Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter
300 - L'alba di un Impero
300 - L'alba di un Impero
Otto anni dopo “300” il secondo film sull'epico scontro tra Grecia e Persia avvenuto nel 480 A.C. Distribuzione Warner Bros Home Entertainment
Top Vendite HD: agosto 2014
Top Vendite HD: agosto 2014
Classifica dei 10 Blu-ray più venduti nel mese di agosto, una puntuale elaborazione Univideo su dati GFK che racchiude le maggiori vendite in alta risoluzione dello scorso mese
Grand Budapest Hotel
Grand Budapest Hotel
Dal fine visionario Wes Anderson l'avventura di un originale Concierge, tra gerontofilia e una ricca eredità. Distribuzione 20th Century Fox Home Entertainment
Tutti gli articoli Tutte le news

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 15 di 32
  1. #1
    Data registrazione
    Jan 2002
    Località
    Inveruno (MI) Italy
    Messaggi
    8.414

    Dimensioni ideali dell'ambiente :


    Indipendentemente dalle propie possibilita' quali sono per voi le dimensioni ideali di un ambiente dedicato alla riproduzione audio e per quale motivi ?

    Meglio piccolo, medio o grande ?

    Un piccolo locale secondo voi quali vantaggi e svantaggi ha rispetto ad un locale piu' ampio ?


    Saluti
    Marco

  2. #2
    Data registrazione
    Feb 2002
    Località
    comunità collinare Alto Astigiano, Italia
    Messaggi
    1.702
    Grande.
    Se si possono avere dimensioni superiori alla massima lunghezza d'onda da riprodurre, ridurremo anche le affezioni apportate dall'ambiente stesso: ipotizzando che l'ambiente sia comunque opportunamente trattato, il fatto che le pareti siano distanti, se non risultano terribilmente riflettenti, sara` piu` un vantaggio che uno svantaggio.
    Personalmente, specie in presenza di strumenti acustici registrati correttamente, ho sempre trovato piu` facile illudermi di essere in presenza dello strumento reale ascoltando sistemi operanti in ambienti molto grandi, piuttosto che molto piccoli.
    Ottima la osservazione di Lino in altro thread: ammesso di non aver capito male le sue parole, mi sembrava dichiarasse come un sistema audio all'aria aperta risulti piu` "naturale" di uno al chiuso, e sono perfettamente d'accordo.
    Scendendo di dimensioni, invece, arriviamo all'effetto "abitacolo automobilistico", che non puo` certo giovare alla correttezza della riproduzione.
    Ciao
    ...Una scrivania pulita ed ordinata e` il primo sintomo di una mente malata...

  3. #3
    Data registrazione
    Jan 2002
    Località
    Inveruno (MI) Italy
    Messaggi
    8.414
    Ciao Andrea come va ?

    Magari ti mando un pm per aggiornarti sulla situazione ( nonostante l'ormai cronica mancanza di tempo c'e' qualche novita' su diversi fronti ........).

    Per il locale dici bene grande, condivido la tua opinione anche se purtroppo poi ci si deve spesso accontentare di dimensioni "medie" con tutti i problemi che ben conosci ma ancora capace di creare un adeguato "scenario" o piccolo, meno problematico per alcuni versi ma sicuramente meno realistico.

    Circa l'ambiente aperto e' sicuramente un'alternativa interessante, pero' se devi ricreare un'orchestra a volume decente penso sia necessaria una bella potenza o sbaglio ?

    Ho aperto questo thread anche perche' leggendo nel forum ho visto che molti per ovviare a risonanze finiscono per frazionare il locale e quindi mi chiedevo ?

    Meglio eliminare le risonanze con i metodi "alternativi" che noi ben conosciamo sfruttando completamente tutto lo spazio che abbiamo a disposizione oppure il contrario ?

    Saluti
    Marco

  4. #4
    Data registrazione
    Feb 2002
    Località
    comunità collinare Alto Astigiano, Italia
    Messaggi
    1.702
    Ciao, Marco,
    so bene cosa significhi essere straimpegnati...

    La tua domanda era posta "indipendentemente dalle disponibilita`", e in tale ottica ti ho dato il mio parere.
    Se sia meglio un approccio di tipo A o B, credo solo le circostanze ed il gusto personale possano dare un indirizzo di qualche tipo.
    Il mondo dell'audio, come quello del video, e` un terreno di compromessi, e l'Ultima Thule non c'e`: si tratta di cercare di indirizzare le proprie scelte in modo da soddisfare i propri gusti con un approccio razionale.
    Mirko preferisce un certo tipo di timbro, o sonorita` globale, accettando di non poter sentire una rullata di timpani o le cannonate della "grande porta di Kiev" in modo realistico, e fa bene: ha trovato quello che per lui rappresenta il miglior compromesso.
    A me piace molto l'alta dinamica, vuoi per le mie preferenze musicali vuoi per altre ragioni, ma desidero comunque una riproduzione fedele: ho scelto un altro tipo di compromesso.
    Certo il mio sistema non potra` riprodurre la sensazione di essere in prima fila ad un concerto degli Stones come chi scegliesse di utilizzare tre Klipschorn per canale, ma sarebbe, di nuovo, un altro tipo di compromesso.
    Tutto qua.
    Se la si piantasse di voler per forza convincere che il proprio sitema suona necessariamente meglio di quello del vicino, si litigherebbe assai di meno: basta un po` di apertura mentale, senza rifiutare a priori cose che non si sono gia` vissute sulla propria pelle, e senza pretendere che tutti quanti sentiamo le stesse cose.
    Ho sempre ripetuto, ad esempio, che io non sono mai stato in grado di distinguere il cavo A dal cavo B, e quindi me ne frego altamente: per il momento, dato che le misure (che sono oggettive) non sono in grado di spiegare il perche` e, soprattutto, se cio` sia effettivamente udibile, mi permetto di restare del mio parere, e cioe` che chi ritiene di poter fare tali distinzioni sia piu` che altro soggetto ad un fenomeno di suggestione, ma non mi sogno certo di creare proseliti o sostenere che sia impossibile...se un giorno qualcuno mi dimostrera` il contrario, vorra` solo dire che i miei padiglioni auricolari non sono raffinati quanto i suoi.

    Ambiente grande o piccolo, quindi? Non si puo` dire a priori: in teoria, neanche se disponessimo dell'ensemble di musicisti disponibili ad eseguire per noi il pezzo specifico li`, dal vivo, si potrebbe stabilire in assoluto se sia meglio l'una o l'altra cosa, figuriamoci con un impianto fatto di fili, transistor, resistenze e condensatori...Il sistema che sto realizzando rende alla grande con l'orchestra sinfonica, ma sara` magari non altrettanto performante in caso di musica cameristica: ma personalmente non ascolto mai e poi mai musica da camera, per cui perche` preoccuparmene?

    Ti ripeto, il mio gusto mi ha spinto ad abbattere pareti nella casa in Italia ed a cercarne una con un salone esagerato qui negli usa, ma ho dovuto accettare dei compromessi, che non necessariamente potrebbero andare bene per tutti!

    Per ragioni meramente estetiche, quando posso farlo senza inaccettabili perdite di qualita`, prediligo trattare il segnale piuttosto che l'ambiente in se`, perche` preferisco ascoltare in una stanza che mi sia esteticamente molto gradevole piuttosto che in un ambiente acusticamente perfetto ma poco accogliente od appagante per gli altri sensi.
    Per quanto riguarda il ricreare un campo sonoro all'aperto, si`, certo, ci vuole una considerevole potenza, o quantomeno notevolmente superiore a quella necessaria al chiuso, soprattutto al di sotto dei 120/150 hertz, venendo a mancare il caricamento acustico dell'ambiente chiuso...che ci vuoi fare? E` un mondo difficile, cantava Capossela....
    Ciao
    Ultima modifica di barbara aghemo; 21-06-2003 alle 02:05
    ...Una scrivania pulita ed ordinata e` il primo sintomo di una mente malata...

