Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Velodyne Wi-Q: subwoofer wireless

di Nicola Zucchini Buriani, pubblicata il 12 Febbraio 2014, all 15:28 nel canale DIFFUSORI

“Il produttore statunitense ha lanciato una nuova serie di subwoofer, composta da due modelli reflex down-firing, woofer da 10” o 12”, erogazione pari a 390W o 450W e ricevitore wireless integrato”

Velodyne ha lanciato la nuova serie di subwoofer Wi-Q, composta da due modelli e dotati di woofer da 10” o 12”. Entrambi i modelli condividono la quasi totalità delle specifiche di base: si tratta di subwoofer con accordo reflex down-firing, dotati di equalizzazione e di quattro modalità di ascolto pre-impostate (Movies, R&B Rock, Jazz Classical e Games). Caratteristica peculiare è la presenza di un ricevitore wireless integrato, che permette, in combinazione con il WiConnect System, di utilizzare questi prodotti in modalità wireless. In sostanza è sufficiente dotarsi dell'apposito trasmettitore, da collegare all'amplificatore, per inviare il segnale senza fili. Vediamo le specifiche tecniche dei singoli modelli:

Wi-Q 10”

- Amplificazione: 390W picco dinamico, 195W RMS
- Auto On/Off
- Colore: nero
- Dimensioni: 44 x 38.7 x 43.2 cm
- Filtro passa-alto: 80 Hz, 6 dB/ottava
- Filtro passa-basso: 40 - 135 Hz regolabile (12 dB per ottava, 24 dB massimo)
- Controllo di fase: 0, 90, 180, 270 gradi
- Bobina: da 2" in rame a doppio strato

Wi-Q 12”

- Amplificazione: 450W picco dinamico, 225W RMS
- Auto On/Off
- Colore: nero
- Dimensioni: 46.8 x 41.6 x 45 cm
- Filtro passa-alto: 80 Hz, 6 dB/ottava
- Filtro passa-basso: 40 - 135 Hz regolabile (12 dB per ottava, 24 dB massimo)
- Controllo di fase: 0, 90, 180, 270 gradi
- Bobina: da 2" in rame a doppio strato

Il modello da 10” ha un prezzo indicativo di 800 dollari, mentre quello da 12” si dovrebbe attestare sui 900 dollari.

Per maggiori informazioni: Wi-Q Series

Fonte: Velodyne



Commenti (8)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: adslinkato pubblicato il 12 Febbraio 2014, 17:35
Considerata la banda limitatissima che devono riprodurre questi altoparlanti, mi sembra che questa idea vada sviluppata anche per quelli di maggiore caratura. Non sarebbe infatti indifferente poter fare a meno del cavo del segnale audio e ciò indubbiamente faciliterebbe la ricerca della posizione ideale in punti anche lontani dal resto dei componenti dell'impianto.
Commento # 2 di: lello pubblicato il 12 Febbraio 2014, 17:56
Ma occorre pur sempre collegarlo ad una presa di corrente, o no?
Commento # 3 di: adslinkato pubblicato il 12 Febbraio 2014, 17:59
Beh, sì, come tutti i sub amplificati...

Ma un conto è trovare una presa di corrente, un altro dover avere a disposizione la presa e portare il cavo audio...

Comunque Velo non è nuova ai sub wireless: ormai avrà accumulato una certa esperienza in merito...
Commento # 4 di: sasadf pubblicato il 12 Febbraio 2014, 20:04
Ma uno o due cavi...

....che differenza fa?!?!?

walk on
sasadf
Commento # 5 di: Danik pubblicato il 12 Febbraio 2014, 21:57
Molta

una presa di corrente la trovi, normalmente, in ogni angolo della casa. Se il sub lo vuoi/devi mettere dall'altra parte della sala rispetto al ricevitore?
Commento # 6 di: ligama pubblicato il 13 Febbraio 2014, 11:06
mhm ... le frequenze subsoniche, mi pare, siano omnidirezionali quindi la posizione del sub dovrebbe essere non materialmente rilevante. Mi spiego data una certa potenza del sub il flusso si diffonde nello stesso modo nell'ambiente ... corretto?
Commento # 7 di: adslinkato pubblicato il 13 Febbraio 2014, 14:12
Effettivamente più tagli in basso la frequenza massima somministrata al sub, più il suo posizionamento diventa meno individuabile.
In pratica prova a spostare il sub nell'ambiente di ascolto e avvertirai le differenze...!
Commento # 8 di: ilbeppe pubblicato il 13 Febbraio 2014, 15:47
Beh, a casa mia un sub wireless la farebbe eccome. Le pareti sono piene di prese di corrente, per cui potrei metterlo dove voglio, mentre oggi il cavo che lo collega all'ampli mi limita notevolmente.