Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Banda larga: Italia penultima in Europa

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 10 Maggio 2011, all 09:55 nel canale ACCESSORI

“Secondo gli ultimi dati raccolti nel report "State of Internet" di Akamai, che ha raccolto il traffico di 84.000 server distribuiti in 72 paesi nel mondo, l'Italia risulta penultima in Europa per quanto riguarda la velocità di connessioni”

Come ben sapete, non siamo soliti trattare argomenti legati all'IT e TLC, ma sappiamo ormai quanto l'impatto di Internet stia diventando determinante e strategico anche per lo sviluppo dell'audio-video. Parlare infatti di successo delle Smart TV, servizi di streaming VOD e set-top box vari senza una capillare infrastruttura in banda larga degna di questo nome ci sembra utopistico. Se pensiamo poi che l'Italia risulta al settimo posto dei paesi più industrializzati al mondo, immaginare i prossimi anni in termini di sviluppo economico nelle condizioni in cui siamo adesso per quanto riguarda l'accesso serio al web, dovrebbe seriamente far riflettere chi ci governa (e non ne faccio una questione di colore politico, visto che le lacune in questo senso sono ampiamente condivise e risalenti già agli anni '90 con l'increscioso abbandono del progetto Leonardo).

Ogni volta che vengono pubblicati dati in merito allo stato della banda larga in Italia mi vengono i brividi e l'ultimo report è stato diramato dalla statunitense Akamai che ha analizzato il traffico di 84.000 server distribuiti in 72 paesi del mondo, ordinando i risultati per velocità media di connessione alla rete. Dai dati raccolti, il quadro che emerge è piuttosto desolante: tra i paese europei, l'Italia si piazza al penultimo posto (insieme alla Grecia), seguiti solo dalla Spagna. Il paese più veloce d'Europa è la Romania con una velocità media di connessione di 8,23Mb/s, contro i nostri 3,4Mb/s. Sono 12 le città europee (in 8 paesi) che rientrano nella classifica delle 100 città più veloci al mondo (due in Romania, una in Norvegia, una in Spagna, quattro in Olanda, una in Repubblica Ceca, una in Portogallo, una in Austria e una nel Regno Unito). L’analisi dell’elenco delle 100 città più veloci al mondo nel quarto trimestre del 2010, che non prevede nemmeno una città italiana, rivela che Costanza, in Romania, è ancora la città più veloce in Europa (56esima posizione), con una velocità media di connessione di 8,2 Mb/s.

Al top della classifica mondiale troviamo la Corea del Sud con ben 13,7 Mb/s. Valori alti anche per il Giappone e l’Europa del Nord. Ancora una volta, le città asiatiche hanno dominato la classifica delle top 100, occupando il 75% delle posizioni. Taegu, in Corea del Sud, resta in vetta alla classifica con una velocità di connessione media di 18,4 Mb/s. L’adozione della high broadband (con velocità dai 5 Mb/s in su) ha continuato a crescere in Europa. Alcuni paesi presenti nella Top 10 dedicata alla high broadband hanno registrato una crescita importante su base annua. Nei Paesi Bassi, terzi in classifica, il 56% delle connessioni vantano una velocità di 5 Mb/s o superiore, con un incremento del 34% dalla fine del 2009, mentre in Belgio (sesta posizione) sono il 47% le connessioni con una velocità di 5 Mb/s o superiore (con un aumento del 29% rispetto al quarto trimestre 2009). In Italia, il 10% delle connessioni supera la velocità di 5 Mb/s (rispetto al 7,7% del trimestre precedente), l’83% si colloca al di sopra dei 2 Mb/s (82% nel trimestre precedente), mentre l’1,1% è al di sotto dei 256 Kb/s (1,3% nel trimestre precedente). Non credo di dover aggiungere altro e mi auguro davvero che qualcuno si svegli e anche di corsa!!

