Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Netflix: sempre più vicino il debutto Europeo

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 14 Novembre 2011, alle 10:58 nel canale HT

“Il noto servizio di VOD in streaming statunitense prepara il suo debutto in Europa. Ad ulteriore conferma arriva ora l'ufficializzazione di un accordo con la divisione inglese della major Lionsgate che darà così la possibilità di accedere al loro catalogo in Gran Bretagna e Irlanda”

Che Netflix stia per fare il suo debutto nel Vecchio Continente è ormai confermato e ufficializzato, ma è altrettanto noto che senza un vasto catalogo disponibile il successo del servizio VOD in streaming non sarebbe altrettanto scontato. Netflix in questi mesi ha dovuto siglare tutta una serie di accordi sui diritti per poter garantire il servizio. Dopo essersi assicurata i diritti del catalogo MGM, arriva ora l'annuncio dell'accordo con la filiale britannica di Lionsgate.

Nelle prossime settimane, Netflix concluderà gli accordi con altre case di distribuzione e potrà così dare il via al servizio in Gran Bretagna e Irlanda (previsto per inizio 2012). L'azienda prevede poi di rilasciare il servizio in altri mercati europei (non si sa ancora nulla riguardo l'Italia, n.d.r.) nel corso del 2012.

Fonte: Engadget



Commenti (6)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: poe_ope pubblicato il 14 Novembre 2011, 11:47
Orfano del BB vicino casa (non ordina praticamente più nulla di nuovo da settimane...), impossibilitato a noleggiare su MUBI e Qriocity per manifesta inferiorità culturale dei sopracitati servizi (uno offre contenuti interessanti, ma non per l'Italia e comunque senza sottotitoli digeribili, l'altro tranne le solite cose che comunque non vado a vedere al cinema non propone...) spero tanto in:
* Un servizio bilanciato tra costi, modalità di fruizione, qualità A/V accettabile (ahimé, proietto... )
* Un catalogo che NON INCLUDA SOLO LE SOLITE fracassonate da multiplex, ma che spazi anche in qualcosa di un po' più di nicchia (sic!) e soprattutto SEMPRE fruibile ANCHE in VO e coi sub in Italiano.
* Un catalogo temporalmente AMPIO: va bene che oggi la memoria collettiva risale al più alla settimana scorsa, ma qualcuno che vorrebbe vedere/ri-vedere film di qualche decennio prima c'è perbacco! (o no? )

Ciao!
Marco
Commento # 2 di: OXO pubblicato il 14 Novembre 2011, 20:08
Mi duole constatare che per saziare la tua sete di Cinema (con la C maiuscola) dovrai attendere ancora a lungo... quanto ti capisco...
Commento # 3 di: vidoxx pubblicato il 14 Novembre 2011, 20:32
Il tipo di offerta di Netflix è proprio quello che starei aspettando da tempo.
Curioso anch’io di capire quale possa essere la qualità A/V, anche se leggo su wiki che negli usa il bitrate più elevato è di 5Mbps, non credo che si possano pretendere meraviglie…
Per quanto riguarda l’offerta dei films, il loro sito non mi pare che faccia vedere nulla, mi dice “Sorry, Netflix is not available in your country... yet” (o forse non ho capito io come fare…).
Comunque tempo fa avevo letto un articolo interessante da cui sembra che i film che mancano siano quelli recenti e di successo, quindi direi proprio le fracassonate da multiplex.
Vedi: http://www.businessinsider.com/wher...cal-view-2011-2
Mi aspetterei quindi un’ampia offerta di titoli di catalogo e di produzioni medio-piccole. Sbaglio? Qualcuno che ha vissuto/vive negli usa che ha informazioni di prima mano?
Ciao
Commento # 4 di: Deuced pubblicato il 15 Novembre 2011, 11:53
a me ciò che interessa davvero di netflix è la possibilità del noleggio tramite posta,mentre il servizio di vod allo stato attuale lo lascerei sempre e comunque come seconda scelta...ma sempre e comunque meglio di nulla visto che sono anch'io orfano di videonoleggi decenti.Per noleggiare un film devo farmi 20 km

Ma vista la qualità del servizio postale e quella delle connessioni adsl italiche (tranne centri urbani con dslam non saturi) ho il presentimento che o verremo snobbati o ci verranno presentati film di qualità a/v inferiore.
Commento # 5 di: lornova pubblicato il 15 Novembre 2011, 12:49
Dopo averlo usato nei 9 mesi in cui ho vissuto in USA, posso dire che è la cosa di cui sento più la mancanza.
Commento # 6 di: poe_ope pubblicato il 15 Novembre 2011, 14:24
Se poi faranno accordi coi soliti noti (WB, Universal, Sony...) tagliando ex ante tutta la distribuzione minore e/o locale (vedi BIM, LuckyRed, ecc.) la vedo (per me) male, molto male.

Contento d'essere smentito eh?

Ciao!
Marco