Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Canon cancella i SED

di sabatino pizzano, pubblicata il 25 Maggio 2010, all 15:10 nel canale DISPLAY

“La tribolata storia dei display con tecnologia SED è giunta al capolinea, con Canon che ha annunciato la volontà di non proseguirne lo sviluppo per costi di produzione troppo elevati”

È giunta l'ora di dire definitivamente addio alle speranze di vedere sul mercato i display con tecnologia SED, accreditata come la diretta "discendente" del tubo catodico. Dopo diversi anni passati nel limbo, tra l'immediata commercializzazione e la cancellazione definitiva, Canon ha infatti annunciato al magazine Nikkei l'intenzione di non voler proseguire lo sviluppo dei display SED.

Dopo i famosi problemi legati ai brevetti, che di fatto hanno estromesso l'altra giapponese Toshiba dal progetto, la strada verso l'introduzione sul mercato dei primi schermi SED si è fatta sempre più in salita: i continui rinvii sulla tabella di marcia ne hanno di fatto rallentato lo sviluppo, impedendone fino ad oggi lo sfruttamento delle economie di scala, da sempre fondamentali per la diffusione di una nuova tecnologia. Alla luce di ciò, fa sapere Canon, non è più possibile sviluppare questi nuovi display con costi consoni ad una proficua penetrazione sul mercato. Da qui la decisione di abbandonare del tutto il progetto.

Fonte: Electronista



Commenti (16)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: stazzatleta pubblicato il 25 Maggio 2010, 15:31
quanto si è mai discusso su questa tribolata tecnologia!

sembrava dovesse essere la panacea per tutte le visioni: qualità CRT in spessori da LCD.

speriamo che l'OLED o quanto verrà portato su larga scala sia altrettanto valido sostituto
Commento # 2 di: Rosario pubblicato il 25 Maggio 2010, 15:33
E se invece fosse passato tutto nelle mani di Toshiba?!?!??!
Commento # 3 di: Sabatino Pizzano pubblicato il 25 Maggio 2010, 15:37
Non è possibile. Uno dei problemi legati al brevetto riguardavano proprio la presenza di Toshiba nel progetto, in quanto l'accordo con Nano-Proprietary prevedeva solo Canon. Non a caso Canon per poterne proseguire lo sviluppo ha dovuto acquisire le quote di Toshiba.
Commento # 4 di: Rosario pubblicato il 25 Maggio 2010, 15:39
Cavolo.... Ci speravo nel SED. l'OLED mi pare ancora poco affidabile...
Commento # 5 di: zoe pubblicato il 25 Maggio 2010, 15:54
Certo che mi fanno ridere, cioè hanno rovinato una tecnologia che sarebbe stata una valida alternativa agli lcd e plasma, perchè non si sono messi d'accordo con i brevetti baaa.
Commento # 6 di: stazzatleta pubblicato il 25 Maggio 2010, 16:05
Originariamente inviato da: zoe
non si sono messi d'accordo con i brevetti baaa.


non mi sembra quanto affermato nella news. Canon ha assorbito i brevetti di Toshiba, quindi non c'era un vincolo brevettuale, bensì un costo di sviluppo troppo grande in rapporto alla possibile diffusione.
Commento # 7 di: Sabatino Pizzano pubblicato il 25 Maggio 2010, 16:09
Esattamente. Si sono resi conto che la commercializzazione di display SED avrebbe richiesto un prezzo di vendita troppo elevato, a fronte di elevati costi di produzione. Da qui la decisione di dismettere tutto e di guardare oltre. Poi ovviamente, tutti i problemi legati ai brevetti hanno influito se non altro a generare ritardi su ritardi.
Commento # 8 di: Sergio65 pubblicato il 25 Maggio 2010, 16:20
Viene detto che verra' sospeso lo sviluppo del SED per l'ambito domestico ma non per quello commerciale,dopo tante cause e contro cause intentate da Applied Nanotech legati al brevetto ma il vero motivo di questa rinuncia sta' nel fatto che la qualita' video dei tv LCD e dei Plasma in questi ultimi anni hanno fatto progressi enormi riducendo cosi' notevolmente il vantaggio del SED.
Commento # 9 di: jpjcssource pubblicato il 25 Maggio 2010, 18:23
Probabile che Canon abbia capito di non poter prescindere da un partner come Toshiba perchè senza di esso non ha la forza di accollarsi tutti i costi di ricerca e sviluppo.
Inoltre Canon non produce televisori nè ha un nome in tale mercato se anche decidesse di comincire a farlo oltre a mancanza di know how per poi mettere l'elettronica dietro allo schermo SED (quando Toshiba avrebbe fornito le sue eccellenti elettroniche).

Canon non solo dovrebbe sostenere i costi di ricerca di tale tecnologia, ma dovrebbe creare da zero una divisione produttiva e far essa penetrare un mercato in cui sarebbe una matricola.

Forse questa dichiarazione vuol convincere Nano-Proprietary ad acconsentire al ritorno di Toshiba (che comunque dovrebbe tutt'ora continuare le sue ricerche sulla tecnologia FED) anche se quella piccola azienda, per fare una scelta tanto scellerata, potrebbe aver intascato un sacco di soldi da chi vuol far naufragare questo progetto.

Prendere quei soldi o sperare di prendere le royalties da Toshiba e Canon dalla produzione di un prodotto che potrebbe non avere successo?
Commento # 10 di: zoe pubblicato il 25 Maggio 2010, 19:26
A stazzatleta

Si però che senso ha assorbire brevetti, se poi si ritiene che il costo di sviluppo sia troppo grande in rapporto alla possibile diffusione.A questo punto meglio se il brevetto se lo beccava una casa più grande di canon, con più disponibilità, probabilmente sarebbe cambiato qualche cosa.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »