Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

LCD 1080p Panasonic PT-AE1000

di Gian Luca Di Felice , Emidio Frattaroli , pubblicato il 31 Luglio 2007 nel canale PROIETTORI

“Già disponibile sul mercato da diversi mesi, il PT-AE1000 è uno dei primi videoproiettori Full HD con tecnologia 3LCD apparsi sul mercato ed è caratterizzato da versatilità e dotazioni tecniche che gli consentono di confrontarsi ad armi pari con i migliori concorrenti con tecnologia DLP”

Esterno e connessioni

Sulla scia del modello PT-AE900 con risoluzione 720p, il gruppo giapponese annunciò a fine 2006 l'arrivo del PT-AE1000, il primo proiettore 3LCD dotato delle matrici TFT Seiko-Epson da 0,74" con risoluzione Full HD. Il nuovo modello è stato totalmente rinnovato e ad una prima occhiata salta subito all'occhio l'ingombro aumentato dello châssis, nonché il peso raddoppiato rispetto al Panny 900, studiato per migliorare la dissipazione della lampada e conseguentemente abbassare la rumorosità di esercizio.

Ora l'obiettivo è stato posto esattamente al centro del frontale (prima era decentrato sulla destra), mentre il joystick che consentiva lo shift verticale e orizzontale della lente è stato sostituito da due comodi pomelli circolari (uno per lo shift verticale, l'altro per quello orizzontale) posti a filo del cabinet nella parte superiore del proiettore. Agli estremi del frontale trovano ora posto le feritoie per l'espulsione del calore, mentre sul lato destro (guardandolo da davanti) è alloggiata tutta la pulsantiera per i controlli manuali, nascosta dietro ad uno sportello.

Spostandoci sul retro troviamo 2 ingressi HDMI (in versione 1.1) in grado di accettare segnali fino a 1080p (50, 60, 24p), un D-Sub 15 pin e un component (entrambi in grado di accettare segnali fino a 1080p). Per quanto riguarda poi i segnali standard definition troviamo un S-video, un videocomposito e un'inconsueta ma sempre comoda presa SCART RGB. Completa, infine, la dotazione una porta seriale per poter eventualmente controllare il proiettore in remoto. Sul fondo dello châssis abbiamo invece il coperchio che consente di accedere alla lampada, oltre agli attacchi per l'eventuale staffa dell'installazione a soffitto. I due piedini frontali sono indipendenti e regolabili in altezza.