Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Blu-ray: la dura legge del monopolio

di sabatino pizzano, pubblicata il 25 Marzo 2008, all 15:05 nel canale HT

“PriceGrabber.com lancia l'allarme: da quando il formato HD DVD ha gettato la spugna, il prezzo medio di un lettore in formato Blu-ray Disc è tornato a livelli del 2007”

Senza andare a scomodare le varie teorie microeconomiche sul monopolio, secondo le quali una situazione in cui sia presente un unico attore diminuisce il benessere sociale delle collettività per via di prezzi più elevati rispetto ad una situazione di concorrenza, quanto sembra stia accadendo al mercato dell'alta definizione segue perfettamente l'andamento teorico.

Fino al mese scorso, il mercato dell'alta definizione era caratterizzata dal duopolio HD DVD e Blu-ray che si sono sfidati, per quasi due anni, a suon di ribassi. L'andamento dei prezzi dei rispettivi dispositivi è stato caratterizzata da discesa senza precedenti. Al tempo stesso, la qualità dei prodotti è aumentata con l'uscita di modelli via via più recenti. Quanto è accaduto è stato ritenuto da tutti uno dei benefici della cosiddetta Format War, che si andavano a confrontare con i tanti punti negativi più volte segnalati da operatori e consumatori di tutto il mondo.

Da quando l'HD DVD è stato ufficialmente dichiarato morto dalla stessa Toshiba, il Blu-ray è a tutti gli effetti l'unico potenziale successore delle fortune del DVD. Con la fine della format war il Blu-ray si è ritrovato in una sorta di "monopolio" in senso lato (anche perché all'interno dello stesso consorzio ci saranno sempre nuove case che si faranno concorrenza tra di loro).

Quello che molti avevano temuto come conseguenza diretta della morte dell'HD DVD sembra essersi concretizzato. Secondo uno studio condotto da Pricegrabber.com, il noto motore di ricerca dei prezzi statunitense, il prezzo medio di un dispositivo Blu-ray è passato, immediatamente dopo la fine dell'HD DVD, da 300 a 400 dollari, ovvero ai valori del 2007.

La redazione di AV Magazine, in tempi non sospetti, aveva sottolineato tutti i benefici che la guerra tra i formati avrebbe portato. Inoltre, nei giorni scorsi avevamo già lanciato un campanello d'allarme pubblicando l'indiscrezione secondo la quale il produttore olandese Philips aveva intenzione i ritoccare verso l'alto il prezzo del lettore Blu-ray di prossima introduzione.

Fonte: PriceGrabber.com



Commenti (46)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: sest pubblicato il 25 Marzo 2008, 15:17
...sugli scaffali !!

...CHE RIMANGANO SUGLI SCAFFALI !!
Lasciateli a prendere un pò di polvere e vedrete come caleranno !!..... e per giunta saranno anche più prestazionali !!
Commento # 2 di: GIANGI67 pubblicato il 25 Marzo 2008, 15:18
Per forza,in regime di monopolio la mancata concorrenza li lascia liberi di fare come vogliono.L'unica e' lasciare i players sugli scaffali...
Commento # 3 di: morphiadrops pubblicato il 25 Marzo 2008, 15:32
Mi tengo stretta la mia ps3!
Commento # 4 di: zLaTaN_85 pubblicato il 25 Marzo 2008, 15:34
vabbe ma prima o poi saranno costretti ad abbassare i prezzi! poi la concorrenza nel target dell'utente medio (che è nettamente la maggioranza del mercato) esiste eccome e si chiama DVD
Commento # 5 di: pireda pubblicato il 25 Marzo 2008, 15:35
Monopolio? Certo...se con monopolio intendete il fatto che sia finita la guerra dei formati...

Anche nei pneumatici c'è monopolio, infatti esistono solo pneumatici a base di gomma e non a base di legno...

Preferite avere un lettore bluray che costa il 30% in meno ma senza avere la certezza di poterci guardare un film che vi piace (perché magari viene distribuito solamente nell'altro formato", oppure pagarlo quanto dovuto (ovvero quanto imposto da un mercato normale, senza guerra tra formati) ma avendo la certezza che tutti i film che usciranno saranno disponibili in bluray?

Commento # 6 di: Picard pubblicato il 25 Marzo 2008, 15:35
Originariamente inviato da: morphiadrops
Mi tengo stretta la mia ps3!

Quoto. Aggiornata oggi al profilo BD 2.0 e va che è una meraviglia! Spendere soldi per una lettore castrato non ha senso.
Commento # 7 di: xplayer pubblicato il 25 Marzo 2008, 15:37
Spero questo serva a far aprire gli occhietti ai tanti ottimisti/fanboy che nei mesi scorsi hanno attaccato chiunque si battesse per il mantenimento della concorrenza vera,è sufficiente rileggere i messaggi di commento delle notizie sull'abbandono di Warner del'HD-DVD per rendersi conto di quanta gente parli di cose che non conosce affatto.
La concorrenza all'interno di un consorzio è data dall'avvicinarsi il + possibile al prezzo STABILITO DAL CARTELLO!!!!!.Per non parlare ovviamente della qualità del prodotto che se non fosse stato per la toshiba oggi avremmo ancora i film 1080p in MPEG2!.
Chiedo scusa per lo sfogo,ma ritenevo giusto far notare a qualcuno che si sbagliava e non poco.
Commento # 8 di: romeop pubblicato il 25 Marzo 2008, 15:40
grazie fanboy, siete contenti ? vediamo se vi rifate vivi, volpi
Commento # 9 di: Picard pubblicato il 25 Marzo 2008, 15:47
Mah, io dico la mia opinione. Sino all'annuncio della fine del HDDVD, ero intenzionato ad acquistare un lettore dual format (tipo il BDP-U5000), o in alternativa due lettori (BD ed HDDVD), giusto per non dover rinunciare alla visione di un film HD per via di un formato che non suporto. Ora con l'ora pronobis del formato toshiba, l'uscita di tutti i titoli in BD ed il conseguente acquisto della PS3, posso dire che (non picchiatemi ), ho risparmiato circa 300 €.
Commento # 10 di: PaulLevesque pubblicato il 25 Marzo 2008, 15:48
L'ho detto non appena Sony ha vinto la guerra dei formati, Sony vecchia volpe!
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »