Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

HD DVD vs Blu-ray, una (brutta) guerra di soldi

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 11 Settembre 2007, all 15:39 nel canale HT

“Secondo quanto riportato dai quotidiani L.A Times e NewsDay, Toshiba avrebbe fatto un'importante offerta a Warner per avere l'esclusiva HD DVD, ma su altri fronti il consorzio Blu-ray non sembra essere da meno”

A leggere le varie notizie e articoli pubblicati dai giornali in questi giorni viene un pò di senso di nausea. Quanto sta emergendo nel confronto in atto per la supremazia del formato ottico HD sembra essere sempre più riconducibile ad una guerra di soldi. Prima la notizia secondo cui l'HD DVD Promotional Group avrebbe (il condizionale è d'obbligo visto che non c'è mai stata alcuna conferma ufficiale) sborsato 150 milioni di dollari per avere l'esclusiva da parte di Paramount e DreamWorks Animation, poi l'articolo pubblicato ieri dal Los Angeles Times e rilanciato stamane da NewsDay, secondo cui la stessa Toshiba avrebbe fatto un'offerta ancora più sostanziosa alla Warner per portarla nel suo campo, mentre il consorzio Blu-ray non sarebbe certamente rimasta a guardare e starebbe giocando le proprie carte per sedurre la stessa Warner ad optare per il solo Blu-ray.

Secondo altre indiscrezioni, la partita si starebbe inoltre giocando anche sul fronte delle più importanti catene di distribuzione. Vi ricordate la scelta a sorpresa di Blockbuster di noleggiare unicamente film in Blu-ray, dopo un primo periodo sperimentale con entrambi i formati a disposizione dei clienti? A questo punto viene da chiedersi cosa ci sia realmente stato dietro questa convinzione! Ora sembra invece essere il turno di Wal-Mart che sembrava in procinto di sospendere la vendita di lettori HD DVD nei propri negozi a favore dei lettori Blu-ray e che ora (secondo quanto riportato da NewsDay) sembra aver cambiato idea "convinta da un importante budget di cooperazione promozionale per incrementare le vendite degli HD DVD" .

Infine, la catena Target che sarebbe stata convinta dal consorzio Blu-ray a vendere unicamente lettori e film in Blu-ray (eccezion fatta per l'add-on HD DVD Xbox360) dietro una somma che viene definita testualmente "da far cadere la mascella" (jaw-droppping).

Volete sapere il perché di tutto ciò? L'eventuale vincita di questa guerra di standard, secondo le previsioni degli analisti, porterebbe nelle casse di uno dei due consorzi qualcosa come 10 miliardi di dollari solo di royalties per la concessione delle licenze per i prossimi 10 anni. E intanto il mercato rimane confuso (e quindi non compra) oppure il consumatore si ritrova a dover spendere il doppio per l'acquisto di entrambi i lettori. E se poi alla fine dei conti a spuntarla fosse veramente il Video On Demand HD via internet e zitto zitto Steve Jobs fregasse tutti con qualche altra "diavoleria" delle sue?

Fonte: L.A Times, NewsDay, Redazione



Commenti (17)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Bonfire pubblicato il 11 Settembre 2007, 16:15
Mai avuto dubbi che fosse una guerra di soldi, infatti i due supporti sono pressoché identici....
Commento # 2 di: 55AMG pubblicato il 11 Settembre 2007, 16:42
Come riportato nell'articolo sono esborsi mirati ad un rientro a lungo termine di valore ben maggiore in caso di imposizione del formato.
Non mi stupisco per nulla, in quanto o davanti o dietro offerte economiche sono sempre esistite
Commento # 3 di: maurocip pubblicato il 11 Settembre 2007, 17:51
il modo per farla pagare a questi signori è semplice:
1) aspettare le macchine multistandard
2) aspettare prezzi umani anche per il SW (io 50.000 lire del vecchio quasi dimenticato conio per vedere un film non le pago nemmeno morto).