Fonte: Key4biz



Commenti (34)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: StarKnight pubblicato il 10 Maggio 2011, 10:41
In Italia il monopolio delle telecomunicazioni è di Telecom Italia...
Con questo ho già detto tutto
Commento # 2 di: kabuby77 pubblicato il 10 Maggio 2011, 10:53
Il problema è che aspettano incentivi dallo stato, non vogliono investire nel rinnovo delle infrastrutture. Il salto di qualità si fa con la fibra, e da noi fanno fatica ad aggiornare una centrale per mettere l' adsl.
Commento # 3 di: djstefy74 pubblicato il 10 Maggio 2011, 11:08
penultimi sarebbe niente..

dicevo..essere penultimi come velocità sarebbe il meno,il problema è che non c'è proprio copertura!io ho dovuto installare un antenna a tetto x navigare in wdsl,e fortunatamente c'è qualche azienda seria altrimenti nel 2011 e abitando in un paese a 3km da posti come Gardaland o Caneva avrei ancora il 56k se fosse x il nostro governo e x telecom che invece di investire x migliorare il servizio pensa a pagare gli attori per gli spot pubblicitari..è una vergogna(o un classico all'italiana,se vi va..)
Commento # 4 di: Dave76 pubblicato il 10 Maggio 2011, 11:17
Originariamente inviato da: djstefy74
dicevo..essere penultimi come velocità sarebbe il meno,il problema è che non c'è proprio copertura!


Assolutamente d'accordo...chi se ne frega della velocità quando esiste ancora un eccessivo digital divide.
Commento # 5 di: nba78 pubblicato il 10 Maggio 2011, 11:23
Pensare che basterebbe tagliare ad esempio quei 21 MILIARDI DI EURO all'anno spesi per le auto blu e usarli per costruire una rete in fibra(da mantenere poi ovviamente pubblica)per balzare in pochi anni nelle prime posizioni in questa classifica,sognare è bello..........
Commento # 6 di: MastaHaze pubblicato il 10 Maggio 2011, 12:28
anche perchè su queste argomentazioni, senza entrare nei dettagli, puoi giusto sognare.
Commento # 7 di: Gian Luca Di Felice pubblicato il 10 Maggio 2011, 12:56
Originariamente inviato da: djstefy74
dicevo..essere penultimi come velocità sarebbe il meno,il problema è che non c'è proprio copertura!


Se tu avessi letto con attenzione la notizia, ti saresti accorto che si fa rifermento a medie di connessione! Il fatto di essere al penultimo posto in Europa testimonia proprio il digital divide presente nel nostro paese, perché c'è sicuramente chi è raggiunto da connessioni anche molto veloci, ma sono troppo pochi rispetto a chi è ancora raggiunto da connessioni molto lente...da cui la media
A conferma di tutto ciò, svetta il dato del 10% delle connessioni in grado di connettersi a oltre 5Mbps...una vergogna nel 2011 per un paese industrializzato come l'Italia!

Gianluca
Commento # 8 di: misocurdo pubblicato il 10 Maggio 2011, 14:57
Originariamente inviato da: djstefy74
abitando in un paese a 3km da posti come Gardaland o Caneva


Mi stupisco sempre del gran numero di veronesi presenti su questo forum..
Commento # 9 di: djstefy74 pubblicato il 10 Maggio 2011, 14:58
@gianluca

Sì ma possono fare pure le medie,in questo caso inutili,in mediaio con l'adsl(che non c'ènavigo a 0mb\s!..Mi sembra stupido contare nella media i 56k assieme a chi ha l'adsl,la media serve a limitare la brutta figura,invece che dire che mezzi non hanno copertura dicono che tutti navigano a 3mb..Come dicevo,siamo in Italia..il wimax che fine avrebbe fatto?!?avevano fatto il bando e c'erano i vincitori del concorso,avevano iniziato(avevano detto che iniziavano)la sperimentazione..sì,sai dove?tipo a Milano dove di sicuro non ci sono problemi di copertura con la linea dsl tradizionale..Mi scuso se mi infervoro ma dopo 3 anni di attese,domande,richieste ai comuni e risposte tipo..guarda che purtroppo a Telecom interessa niente di mettere o rinnovare una centrale x dare copertura nei paesi dove non ci sia già..e vedere ogni 10 minuti in tv gli spot che di sicuro costano + che aggiornare le linee,tg che annunciano fieri i milioni stanziati dal governo x migliorare le linee digitali(anche quelli chissà in che concessionaria sono andati a finire)..di quello che fa Telecom mi importa poco,anzi io la linea fissa l'ho tolta del tutto e grazie ad alcune aziende della zona alle quali interessa sicuramente di + offrire servizi utili invece che fare spot posso navigare in media con la velocità internet italiana
Commento # 10 di: djstefy74 pubblicato il 10 Maggio 2011, 15:00
@misocurdo

..dici xkè ce ne sono pochi o troppi di veronesi?
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »