Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Philips: divisione TV passa a TPV Technology

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 03 Novembre 2011, all 09:30 nel canale DISPLAY

“Qualche mese fa l'accordo con i cinesi di TPV Technology, per la vendita della divisione TV del gruppo olandese, sembrava cosa fatta, poi erano subentrate delle difficoltà e sembrava essersi arenato. Secondo Reuters l'accordo è stato finalmente siglato”

Secondo quanto riportato dall'agenzia Reuters, Philips ha firmato l'accordo per il trasferimento della propria divisione TV ai cinesi di TPV Technology. L'accordo prevede la creazione di una nuova società detenuta al 70% da TPV Technology e al 30% da Philips stessa. L'obiettivo di Philips è di rinunciare a una divisione del gruppo che rappresenta attualmente il 10% del suo volume di affari, ma che ha portato negli ultimi 4 anni circa 1 miliardo di Euro di perdite.

TPV Technology (o meglio la nuova società in co-partecipazione) potrà continuare a utilizzare il marchio Philips per i televisori e riconoscerà delle royalties alla multinazionale olandese per ogni TV venduto.

Fonte: Reuters



Commenti (4)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: g_andrini pubblicato il 04 Novembre 2011, 02:59
[editato]
Commento # 2 di: noc77 pubblicato il 04 Novembre 2011, 11:15
Dispiace anche a me Ma non e' detto che come nel caso del passaggio della divisione pc di ibm a lenovo la qualita' non resti alta, visto che il 30% e' di philips probabilmente useranno i suoi brevetti che in molti apprezziamo, in primis ambilight
Commento # 3 di: dino2008 pubblicato il 04 Novembre 2011, 11:40
da piangere, nessuno dice che la crisi mondiale ha solo un nome: CINA
Loro incrementano il lavoro, noi incrementiamo la disoccupazione
Commento # 4 di: picmec pubblicato il 09 Novembre 2011, 21:11
quote>>> da piangere, nessuno dice che la crisi mondiale ha solo un nome: CINA
Loro incrementano il lavoro, noi incrementiamo la disoccupazione

purtroppo mi sa che hai ragione prima i cinesi poi verranno gli indiani e noi mi sà che finiamo male