici tattili fino a 100 pollici; il dispositivo può esser posto fino a diversi metri sopra/sotto allo schermo di proiezione. Oltre all’impiego ottimale di HT abbinato Ravescreen, non ci sono limitazioni per quanto riguarda la superficie che vogliamo rendere touch screen, passando da schermi per videoproiezioni olografici o normali, a schermi LCD o al plasma o a scritte pubblicitarie e vetrine. 

HT trasforma una normale vetrina in una superficie interattiva, le immagini vengono proiettate sul vetro dall'interno del negozio tramite un videoproiettore oppure un monitor Lcd o Plasma, mentre dall'esterno, semplicemente toccando o sfiorando la vetrina, si interagisce con l'applicazione creata per mostrare i prodotti o i servizi dell'azienda. E' possibile distribuire contenuti digitali e interagire con cellulari e smartphone all'esterno della vetrina grazie all'integrazione con un dispositivo Bluetooth (opzionale). Inoltre HT può essere corredato di diffusori acustici che trasformano il vetro della vetrina in una cassa acustica per cui è possibile completare l'interazione con l'utente attraverso il sonoro. Il sistema Touchless HT è disponibile in tagli da 50, 73 e 100 pollici.

Per maggiori informazioni: www.ravenscreen.it

Fonte: Communication Products



Commenti