Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Anteprima Sharp Quattron Pro LC-60UQ10E

di Emidio Frattaroli , pubblicato il 06 Aprile 2014 nel canale DISPLAY

“A Milano, lo scorso 27 Marzo, Sharp ha presentato la nuova linea di televisori LCD denominati Quattron Pro, con una risoluzione nativa 2,5 volte superiore al full HD, a metà strada tra il full HD e l'Ultra HD 4K e ad un prezzo che è molto più vicino a quello di un full HD”

La tecnologia Quattron Pro

Il segreto della tecnologia Quattron Pro è contenuto nella organizzazione dei sub-pixel dei nuovi TV che è a dir poco geniale e nell'utilizzo di questi, anche in senso orizzontale, cosa che è ancora più interessante. Normalmente ogni singolo pixel di un display è suddiviso in tre sub-pixel, relativi alle tre componenti cromatiche fondamentali: rossa verde e blu. Basta miscelare solo queste tre componenti fondamentali per ottenere i vari colori e le sfumature delle immagini in riproduzione. Sharp, qualche anno fa, ha introdotto la tecnologia "Quattron", aggiungendo un sub-pixel di colore giallo ai tre che si utilizzano normalmente e lo ha fatto per aumentare l'efficienza luminosa nella riproduzione di colori più profondi.

La tecnologia definita "Multi-Primary", che è alla base di quella "Quattron", è stata mostrata per la prima volta con dei prototipi funzionanti da Genoa Color Technologies, un'azienda israeliana, più di dieci anni fa. Per i più curiosi consiglio la lettura di questo articolo tecnico, pubblicato nel 2006. Per i più pigri, posso solo promettere che parlerò in maniera più approfondita dei vantaggi della tecnologia "Multi-Primary" quando avrò la possibilità di avere in laboratorio un TV LCD Sharp Quattron.

La novità del Quattron Pro è che ogni singolo pixel full HD è suddiviso in ben 8 sub-pixel, disposti in due gruppi di quattro su due linee e pilotabili individualmente. In altre parole, il TV ha una risoluzione nativa di 1920x2160 pixel, il doppio esatto di un full HD e la metà di un TV a risoluzione Ultra HD 4K.

L'altra novità è il modo di utilizzare i sub-pixel in senso orizzontale. Normalmente, i tre sub-pixel che formano il singolo pixel vengono pilotati insieme, per modulare il singolo pixel che devono riprodurre. Con il nuovo Quattron Pro, i singoli sub-pixel del giallo possono essere modulati anche singolarmente, per avere un ulteriore vantaggio di risoluzione anche in senso verticale.