Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Diminuiscono le promozioni Blu-ray

di sabatino pizzano, pubblicata il 31 Marzo 2008, all 15:03 nel canale HT

“Dopo Pricegrabber, Display Search lancia un nuovo allarme: da quando la format war è finita, pubblicità e promozioni per il formato Blu-ray Disc sono drasticamente diminuite”

Ci eravamo lasciati la settimana scorsa con l'allarme lanciato da Pricegrabber, noto motore di ricerca online dei prezzi per gli Stati Uniti, circa un aumento del prezzo medio di 100 dollari di un dispositivo blu-ray rispetto al periodo caratterizzato dalla guerra dei formati con Toshiba. Sulla stessa lunghezza d'onda è il risultato che ci arriva da una ricerca condotta da Display Search, dalla quale emerge che, da quando Toshiba ha gettato la spugna, sono calati anche gli investimenti in pubblicità e sopratutto in promozioni per il formato Blu-ray Disc.

Secondo quanto pubblicato da Display Search, gli investimenti pubblicitari (molto spesso finalizzati alla divulgazione di qualche promozione/sconto) tra il 10 febbraio e l'11 marzo sono calati del 50%, che poi diventa il 100% se si va a considerare il periodo tra novembre e dicembre 2007. Tendenzialmente, precisa la società di ricerche, febbraio e marzo sono mesi "tranquilli" per quanto riguarda la vendita e la promozione di Hardware, mentre il periodo caldo è rappresentato proprio dal bimestre novembre/dicembre.

Nonostante ciò, all'indomani del successo nei confronti di Toshiba, il corsorzio Blu-ray aveva fatto sapere di voler proseguire sulla strada delle promozione, affinché il proprio formato potesse diventare quanto prima un fenomeno di massa. Ma così sembrerebbe non sia stato. "Il motivo principale va ricercato nella minore pressione concorrenziale che sta caratterizzando l'attuale ciclo di vita del Blu-ray", ha dichiarato Paul Erickson, direttore del comparto HD e DVD di Display Search. "Non c'è più la stessa pressione, ed ora si può pensare ad una caduta stabile dei prezzi".

Dopo le promozioni di fine anno, che hanno visto scendere il prezzo medio di un dispositivo Blu-ray fino a 300 dollari, lo stesso Erickson ha fatto notare - in linea con le dichiarazioni di PriceGrabber - che attualmente il prezzo medio è salito fino a 399 dollari. "La politica dei prezzi era bloccata dall'agguerrita concorrenza con Toshiba, ed ora che l'HD DVD non c'è più, si possono concentrare su una pianificazione razionale delle riduzioni di prezzo nel corso del tempo", ha concluso Erickson.

Display Search lancia un ulteriore allarme: all'indomani dell'annuncio di Toshiba, la domanda di lettori Blu-ray è aumentata, spiazzando buona parte dei produttori. "Panasonic non si aspettava che Toshiba avrebbe tolto la spina in quel particolare giorno, e noi, assieme ad altri produttori di Hardware Blu-ray, non eravamo pronti a far fronte all'immediata crescita della domanda", ha dichiarato Tony Jasionowski, senior manager del gruppo Panasonic. 

"Stiamo cercando di aumentare la produzione, diventata una nostra priorità, ed abbiamo già attrezzato il nostro stabilimento in Giappone per questo fine", ha continuato Jasionowski che ha poi concluso: "Qualsiasi carenza di approvvigionamento deve essere sanata al più presto, e già dal mese prossimo aumenteranno le forniture".

Fonte: VideoBusiness



Commenti (40)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: GIANGI67 pubblicato il 31 Marzo 2008, 15:06
Chi e' che diceva che la concorrenza danneggia la diffusione dell'HD?
Commento # 2 di: Dave76 pubblicato il 31 Marzo 2008, 15:15
ehhhh....sai Giangi....creavano confusione due formati HD....il consumatore non sapeva cosa scegliere....
Forse erano loro che andavano in confusione e mettevano un prezzo più basso del dovuto...adesso con un formato unico non c'è più confusione e si sono accorti che il prezzo andava rivisto....
Commento # 3 di: Highlander pubblicato il 31 Marzo 2008, 15:32
Ragazzi ... ma non è un problema !

La Disney ha addirittura annunciato che dovrà ritoccare i prezzi verso l'alto data la poca diffusione e gli alti costi di produzione che non ammortizzano con le poche vendite ....

Se vanno in questa direzione ... per me resta TUTTO SUGLI SCAFFALI !!

Compro solo titoli in blocco e a un massimo di 19 Euro a titolo, che , imho, è il MASSIMO che si possa spendere per un supporto !

Altrimenti c'e' l'usato
Commento # 4 di: GIANGI67 pubblicato il 31 Marzo 2008, 15:35
Non posso che quotarti,Roby.Come si dice a Roma,sono stufo di farmi cojonare...da adesso in poi,se il film non mi interessa ed il transfer non e' fatto piu' che bene,tutto sugli scaffali!
Commento # 5 di: Picard pubblicato il 31 Marzo 2008, 15:56
Alla fine mi comporterò esattamente come ho sempre fatto con i DVD, li noleggio e compero solo i film che meritano di trovare posto nella bacheca (ed alla fine non sono poi così tanti!). Per le serie tv (di cui mi nutro da tempo), non sussiste il problema, visto che (per ora) escono solo in DVD.
Commento # 6 di: vlad pubblicato il 31 Marzo 2008, 15:59
niente di strano, cos`altro ci si poteva aspettare.
Commento # 7 di: Sabatino Pizzano pubblicato il 31 Marzo 2008, 16:01
però noto che state un pochino ignorando la parte finale della news, dove viene evidenziato il problema della produzione dei player. Effettivamente, non per difendere il consorzio, se io ho carenza di player a fronte di una domanda crescente, non è che mi metto a promuovere le vendite in maniera consistente
Commento # 8 di: GIANGI67 pubblicato il 31 Marzo 2008, 16:03
Picard,ormai a noleggio non li trovi piu' da Blockbuster,e gli altri noleggiatori sono reticenti a trattarli.Questo puo' essere un problema.
Commento # 9 di: Picard pubblicato il 31 Marzo 2008, 16:15
Da blockbuster non saprei, non ci sono mai andato, però il mio negozio vicino casa ha 7 distributori e per un BD pago 2,70 al giorno.
Commento # 10 di: Dave76 pubblicato il 31 Marzo 2008, 16:21
Scusa Sabatino ma la parte finale mi sembra una barzelletta, in particolare....

all'indomani dell'annuncio di Toshiba, la domanda di lettori Blu-ray è aumentata, spiazzando buona parte dei produttori. Panasonic non si aspettava che Toshiba avrebbe tolto la spina in quel particolare giorno, e noi, assieme ad altri produttori di Hardware Blu-ray, non eravamo pronti a far fronte all'immediata crescita della domanda, ha dichiarato Tony Jasionowski, senior manager del gruppo Panasonic.


I produttori di hardware aspettavano (come la maggior parte degli utenti) la fine della format war per muoversi senza perdere troppo tempo o denaro, infatti se si fossero mossi per produrre 2 lettori per i 2 formati (o meglio ancora un dual format) non sarebbero stati presi in contropiede...invece volevano vedere anche loro come finiva la guerra per poi iniziare a produrre (sennò come ci spieghiamo che ad oggi non ci siano ancora lettori BR decenti sotto ogni profilo?)
Questa naturalmente è una mia opinione...
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »