Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

CES: ricevitore HT Sony STR-DN1080

di Riccardo Riondino, pubblicata il 18 Gennaio 2017, alle 10:25 nel canale HT

“Sony ha presentato un sintoamplificatore 7.2ch compatibile Dolby Atmos/DTS:X, dotato di DAC 32 bit/192 kHz per file hi-res, connettivitą Google Chromecast e Bluetooth LDAC, supporto AirPlay/DLNA con servizi Spotify e Deezer, uscite multiroom ad alto e basso livello, porta USB per iPod / iPhone e 6 terminali HDMI 2.0a con doppia uscita”


- click per ingrandire -

Compatibile con i formati "object based" Dolby Atmos e DTS:X, il sintoamplificatore Sony STR-DN1080 fornisce una potenza di 7 x 165 W/6 ohm. La calibrazione automatica è affidata al sistema DCAC EX, con la possibilità di riprodurre l'acustica di arene come il Cary Grant Theater degli studi Sony Pictures Entertainment di Los Angeles o la sala da concerto dei Philharmoniker di Berlino. La compatibilità AirPlay e DLNA fornisce l'accesso a file MP3, WMA e AAC memorizzati su PC o NAS, collegandosi con reti LAN/WLAN.

Sono disponibili in aggiunta le web radio e i servizi Spotify e Deezer, gestibili anche tramite l'applicazione gratuita SongPal. Il logo Hi-Res Audio indica il supporto ai formati FLAC/WAV 24 bit/192 kHz e DSD 5,6 MHz, decodificati da un DAC 32 bit/192 kHz. Per il controllo da device iOS/Android sono disponibili le app SideView e Network Audio Remote, che permettono di gestire anche i dispositivi connessi al ricevitore e le librerie musicali. I contenuti salvati su PC, smartphone o tablet possono essere condivisi grazie alla tecnologia Google Chromecast. Lo streaming è disponibile anche mediante tecnologia Bluetooth LDAC con NFC.


- click per ingrandire -

Sono previsti ingressi per due sorgenti digitali (Toslink/coax), quattro analogiche, un connettore CVBS e un uscita preamplificata multiroom. I terminali HDMI 2.0a per segnali 4K/60p con HDR sono sei con due uscite, delle quali una con canale ARC. Il Sony STR-DN1080 dispone di un telaio ad alta rigidità (frame-beam), con piedini dal baricentro spostato per incrementare la stabilità e un trasfomatore migliorato. È presente inoltre una porta USB frontale per iPod / iPhone, mentre i terminali HDMI consentono il transito dei segnali A/V anche a ricevitore spento.

La disponibilità è annunciata per la primavera, al prezzo indicativo di 799,00€.

Per ulteriori informazioni: www.sony.it

Fonte: AV Cesar



Commenti (5)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Parky pubblicato il 18 Gennaio 2017, 13:32
Peccato vedere tanti bei prodotti uscire a breve con la 'vecchia' HDMI 2.0 e non con la prossima 2.1
Commento # 2 di: windpd pubblicato il 18 Gennaio 2017, 15:53
beh questo ha la 2.0a...diciamo che dovresti essere a posto per un bel po...
Commento # 3 di: Norixone pubblicato il 18 Gennaio 2017, 17:30
A mio avviso Sony farebbe bene ad interpellare i cervelloni del marketing e cambiare il nome al loro sistema di calibrazione. Per quel che concerne il 2.1 poco aggiunge allo scenario attuale di quanto può essere usurfruito per non dire che anche avessero voluto le specifiche non sono ancora confermate al 100%.
Commento # 4 di: Lukrash pubblicato il 18 Gennaio 2017, 19:19
La tecnologia corre talmente veloce che i prodotti escono già vecchi? mi sarei aspettato un hdmi 2.1
Commento # 5 di: Multijet pubblicato il 18 Gennaio 2017, 19:55
Una pessima piega..

Che tutti i costruttori hanno preso ormai da tempo.. aggiornare ogni anno la loro linea prodotti (ampli in questo caso specifico) Ok capisco che l'evoluzione tecnologica va avanti inesorabile, ma qui è solo una commercialata strappa soldi. Molte di queste nuove feature potevano essere inserite tranquillamente anche con cadenze più distanti le uni dalle altre (paio di anni almeno. Invece è buona norma (per loro ovviamente) saccheggiare le tasche dell'utenza attenta alle ultime novità di grido, mentre per l'utenza normale è solo un acquisto ponderato (magari non si acquistava un ampli da anni) ed era quindi giunto il momento del cambio..