Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Dal Canada una svolta per gli OLED?

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 02 Novembre 2011, all 10:17 nel canale DISPLAY

“I ricercatori dell'Università di Toronto annunciano aver sviluppato un pannello OLED con strato in plastica estremamente efficiente. Gli OLED diventano così molto più economici da produrre, resistenti, efficienti e flessibili”

L'idea di utilizzare pannelli flessibili non è solo molto affascinante dal punto di vista estetico ma, a regime, garantisce anche significativi risparmi sui costi di produzione. Fino ad oggi si è privilegiato l'uso di strati in vetro per assicurare un elevato indice di rifrazione e quindi una maggiore efficienza dei pannelli. Ma ora i ricercatori dell'Università di Toronto annunciano lo sviluppo di un pannello OLED "su plastica" con un'efficienza pari ai migliori OLED "su vetro".

I ricercatori hanno usato uno strato di ossido di tantalio dello spessore compreso tra i 50 e 100 nanometri, in modo da creare una pellicola ottica da sovrapporre allo strato in plastica degli OLED. Questo garantisce un elevato indice di rifrazione, aprendo la strada a schermi OLED efficienti, flessibili, resistenti agli urti e dai costi produttivi molto più ridotti rispetto alle soluzioni attuali. Al momento si tratta solo di prototipi e i ricercatori non si sono sbilanciati nel prevedere i tempi di una reale applicazione commerciale.

Di seguito un'intervista rilasciata da uno dei ricercatori dell'Università di Toronto (in inglese):



Commenti