Non vedo l'ora di passare a visioni in HD, ma ai miei parametri, altrimenti mi vedo i film in DVD, mai come in questo momento a buon prezzo.
Commento # 4 di: monster pubblicato il 11 Settembre 2007, 18:05
Io mi sono già svenato ai tempi dei dvd, che si sbranino con il sostegno degli utenti ingordi di alta definizione.
Nel mio caso personale mi accontento del caro e vecchio dvd e godo senza farmi troppe pippe mentali di risoluzioni.
Commento # 5 di: 55AMG pubblicato il 11 Settembre 2007, 18:17
Originariamente inviato da: monster
che si sbranino con il sostegno degli utenti ingordi di alta definizione.


Io feci così coi DVD.
Ma sto facendo altrettanto, se non peggio, con l'HD.
Sto acquistanto tutti i titoli che escono in Italia, sia su HDDVD che BluRay
Purtroppo mi è presa mania acuta di collezionismo
Commento # 6 di: Girmi pubblicato il 11 Settembre 2007, 19:32
Sinceramente non capisco tutta questa meraviglia.
Forse da operatore del settore so come vanno certi meccanismi e non mi sorprendo affatto, anzi.
Mi sembra una strategia sicuramente molto aggressiva e rischiosa ma di grande efficacia.

Non c'è nulla di diverso da quanto fanno i produttori i di pasta per guadagnare il terzo scaffale, quello posto all'altezza degli occhi della massaia, al supermercato, o i venditori di merenedine per avere l'isola delicata in testa alle gondole (così si chiamano le file di scaffali).

Non parliamo poi di quello che pagano le industrie farmaceutiche per esporre le loro comunicazioni o gli espositori da banco in farmacia.
È solo uno dei modi fare sell-in, cioè di riempire i magazzini dei rivenditori e fa parte delle normali tecniche di vendita.

L'alternativa sarebbe spendere tutti questi soldi, che sembrano tanti ma che rapportati alla posta in gioco non sono poi molti, in normali campane di sell-out, cioè di stimolazione della domanda finale.
Ma traddandosi di un prodotto, l'HD, così nuovo ed ostico da comunicare ad una platea indistinta, mi sembra giusta la scelta di delegare ai rivenditori il compito di capilazzare la comunicazione utilizzando anche i canali più diretti, i punti vendita.

Infatti non mi sembra di aver visto molte campagne isitituzionali fatte dall'uno o dall'altro consorzio.
È possibile che entrambi abbiano optato per investimenti più mirati.

Ciao.
Commento # 7 di: no_smog pubblicato il 11 Settembre 2007, 22:29
e alla fine...

fifty-fifty
5 miliardi d dollari a te e 5 a me.
Pernsate che se sopravvivono entrambi le royalties non le incassino più? Naaaaa.
Commento # 8 di: pistu pubblicato il 11 Settembre 2007, 22:47
bhe per quanto riguarda l'hd on demand qui in italia la vedo dura, se pensiamo che l'adsl (quella a 640k) arriva solo nell'80 % del territorio, e la banda larga è un miraggio.....
Commento # 9 di: ais001 pubblicato il 11 Settembre 2007, 23:12
Commento # 5 di: 55AMG
Purtroppo mi è presa mania acuta di collezionismo


... te 6 malato lo sai vero???


P.S.= io ho + di 500 DVD, col caxx che passo a HD-DVD e BD.... almeno per un pltro paio d'anni. poi forse ci faccio un pensierino
Commento # 10 di: MauMau pubblicato il 12 Settembre 2007, 08:44
Originariamente inviato da: Girmi
Sinceramente non capisco tutta questa meraviglia.
concordo con Girmi.
Quello che sta succedendo è normalissimo e capita tutti i mesi nei settori più disparati, dal mercatino di quartiere alle acquisizioni di aziende.
Ovunque vi sia qualcuno che intendere mostrare i propri prodotti ai fini di vendita.

La visibilità del prodotto è fondamentale, ed ha un costo.
Perchè scandalizzarsi se vengono destinati soldi alla creazione di accordi commerciali ed esclusive di distribuzione ?
Non è mica corruzione !
In questo momento Sony e Toshiba stanno investendo e prendendo dei rischi, nella [I]speranza [/I]di un guadagno [I]futuro[/I].
E' logico che facciano il possibile per avere successo. Non ci vedo nulla di sporco.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »