Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Yamaha RX-A3040 e A2040 Dolby Atmos

di Emidio Frattaroli, pubblicata il 25 Giugno 2014, all 14:36 nel canale DIFFUSORI

“Il prossimo autunno, con un aggiornamento firmware, i due sintoampli Yamaha Aventage di fascia più alta saranno in grado di decodificare lo stream audio multicanale Dolby Atmos”

Questa mattina, dopo aver presentato la nuova gamma Aventage, Yamaha ha annunciato il pieno supporto alla codifica Dolby Atmos per i soli due modelli di punta: RX-A2040 ed RX-A3040. Il supporto sarà garantito da un aggiornamento firmware che verrà distribuito entro il prossimo autunno. Al momento non si hanno informazioni su ulteriori prodotti aggiornabili come il Pre multicanale CX-A5000.

Per maggiori informazioni:

Gamma Aventage; Dolby Atmos Support; Dolby Atmos Blog



Commenti (10)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Ale55andr0 pubblicato il 25 Giugno 2014, 16:44
cioè escono che hanno bisogno del nuovo firmware per l'atmos?
Commento # 2 di: Nordata pubblicato il 25 Giugno 2014, 17:02
Probabilmente lo standard Atmos per l'HT non è ancora stato definito in modo completo ed il progetto di questi pre non è stato certo fatto la settimana prima del loro rilascio, pertanto il firm adeguato verrà reso disponibile solo quando saranno disponibili le specifiche definitive.

In un'altra News viene annunciata solo ora la disponibiltà dello standard per i BD.
Commento # 3 di: Ale55andr0 pubblicato il 25 Giugno 2014, 17:05
grazie dell'info
Commento # 4 di: franco62 pubblicato il 25 Giugno 2014, 17:47
penso che a parte il Dolby Atmos siano abbastanza uguali a quelli dell'anno scorso. Ho notato però che i nuovi modelli sia Yamaha, sia Marantz hanno prezzo di listino di 100 euro in meno ai modelli dell'anno scorso. Ovviamente se uno acquista ora i modelli dell'anno scorso li pagherà meno ma a listino c'è stata una riduzione di 100 euro.
Commento # 5 di: Vasko62 pubblicato il 25 Giugno 2014, 21:00
Dolby Atmos

C'è una sala cinematografica a Mestre dotata di Dolby atmos ma ha 60 diffusori audio reali , questi amplificatori non mi sembra che abbiano 120 morsetti per i diffusori nel pannello posteriore ????? mah ?? ci vogliono vendere l'impossibile
Commento # 6 di: Mac Pro pubblicato il 25 Giugno 2014, 22:20
@Vasko62

MA QUESTI SONO PAZZI FURIOSI...degni di un immediato T.S.O. !!!

Diciamoci una buona volta la verità, lasciando da parte i vari OLED.LCD,LED curvi e i Mr. Kalibrator di turno: ma quanti fra noi hanno la saletta da attrezzare con il numero X.2.4.6.8...di casse da sfruttare per il Dolby Atmos e quanti hanno mogli,fidanzate,amanti,ragazze ecc. ecc. disposte a sopportare ( - per amore ? - ) tutto questo ?
per non dire dei sesterzi,fiorini,palanche insomma SOLDI per pagarsi questo ennesimo salto nel buio ATMOS-ferico stabile che denota lo Stato dell'Hi-Fi nel nostro scassatissimo paese ?

Ai posteri l'ardua sentenza...
Commento # 7 di: fabiooo pubblicato il 25 Giugno 2014, 22:57
Dolby atmos

Ho visto una foto della cabina di Mestre gli amplificatori occupano 3 armadi rack!!

Attenzione che NON si tratta di tanti piccoli amplificatori
Negli impianti Atmos dei cinema ogni singola cassa riceve su un canale separato una potenza simile a quella che negli impianti 5.1 o 7.1 viene usata per pilotare l'intero lato della sala!!!
Commento # 8 di: Nordata pubblicato il 26 Giugno 2014, 01:29
Fonte? Ovvero: dove l'hai letto?

Mi sembra che da standard Atmos preveda 105 dB per ogni diffusore nel punto di ascolto di riferimento (a due terzi della sala dallo schermo ed al centro orizzontalmente, come di consueto) però la potenza necessaria per ottenere tale livello dipende poi dalle dimensioni della sala e dall'efficienza dei diffusori.

Il numero di diffusori necessari non è obbligatoriamente 60 più 4 sub, ma varia da un minimo sino a tale massimo, il numero dei frontali retroschermo può variare da 3 (come è attualmente) a 5, mentre quello dei surround varia in base alla dimensioni della sala, ci sono dei grafici apposta per determinare tale numero.

Ciao
Commento # 9 di: Maxt75 pubblicato il 26 Giugno 2014, 07:08
Se dovessi andare ad intuito, il nostro Atmos casalingo non sarebbe altro che una rielaborazione fatta dal software in base al numero di diffusori posseduti.
In cui questa parola.. rielaborazione mi fa veramente sudare, e mi sta molto, molto, molto stretta. Al pari di molti DSP.
Commento # 10 di: fabiooo pubblicato il 26 Giugno 2014, 22:43
Ho letto una recensione su un forum di gente del settore...
Anche sul mio demolitore c'è scritto 105 db!