  5. #5
    Data registrazione
    Aug 2002
    Località
    Pesaro
    Messaggi
    2.516
    andrea aghemo ha scritto:
    Mirko preferisce un certo tipo di timbro, o sonorita` globale, accettando di non poter sentire una rullata di timpani o le cannonate della "grande porta di Kiev" in modo realistico, e fa bene: ha trovato quello che per lui rappresenta il miglior compromesso.
    A me piace molto l'alta dinamica, vuoi per le mie preferenze musicali vuoi per altre ragioni, ma desidero comunque una riproduzione fedele: ho scelto un altro tipo di compromesso.
    La mia ricerca è la timbrica comè dal vivo e sono certo che con il mio impianto si avvicina molto. Il basso come ho cercato di spiegarvi non è da sub, ma è molto veloce preciso e non colorato( cassa chiusa ). Circa la stanza io ho 320x280 solo per l'impianto con quattro file di tub traps agli angoli. Le pareti non le sento mi sento immerso in un teatro o una chiesa o all'aperto, dipende dal disco.
    Ciao Mirko

    Impianto

  6. #6
    Data registrazione
    Jan 2002
    Località
    Parigi with the sea!
    Messaggi
    1.890
    Magari seguendo la regola aurea degli Egizi.....
    Saluti
    Luca

  7. #7
    Data registrazione
    Jan 2002
    Località
    Inveruno (MI) Italy
    Messaggi
    8.414
    Mirko ha scritto:
    La mia ricerca è la timbrica comè dal vivo e sono certo che con il mio impianto si avvicina molto. Il basso come ho cercato di spiegarvi non è da sub, ma è molto veloce preciso e non colorato( cassa chiusa ). Circa la stanza io ho 320x280 solo per l'impianto con quattro file di tub traps agli angoli. Le pareti non le sento mi sento immerso in un teatro o una chiesa o all'aperto, dipende dal disco.
    Mirko,

    Ma hai provato a sentire uno sweep completo da 20Hz. in su dalla posizione di ascolto ed a volume normale ?

    Sii onesto dicci cosa senti : da che frequenza senti il volume normale, se ci sono buchi, rigonfiamenti etc etc

    Saluti
    Marco

  8. #8
    Data registrazione
    Aug 2002
    Località
    Pesaro
    Messaggi
    2.516
    Microfast ha scritto:
    Mirko,

    Ma hai provato a sentire uno sweep completo da 20Hz. in su dalla posizione di ascolto ed a volume normale ?

    Sii onesto dicci cosa senti : da che frequenza senti il volume normale, se ci sono buchi, rigonfiamenti etc etc

    Saluti
    Marco
    Prenderò un disco prova per farti contento. I buchi non li ho fino dove arriva arriva le subsoniche le lascio a voi. L'altro giorno è venuto un amico che ha dato via un impianto simile al mio e ha comprato le b&w 803, le sue parole: Adesso sento più bassi ma quella timbrica e raffiatezza, scena e coinvolgimento non c'è l'ho più.
    Ciao Mirko

    Impianto

  9. #9
    Data registrazione
    Aug 2002
    Località
    Pesaro
    Messaggi
    2.516
    LucaV ha scritto:
    Magari seguendo la regola aurea degli Egizi.....
    Saluti
    Luca
    Mi sa che vai a gold anche tu o sbaglio?
    Ciao Mirko

    Impianto

  10. #10
    Data registrazione
    Jan 2002
    Località
    Inveruno (MI) Italy
    Messaggi
    8.414
    Mirko,

    Piu' che fare contento me, dovresti essere contento tu se in qualche modo puoi ancora migliorare o essere ancora piu' certo che veramente e' tutto a posto.

