Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Europei in HD: insorgono i consumatori

di sabatino pizzano, pubblicata il 07 Aprile 2008, all 15:14 nel canale HT

“Adiconsum guida la carica degli scontenti sulla decisione di RAI di trasmettere i prossimi europei di calcio in alta definizione solo in poche parti d'Italia su Digitale Terrestre”

"Tutto fumo è niente arrosto": è l'aspra critica mossa da Adiconsum, associazione a difesa dei consumatori e dell'ambiente, alla politica RAI di trasmettere i prossimi europei di calcio in alta definizione su piattaforma Digitale Terrestre solo in un limitato ambito territoriale. Secondo le dichiarazioni RAI, tale possibilità verrà offerta solo ai cittadini coperti dal MUX B che risiedono in Sardegna, Valle D'Aosta, Roma, Milano e Torino. "L’annuncio della visione dei prossimi europei di calcio in alta definizione sul digitale terrestre serve solo a fare bella figura e nient’altro", si legge nel comunicato stampa/lettera inviata al ministro Gentiloni.

Un altro problema evidenziato dall'associazione è che gli abitanti sia di Sardegna che Valle D'Aosta già mesi addietro si sono visti costretti ad acquisire un nuovo decoder digitale terrestre per via dello switch-off delle frequenze analogiche in favore di quelle digitali, già obsoleto e incapace di ricevere i segnali in alta definizione. La stessa adiconsum dichiara che " i cittadini sono stati obbligati a dotarsi solo pochi mesi fa di un decoder o a cambiare il proprio televisore con uno digitale a norma di una legge superata dopo soli quattro mesi, scoprono che questo è già da buttare, come noi peraltro abbiamo sempre detto".

Per coloro i quali decidessero di sostituire il loro attuale decoder con uno compatibile con i segnali HD trasmessi da RAI, si potrebbe presentare un nuovo problema: essendo il tutto in via sperimentale, nulla vieterebbe alla tv di Stato italiana di cambiare le carte in tavola ed introdurre un nuovo sistema che richiederebbe un nuovo decoder (il quarto da quando il DDT è stato introdotto per la prima volta). "La Rai non specifica chiaramente se il sistema, pur sperimentale, sarà la scelta definitiva, invitando però le aziende a produrre decoder e i cittadini ad acquistarli. Tutto questo in assenza di un accordo tra i broadcaster, pur facendo parte la Rai di DGTVi. Chi rimborserà i cittadini qualora la Rai poi decidesse in futuro di cambiare sistema o gli atri broadcaster decidessero protocolli di trasmissione incompatibili con i decoder per vedere Rai HD"?

Non ultimo, un accenno alla buona occasione che la RAI avrebbe avuto per sfruttare il sistema satellitare come piattaforma per la trasmissione del proprio palinsesto in alta definizione."La Rai, da contratto, in questi giorni avrebbe dovuto comunicare come far vedere i propri programmi, attualmente criptati, sul satellite, per garantire la neutralità tecnologica prevista dal contratto. Al contrario, annuncia di non voler trasmettere gli Europei sulla piattaforma satellitare, continuando nell’opera discriminatoria di chi ha fatto la scelta digitale satellitare, spesso anche per necessità di segnale".

Per ulteriori Informazioni: www.adiconsum.it



Commenti (90)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: wasabi pubblicato il 07 Aprile 2008, 15:39
Fanno bene a protestare perche la rai fa solo sperimentazione ma non mette quasi mai a disposizione di tutti gli abbonati le novita tecnologiche.
Commento # 2 di: scuttle pubblicato il 07 Aprile 2008, 15:41
Sono favorevole anch'io alla protesta, anche se purtroppo le cose non cambieranno... come al solito!
Commento # 3 di: no_smog pubblicato il 07 Aprile 2008, 15:42
meglio poco...

che nulla.
A me sembra un miracolo già che se ne parli, ora ci lamentiamo anche che RAI non parte con la copertura del 99.99% del territorio.
Sempre un motivo per lamentarci, i soliti italiani.
Commento # 4 di: zLaTaN_85 pubblicato il 07 Aprile 2008, 15:56
Originariamente inviato da: no_smog
Sempre un motivo per lamentarci, i soliti italiani.


beh ma c'è un motivo ben valido per lamentarsi, anzi anche più di uno! ad esempio mettiti nei panni di un sardo che è stato costretto ad acquistare un decoder DTT già obsoleto, e ora magari se ne prende un HD per poi scoprire che lo standard futuro del DTT HD sarà un altro ancora e gli toccherà prendere il terzo decoder... se a voi sta bene tutto questo non lamentatevi ma i motivi per farlo ci sono tutti

purtroppo il DTT è partito ancora immaturo solo per la possibilità di fare soldi facili vendendo le partite... peraltro con qualità spesso indecente
Commento # 5 di: andybike pubblicato il 07 Aprile 2008, 16:12
In ogni caso, si conferma che gran parte dei mali di Italia sono sempre riconducibili al calcio... Per nessun'altra cosa, nemmeno se di primaria necessità, si scatena un pandemonio simile...
Commento # 6 di: AlexZone pubblicato il 07 Aprile 2008, 16:24
Originariamente inviato da: zLaTaN_85
... nei panni di un sardo che è stato costretto ad acquistare un decoder DTT già obsoleto ...

