Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Due giorni, una notte

di Alessio Tambone, pubblicata il 22 Ottobre 2014, alle 09:31 nel canale CINEMA

“Marion Cotillard e i fratelli Dardenne raccontano la crisi dietro il licenziamento di una giovane madre. Un grande successo dell'ultimo Festival di Cannes, privo di inutile retorica”

- click per ingrandire -

Sandra è una giovane mamma belga in procinto di perdere il posto di lavoro. La causa è una politica di bonus verso i colleghi che di fatto abbassa l'importo disponibile per gli stipendi della sua azienda, causando il suo licenziamento.

Sandra, aiutata dal marito, avrà solo un weekend - appunto i due giorni e la notte del titolo - per raggiungere i colleghi e convincerli a rinunciare al loro bonus monetario per salvare il suo posto di lavoro.

Tematica tremendamente attuale, con le politiche del lavoro al centro delle polemiche e i lavoratori schiacciati tra crisi, licenziamenti e ammortizzatori sociali. Un film incantevole, che sfrutta l'empatia con la protagonista raccontando, senza cadere nel patetico, uno dei grandi problemi della società moderna.

La pellicola è scritta e diretta dai fratelli Dardenne, che tornano sul grande schermo a tre anni di distanza dall'altrettanto buono Il ragazzo con la bicicletta.

Da non perdere la toccante interpretazione del premio Oscar Marion Cotillard. Il film è stato accolto molto positivamente all'ultimo Festival di Cannes, ma purtroppo ne è uscito a mani vuote.

Il film sarà distribuito in Italia a partire dal prossimo 13 novembre con firma Bim Distribuzione.



Commenti