    Non siamo qui per fare a gara, ma per scambiarci opinioni, informazioni, esperienze con l'unico fine di migliorare.

    Indipendentemente dalla qualita' dei diffusori una cosa e' certa, i bassi tanto cari a molti di noi, a causa dell'ambiente possono "appannare" e "coprire" il resto della gamma.

    Se li elimini puo' sembrare di rendere piu' "chiara" la riproduzione, ma non fai altro che "equalizzare" il segnale "tirando" giu' i primi slides eliminando di fatto una parte dello stesso.

    Puo' darsi che il tuo amico semplicemente con dei diffusori che scendono piu' in basso stia sperimentando questi problemi, che prima non erano messi in luce.

    Se le tue casse hanno veramente una resa cosi' eccellente mi chiedo perche' non completarle in basso ? ( ovviamente evitando i problemi sopra descritti ).

    Ancora una volta esprimo la mia convinzione che prendere come riferimento un'ottima cuffia che non puo' soffrire dei problemi dell'ambiente puo' essere un'ottima idea.

    Saluti
    Marco

  11. #11
    Data registrazione
    Jun 2003
    Località
    hotbird 13 est
    Messaggi
    73

    ambiente

    sono convinto che generalizzare è un grande errore prendiamo il caso di un ambiente piccolo e di forma cubica magari con parecchie onde stazionarie 3X3X3 se si vuole avere un buon suono sicuramente sono piu indicati dei diffusori di piccole dimenzioni per non sentire un suono rimbombante .caso 2 ambiente grande diffusori grandi che scendono molto in frequenza ma diffusori messi ad angolo sicuramente anche in questo caso ci sara un suono rimbombante sicurammente se spostiamo i diffusori avremo un suono migliore .poi se facciamo un arredamento misto (mobili/tende/tappeti /quadri/libri ecc ecc) magari facciamo anche un trattamento con tubetraps o simili lo stesso ambiente sicuramente avra un suono migliore .nel mio caso specifico ambiente medio piccolo ho disposti i diffusori distanziati dai angoli circa 70 cm stessa cosa per la parete posteriore tube traps ho cercato di curare arredamento ed ho cercato di mettere a punto l'impianto in ambiente mettendo cavi ,mobili,accessori che valorizzessero i pregi e non i difetti comunque sono molti anni che lavoro per avere un suono nel mio ambiente mogliore possibile dato ghe non esistono ambienti ideali a meno che non sono concepiti per questa funzione sicuramente la strada migiore sono lunghe giornate di prova indifferentemente se l'ambiente è piccolo medio o grande
    ciao troglos

  12. #12
    Data registrazione
    Jan 2002
    Località
    Inveruno (MI) Italy
    Messaggi
    8.414

    Re: ambiente

    troglos ha scritto:
    sono convinto che generalizzare è un grande errore prendiamo il caso di un ambiente piccolo e di forma cubica magari con parecchie onde stazionarie 3X3X3 se si vuole avere un buon suono sicuramente sono piu indicati dei diffusori di piccole dimenzioni per non sentire un suono rimbombante .caso 2 ambiente grande diffusori grandi che scendono molto in frequenza ma diffusori messi ad angolo sicuramente anche in questo caso ci sara un suono rimbombante sicurammente se spostiamo i diffusori avremo un suono migliore .poi se facciamo un arredamento misto (mobili/tende/tappeti /quadri/libri ecc ecc) magari facciamo anche un trattamento con tubetraps o simili lo stesso ambiente sicuramente avra un suono migliore .nel mio caso specifico ambiente medio piccolo ho disposti i diffusori distanziati dai angoli circa 70 cm stessa cosa per la parete posteriore tube traps ho cercato di curare arredamento ed ho cercato di mettere a punto l'impianto in ambiente mettendo cavi ,mobili,accessori che valorizzessero i pregi e non i difetti comunque sono molti anni che lavoro per avere un suono nel mio ambiente mogliore possibile dato ghe non esistono ambienti ideali a meno che non sono concepiti per questa funzione sicuramente la strada migiore sono lunghe giornate di prova indifferentemente se l'ambiente è piccolo medio o grande
    ciao troglos
    Quello che dici non fa una grinza; io aggiungo solo che dove non ci arrivi con i metodi classici ( quelli da te indicati ) oggi lo si puo' ottenere con il trattamento digitale ( adattissimo propio ad eliminare risonanze e rimbombi ) ed evitare cosi' di rinunciare a casse che rendono bene nelle basse frequenze.

    Io nel mio caso, ambiente medio ( 9x4,3x2.35 ), purtroppo con soffitto basso ho risolto brillantemente la situazione propio in questo modo.

    Ho cosi' una buona resa da 20 Hz. in su.

    Saluti
    Marco

  13. #13
    Data registrazione
    Aug 2002
    Località
    Pesaro
    Messaggi
    2.516

    Re: Re: ambiente

    Microfast ha scritto:
    Quello che dici non fa una grinza; io aggiungo solo che dove non ci arrivi con i metodi classici ( quelli da te indicati ) oggi lo si puo' ottenere con il trattamento digitale ( adattissimo propio ad eliminare risonanze e rimbombi ) ed evitare cosi' di rinunciare a casse che rendono bene nelle basse frequenze.

    Io nel mio caso, ambiente medio ( 9x4,3x2.35 ), purtroppo con soffitto basso ho risolto brillantemente la situazione propio in questo modo.

    Ho cosi' una buona resa da 20 Hz. in su.

    Saluti
    Marco
    Hai mobilia? Le casse a che disanza dalle pareti,trà loro e dal punto d'ascolto?
    Ciao Mirko

    Impianto

  14. #14
    Data registrazione
    Jan 2002
    Località
    Inveruno (MI) Italy
    Messaggi
    8.414

    Re: Re: Re: ambiente

    Mirko ha scritto:
    Hai mobilia? Le casse a che disanza dalle pareti,trà loro e dal punto d'ascolto?
    Certamente, diverse librerie piene di libri a volonta', divano/poltrone ultraimbottito, tappeti, doppie tende sulle finestre ( seminterrato ), tutte le pareti, il soffitto e il pavimento trattati con un leggereo strato di polistirolo e poi rivestite di tapison francese rasato ( industruttibile e come nuovo dopo oltre 25 anni ).

    Non ho assolutamente problemi di riverbero e di prime riflessioni.

    Insomma non sarebbe male se non ci fossero le risonanze propie del locale.

    La distanza dalle pareti di fondo e' abbondante ( oltre un metro ) e tra le due casse come pure il punto di ascolto circa 3,2 mt.

    Comunque con l'equalizzazione le distanze sono relativamente importanti.

    Con un'equalizzazione totale tramite DRC si ottengono i migliori risultati lasciando le casse il piu' vicino possibile alle pareti.

    Saluti
    Marco

  15. #15
    Data registrazione
    Aug 2002
    Località
    Pesaro
    Messaggi
    2.516

    Io invece le ho 1,20 dalla parete di fondo 70 dalle laterali e tra loro 1,40 il punto d'asolto è a 1.50. Nella stanza oltre ai tubi non ho niente, solo contenitori bassi per i dischi, le valvole e gli altri apparecchi. Pero ho provato a togliere tutto ed è meglio più ambienza. Circa i tubi prima li avevo al centro dietro le casse e ai lati per le prime riflessioni, ho tolto tutto e ho avanzato un po' quelli ad angolo dietro, ora la musica è meno costruita più naturale, prima era più a fuoco, ora gira di più.
    Ciao Mirko

    Impianto

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu NON puoi inviare nuove discussioni
  • Tu NON puoi inviare risposte
  • Tu NON puoi inviare allegati
  • Tu NON puoi modificare i tuoi messaggi
  •