Ma che dici ... tu e L'ADICONSUM?
Nessuno è stato costretto a comprare decoder (o tv) solo SD: chi voleva poteva comprarsi HW HD, esistono sia tv (p.es, X3500) che decoder (Clarke, Vantage, ADB, Humax).
E non dirmi che costano cari perchè se pretendi l'HD a 50 euro ...
Commento # 7 di: zLaTaN_85 pubblicato il 07 Aprile 2008, 16:32
Originariamente inviato da: AlexZone
Ma che dici ... tu e L'ADICONSUM?


dai è palese che l'utente medio non era minimamente informato di ciò a cui andava incontro... e poi l'HW HD è di difficile reperibilità e le TV sony che citi sono chiaramente prodotti di fascia alta non alla portata di tutti
Commento # 8 di: AlexZone pubblicato il 07 Aprile 2008, 16:46
Ma anche se l'avesse saputo non gliene sarebbe importato di meno.
Al 99% degli interessati (e sono buono) se glielo avessero detto che prima o poi ci sarebbero stati anche programmi HD, avrebbero detto Ah beh sì interessante ... e quanto costa?; alla risposta che avrebbero dovuto sborsare qualche centinaio di euro in più (come minimo) non ti dico come avrebbe risposta la maggioranza, mentre i più educati avrebbero detto che se ne riparla tra qualche anno ...
Ma dai ...
Commento # 9 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 07 Aprile 2008, 16:51
Originariamente inviato da: AlexZone
Ma che dici ... tu e L'ADICONSUM?
Nessuno è stato costretto a comprare decoder (o tv) solo SD: chi voleva poteva comprarsi HW HD..
Il discorso è più complesso.

Prima di tutto spero sia condiviso che nelle regioni all digital, chi voleva continuare a vedere la TV doveva adeguarsi e quindi acquistare un decoder DVB-T oppure un TV con decoder integrato.

Peccato che l'informazione che la totalità dei decoder era compatibile solo con segnali MPEG2 a definizione standard non è mai arrivata alla massa. In pochi hanno sottolineato questo fatto, ad iniziare dalle riviste specializzate come AV Magazine. Io per esempio mi sono sempre rifiutato di testare un decoder DVB-T solo SD.

Solo recentemente sono disponibili i primi TV Sony con decoder AVC HD integrato, comunque NON compatibile con la pay-per-view italiana e con il sistema MHP. Che io sappia non esiste un decoder o un TV che sia compatibile al 100% con MHP italiano, pay-per-view italiana e alta definizione.

Senza considerare che quella della RAI è comunque una sperimentazione e che nulla toglie che in futuro il sistema definitivo sia diverso. Immaginate che tra qualche mese esca una nuova revisione dell'algoritmo di compressione AVC, con efficienza ancora superiore e con protezione dei contenuti integrata nello stream dei dati...

Fantatecnologia?

Quello che mi dispiace e che in questi anni non ho mai smesso di sottolineare, è che con i soldi pubblici è stata incentivata la vendita di decoder ad elevato rischio di obsolescenza. Non solo: se ben vi ricordate erano finanziati solo quelli interattivi MHP.

All'inizio, quando la politica spingeva il digitale cavalcando il tema della superiore qualità, dicevano che la TV con il digitale terrestre si sarebbe vista meglio rispetto a quella analogica. Tutti voi sapete che le cose sono molto complesse. Un segnale perfetto in analogico ora si vede peggio in digitale a causa dell'elevata compressione.

Come dire che viaggeremo più comodi passando dalla fiat 600 ad una fiat multipla. Questo è vero se si viaggia in 4-5 persone. Ma se prima 10 persone viaggiavano su 5 fiat 600 (due per ogni autovettura) ed oggi le stesse 10 persone viaggiano su una fiat multipla, oggi lo faranno con meno comodità.

Il passaggio al digitale sarebbe potuto essere molto più indolore se fosse iniziato più tardi, come negli Stati Uniti o in Francia, obbligando nel frattempo tutti i produttori a vendere solo TV con zapper digitale integrato.

IMHO


Emidio
Commento # 10 di: nchiar pubblicato il 07 Aprile 2008, 16:53
Fammi pensare, chi è che protestava quando si voleva fare lo switch nel 2008 da analogico a digitale... Ah, si Adiconsum.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »