Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

DTS:X

di Riccardo Riondino, pubblicata il 31 Dicembre 2014, all 14:49 nel canale CINEMA

“DTS ha annunciato la tecnologia di codifica di prossima generazione”

DTS Inc. ha annunciato il nuovo codec DTS:X, definito il successore del DTS-HD Master Audio. Attualmente non sono disponibili dettagli sulle specifiche, che verranno rilasciate in occasione della presentazione ufficiale, fissata per marzo 2015. Quasi il 90% dei produttori di processori e sintoamplificatori AV. si sono già accordati, per includere, a partire dal 2015, il nuovo formato nei propri apparecchi. La lista comprende Anthem, Denon, Integra, Krell, Marantz, McIntosh, Onkyo, Outlaw Audio, Pioneer, Steinway Lyngdorf, Theta Digital, Trinnov Audio, e Yamaha, ma verrà sicuramente integrata da altri marchi nei prossimi mesi. Ovviamente il supporto al DTS:X riguarda anche l'integrazione nei DSP dei principali produttori, fra cui Cirrus Logic, Analog Devices e Texas Instruments.

DTS è stata fondata con l'obiettivo di migliorare il mondo dell'audio attraverso la costante innovazione. DTS: X è il risultato di anni di sviluppo all'avanguardia nel settore dell'audio "object based" e riflette il nostro continuo impegno ad offrire agli ascoltatori esperienze audio incredibilmente immersive", ha dichiarato Jon Kirchner, Presidente e CEO di DTS, Inc." Mediante l'integrazione della tecnologia DTS: X in una vasta gamma di prodotti home AVR, i nostri partner porteranno l'esperienza di ascolto ad un altro livello. Non vedo l'ora di condividere maggiori dettagli al lancio ufficiale del DTS:X a marzo "

Per ulteriori informazioni: www.dts.com

Fonte: Global Results Communications



Commenti (21)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: pela73 pubblicato il 31 Dicembre 2014, 15:01
Tutto bello ma se poi a noi ci propinano il solito Dolby Digital nei bluray.

Bisognerebbe mandare la petizione per l'audio in HD anche a quelli della DTS.
Commento # 2 di: gio1981 pubblicato il 31 Dicembre 2014, 15:28
appunto !!x noi ci sarà il solito dolby digital, cmq che sarebbe sto DTS X ?? la risposta a Dolby Atmos ??
Commento # 3 di: Riccardo Riondino pubblicato il 31 Dicembre 2014, 16:36
Dalle poche info disponibili sembrerebbe proprio di sì, visto che viene definito object-based, in grado quindi di gestire oggetti audio all'interno del campo sonoro, concetto simile al Dolby Atmos
Commento # 4 di: e.frapporti pubblicato il 31 Dicembre 2014, 16:55
Originariamente inviato da: pela73;4310731
Tutto bello ma se poi a noi ci propinano il solito Dolby Digital nei bluray.


Originariamente inviato da: gio1981;4310751
appunto !!x noi ci sarà il solito dolby digital, ...


Si ok i soliti commeti letti già mille volte a proposito del D. Atmos! Esattamente quelli che mi aspettavo quando ho letto la notizia .
Per carità, non vi si può dar torto ma ormai è diventato noioso anche leggere queste lamentele ...

Per tornare in topic: aspetto con curiosità le specifiche ... perchè sul sito ufficiale DTS non ho trovato traccia della codifica X invece ho letto della NeoX quindi un'evoluzione del Neo6 suppongo. Avevo fretta e poco interesse per cui non ho approfondito ...
Commento # 5 di: Bolero pubblicato il 31 Dicembre 2014, 17:26
Domanda da niubbo..
Ma se uno prende un film con questa nuova codifica audio e non possiede ne il lettore e nemmeno l'amplificatore in grado di riconoscerla.. cosa succede?
Commento # 6 di: wercide pubblicato il 31 Dicembre 2014, 17:46
Originariamente inviato da: Bolero;4310806
cosa succede?

Il Dolby Atmos contiene al suo interno anche le tracce 7.1 e 5.1, quindi non c'è nessun problema per la riproduzione, tutto si adatta al tuo impianto.

Il DTS:X non lo conosco molto bene, quindi non posso darti un'informazione certa, ma credo che anche lui conterrà le tracce con meno canali, oppure nel disco ci sarà un'altra traccia audio separata 7.1 o 5.1.
Commento # 7 di: pela73 pubblicato il 31 Dicembre 2014, 17:55
Originariamente inviato da: e.frapporti;4310797
Per carità, non vi si può dar torto ma ormai è diventato noioso anche leggere queste lamentele ..[CUT]


Hai perfettamente ragione ma alla fine è la triste verità.

La soluzione sarebbe farsi un bel corso d'inglese e vedere i film in originale
Commento # 8 di: IukiDukemSsj360 pubblicato il 31 Dicembre 2014, 18:05
Ben Venga un nuovo DTS se retrò compatibile come per l'Atmos, col DTS Master Audio, con gli ampli sprovvisti della nuova codifica X

speriamo che un giorno in DTS-HD MA anche solo 5.1 sia più frequente nei dischi delle grandi meajor che ci trattano davvero male, come fanalino di coda tra i paesi dell'EU, nonostante il formato blu-ray disc sia sul mercato da diversi anni ormai.. se solo sony, quando creò lo standard BD avesse messo come clausola obbligatoria la presenza della traccia lossless sia per la lingua originale che per quella del lingua di ciascun paese, forse avremmo avuto anche il True HD ed il Master Audio nella nostra lingua, e anche vero che su film che superano le 2 ore, sarrebbe difficile includre 4 o 5 lingue, con Dolby o DTS HD a 16-bit, che in media richiede circa 2000Kbps di banda al sec, per ciascuna traccia lossless 5.1
Commento # 9 di: sanosuke pubblicato il 31 Dicembre 2014, 18:40
tutto figo ma e' un po' come quando telecom mi dice che si sono fatti passi avanti enormi con la fibra e adesso le connessioni volano.
Eccerto ma DOVE? Sempre nei soliti posti e gli altri si attaccano.
Se nn ne possono usufruire tutti ma solo una parte risicata ( nemmeno troppo considerato il mercato di appartenenza alla fine ) cosa volete che mi cambi avere 5 canali o 50 in audio HD?
Attualmente la traccia che va per la maggiore in casa nostra e' il DD e il DTS ( manco sempre fullrate ) robe di un lustro fa' insomma,a fronte di un video eccezionale oramai ( per forza quello e' comune senno pure quello ci beccavamo storpiato )
L'audio per me e' partita persa nei film e nn credo andremo a migliorare ANZI.
Commento # 10 di: maxrenn77 pubblicato il 31 Dicembre 2014, 18:57
Sono d'accordo con Sanosuke,non penso che l'evoluzione dell'audio multicanale passerà per le tracce localizzate (in special modo l'italiano data la situazione attuale).Detto questo sono molto curioso di vedere cosa tirerà fuori DTS,anche se come sempre installazioni con millemila canali reali sono difficoltose per la maggior parte degli appassionati a meno di avere salette dedicate abbastanza grandi.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »