Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

James Cameron: il 3D va girato in 3D

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 12 Dicembre 2008, all 10:44 nel canale CINEMA

“Il regista americano, attualmente impegnato nella lavorazione dell'attesissimo "Avatar" - film interamente girato con cineprese 3D che uscirà nel 2009 - si scaglia contro coloro che girano i film in 2D per poi "trasformarli" in 3D in post-produzione”

Tim Burton sta attualmente lavorando al remake di "Alice nel Paese delle Meraviglie", una produzione che una volta ultimata verrà distribuita anche in versione digitale 3D per le sale predisposte. Per questo film il regista ha comunque scelto di effettuare le riprese in tradizionale 2D, per poi convertirlo in 3D in post-produzione. Secondo il produttore del film Richard D. Zanuck, lo spettatore non sarà assolutamente in grado di percepire differenze di coinvolgimento tra questo film "convertito" e le produzioni nativamente riprese in 3D, come il nuovo attesissimo lavoro di James Cameron "Avatar" che uscirà il prossimo anno.

Ma proprio il regista di Terminator, True Lies, Aliens e Titanic è invece un convinto sostenitore delle riprese in 3D nativo e ha apertamente criticato la scelta di convertire in post-produzione un film in 3D. In occasione del "3D Entertainment Summit" che ha avuto luogo qualche giorno fa a Los Angeles, James Cameron se l'è presa (dialetticamente) direttamente proprio con Tim Burton e più in generale con l'industria cinematografica intenta a proporre film in 3D anche su supporti DVD e Blu-ray. Attualmente, la diffusone del 3D in Home Video viene affidata all'utilizzo di occhialetti con sistema anaglifo (i classici occhialetti rosso e blu) e secondo Cameron questo rischia di essere nocivo alla democratizzazione dell'esperienza tridimensionale soprattutto se confrontata con quanto fruibile nelle sale cinematografiche digitali predisposte.

Ricordiamo che James Cameron è uno dei precursori delle riprese in 3D, avendo partecipato in prima persona allo sviluppo della 3-D Fusion Camera System, cinepresa utilizzata dallo stesso regista proprio per le riprese di "Avatar" e già vista all'opera con il concerto "U2 3D" e il film "Viaggio al centro della Terra" (e già disponibile in Blu-ray in USA proprio con occhialetti anaglifi). Il produttore del film di Burton si è difeso dicendo che produrre un film in 3D nativo ha ancora oggi dei costi proibitivi e questo ha indotto il regista a optare per la "conversione". Tra l'altro questa tecnica è già stata utilizzata da Tim Burton per la riedizione cinematografica di "Nightmare Before Christmas 3D" (devo dire però che il risultato non mi ha totalmente entusiasmato, n.d.r.).

Il 3D costituisce indubbiamente una tappa molto importante nell'avvenire e lo sviluppo del cinema digitale e nei prossimi mesi avremo modo di giudicare con i nostri occhi se tra le due scelte vi siano effettivamente differenze significative o meno. Personalmente mi fido molto del giudizio di James Cameron, che vorrà forse portare acqua al proprio mulino in questo momento, ma indubbiamente uno dei registi più attenti alle innovazioni e all'esperienza (entertainment) cinematografica a 360°.

Fonte: HD Numérique



Commenti (10)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Highlander pubblicato il 12 Dicembre 2008, 11:11
Completamente d'accordo

Il vero 3D deve essere girato in 3D.

Anche in Audio, un conto è avere un missaggio con multicanale nativo a canali discreti , un altro è up-mixare e ricreare la sensazione del multicanale ..
Commento # 2 di: StarKnight pubblicato il 12 Dicembre 2008, 11:22
Come fai a trasformare un singolo fotogramma 2D in un doppio fotogramma 3D ?

E' impossibile. Semplicemente ti manca un'informazione. Se non riprendi lo stesso soggetto nello stesso istante da due angolazioni leggermente sfalsate non c'è modo di ricreare l'informazione persa se non tramite interpolazione... che poi è quello che hanno usato per Nightmare Before Christmas ma con risultati deludenti se paragonati a film 3D nativi come quello degli U2, il trailer di Viaggio Al Centro Della Terra o il recente Bolt.

Il 3D va girato (o calcolato per i film in CGI) in 3D. Punto.
Commento # 3 di: Vince 15 pubblicato il 12 Dicembre 2008, 12:37
Vedo che siamo tutti daccordo. 3D in 3D.

Io ho visto Nightmare Before Christmas in 3D all'arcadia...e chiaramente è stato portato in 3D in un secondo memento. Beh, la differenza si vede.

Viva cameron... e interessante la foto della camera stereo. Finalmente la vedo.
Commento # 4 di: MauMau pubblicato il 12 Dicembre 2008, 14:37
io sono più possibilista.
Secondo me l'importante è che il film venga pensato in 3D, cioè avendo in mente quegli effetti che verranno poi visti dallo spettatore e che evidentemente non esistono nel mondo 2D.

Le riprese potrebbero venire effettuate normalmente e poi riprocessate digitalmente per creare l'effetto voluto, integrandole con effetti 3D in CG.

Non so se il risultato finale sia altrettanto valido delle riprese in puro 3D, ma per qualcuno potrebbe bastare, soprattutto se ci sono limiti di budget.
Commento # 5 di: paolodt pubblicato il 12 Dicembre 2008, 14:39
Vince, Starknight e Highlander... vi quoto in pieno!

Cameron ha assolutamente ragione!
Commento # 6 di: wolfhask pubblicato il 12 Dicembre 2008, 18:45
Cameron è stato un precursore su molte cose parlando di cinema...chissà che questo 3D sia la volta buona che riesca a staccarmi dal mio VPR per andare al cinema...GGGGRRRRR quanto odio i disturbatori delle sale. :-(
Commento # 7 di: Highlander pubblicato il 12 Dicembre 2008, 19:02
Si... per una stagione o 2 al massimo, visto che in tempi relativamente brevi si andrà di 3D anche nel Consumer
Commento # 8 di: koshien pubblicato il 12 Dicembre 2008, 20:02
Originariamente inviato da: Highlander
visto che in tempi relativamente brevi si andrà di 3D anche nel Consumer


Come non quotare
Link ad immagine (click per visualizzarla)
A riguardo vi segnalo una discussione che ho aperto che offre qualche spunto interessante sulla situazione: http://www.avmagazine.it/forum/showthread.php?t=122601
Commento # 9 di: Steven pubblicato il 12 Dicembre 2008, 20:36
Si ma l'importante e' che sia in stereoscopia ,senza uso di occhialetti ed amenita' varie....sara' cosi' nei cinema 3D quando uscira' AVATAR ?!
Xche' nel mercato consumer tra circa 1 anno(forse meno) JVC introdurra' un VPR di codesta tecnologia :P
Stai a vedere che x la prima volta il mercato consumer sara' + all'avanguardia!sperem
Commento # 10 di: koshien pubblicato il 23 Dicembre 2008, 02:02
Appena letto un commento interessante a riguardo...
Shooting 3D is great when you want reality. I don't want to just see realistic films. Conversion allows you to control 3D showing something other than reality; your dreams, your nightmares. I want to see things that do not exist in the real world. Color cameras shoot the sky as blue... I might not want the sky to be blue. For storytelling, conversion is more flexible.